17.7 C
Milano
lunedì, Maggio 27, 2024

Proverbio: Aprile fa il fiore e maggio si ha il colore

Array

Buccinasco. Refezione scolastica: al via con il nuovo sistema di pagamento

Buccinasco (13 aprile 2015) – Nei giorni scorsi le famiglie dei bambini che frequentano le scuole di Buccinasco hanno ricevuto una lettera di Gemeaz Elior, società che ha in concessione il servizio di refezione scolastica. Si spiega nel dettaglio come dovranno essere effettuati i pagamenti dei pasti attraverso il nuovo sistema in pre-pagato che permette di gestire, con le tecnologie informatiche, la prenotazione nominativa giornaliera dei pasti nelle scuole, di effettuare i pagamenti e di informare in tempo reale le famiglie sulla prenotazione dei pasti, sui crediti e sui debiti. “Siamo evidentemente in ritardo con la procedura per i pagamenti della mensa scolastica – spiega l’assessore all’Istruzione David Arboit – ma finalmente il percorso organizzativo è stato completato e si può partire con il nuovo metodo.

È un sistema più semplice per le famiglie, che potranno scegliere fra le tre modalità indicate nella lettera, ed è più equo: si pagherà solo per i pasti effettivamente consumati calcolati in base alle presenze giornaliere rilevate non più manualmente ma con i tablet della società”. Ad ogni utente sono assegnati un codice identificativo (codice badge) e una password, utili per verificare sul web la propria situazione (anagrafica, saldo residuo, presenze registrate e pagamenti): dal sito del Comune è sufficiente accedere ai servizi on line e poi alla sezione servizi scolastici/nido. Il pagamento – da effettuare anticipatamente all’inizio di ogni mese – può essere effettuato tramite SDD (ex RID) previa sottoscrizione di delega bancaria, oppure tramite web effettuando la ricarica con la carta di credito (attraverso i servizi on line dal sito del Comune), o ancora recandosi presso due esercizi commerciali di Buccinasco: il Bar Smile in via Vittorio Emanuele II n. 3 e il Bar Bortolusso in via Mantova 2 ang. via Petrarca. “Visto il ritardo – continua Arboit – auspico vivamente che Gemeaz per i prossimi 3 mesi non sia fiscale nel richiedere il prepagato, cosa che in questo momento caricherebbe sulle famiglie 4 mesi di pasti per ogni figlio. Da settembre sarà invece necessario e corretto essere rigorosi”. “

A proposito della qualità del cibo – conclude l’assessore – gli incontri con le rappresentanti della Commissione mensa sono costanti e periodici e ci permettono di monitorare con regolarità la situazione, analizzando i riscontri oggettivi. Rispetto alle lamentele giustificate non esiteremo a inviare alla società richiami e se necessario verranno comminate sanzioni. Abbiamo in previsione anche momenti di formazione e nelle scorse settimane si è svolto un incontro a cui hanno partecipato l’assessora Clara De Clario, le rappresentanti della Commissione mensa ed esperti dietisti di Gemeaz e del Comune per discutere e concordare insieme il menù estivo: anche su questo, quindi, abbiamo scelto di mettere in atto un percorso di condivisione con i rappresentati dei genitori. Col nuovo anno si sono verificati molti cambiamenti, questo implica un lavoro di rodaggio e di messa a punto, piano piano si andrà a regime e speriamo che dal mese di settembre non si verifichino più problemi. A questo punto, terminato il percorso organizzativo dei pagamenti, è possibile e opportuno un incontro con i genitori. Nell’assemblea, che si terrà probabilmente nella prima o seconda settimana di maggio, saranno dati ulteriori chiarimenti e accoglieremo eventuali suggerimenti per migliorare il servizio”

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -