15.8 C
Milano
giovedì, Maggio 23, 2024

Proverbio: Aprile fa il fiore e maggio si ha il colore

Array

Legnano. Incidente con omissione di soccorso, fuga e aggressione nei confronti di agenti di Polizia Locale

(mi-lorenteggio.com) Legnano, 10 aprile 2015 – Giovedì 8 aprile 2015, intorno alle ore 19, la Polizia Locale di Legnano veniva allertata telefonicamente in quanto in via Cesare Correnti era da poco avvenuto un incidente stradale con feriti e uno dei coinvolti si era dato alla fuga. Il pronto intervento della pattuglia permetteva di intercettare dopo un breve inseguimento una Fiat Panda a bordo della quale vi era il conducente che aveva causato poco prima l’incidente. L’uomo, un legnanese di circa 40 anni, opponeva resistenza scagliandosi contro gli agenti con calci e pugni e solo dopo una colluttazione gli agenti riuscivano ad ammanettarlo e a condurlo in Comando.
L’uomo si muoveva con un andamento barcollante e l’alito faceva presumere l’assunzione di sostanza alcooliche e/o di stupefacenti. I due agenti intervenuti dovevano ricorrere alle cure del Pronto soccorso a causa delle contusioni riportate, fortunatamente limitate a pochi giorni di prognosi.
L’altra persona coinvolta nell’incidente, una donna di 42 anni residente a Canegrate, dopo il forte spavento, si recava anch’essa al Pronto soccorso dove veniva giudicata guaribile con 10 giorni di prognosi. Una pattuglia radiomobile della locale Compagnia Carabinieri interveniva nel frattempo a supporto della Polizia Locale.
La persona che si era data alla fuga opponendo violenza e resistenza verrà ora denunciata per lesioni e resistenza a pubblico ufficiale, omissione di soccorso, guida in stato di ebbrezza e sotto l’effetto di sostanza stupefacente e segnalato alla Prefettura per detenzione per uso personale di eroina.
Si tratta di un soggetto noto alle forze dell’ordine per i numerosi precedenti a suo carico, anche riferiti alla guida in stato di ebbrezza. Dagli accertamenti effettuati, la patente risultava scaduta di validità da oltre due mesi. Per i fatti accaduti, sommando i periodi di sospensione massima di patente previsti dal codice della strada, al responsabile di questo grave episodio potrebbe essere tolta la patente fino a un massimo di 12 anni e sei mesi.
Il sindaco Alberto Centinaio con delega alla Polizia Locale esprime la propria vicinanza e solidarietà agli agenti vittime dell’aggressione e così commenta l’accaduto: «Il lavoro della Polizia Locale è sempre più simile a quello delle altre forze dell’ordine che ogni giorno mettono a rischio la loro sicurezza personale. E’ per questo motivo che gli uomini e le donne del Comando di corso Magenta meritano la piena fiducia e il più ampio sostegno da parte di tutti i legnanesi. Sbaglia chi pensa ai nostri agenti come aridi burocrati preoccupati soltanto di multare i cittadini. Stupisce, nel caso specifico, che a una persona con numerosi precedenti a suo carico, anche per guida in stato di ebbrezza, non sia stata ritirata la patente lasciandolo libero di guidare e di creare simili danni. E’ la conferma che la legislazione in materia, nel nostro Paese, è quanto mai lacunosa e non è in grado di tutelare coloro che girano tranquillamente e nel pieno rispetto delle regole. C’è solo da sperare che questa volta chi di dovere intervenga a punire seriamente un simile personaggio. Certi episodi non devono succedere».

V.A.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -