13.7 C
Milano
domenica, Maggio 19, 2024

Proverbio: Aprile fa il fiore e maggio si ha il colore

Array

Triennale Design Week 2015: le mostre della Triennale di Milano e del Triennale Design Museum

(mi-lorenteggio.com) Milano, 14 aprile 2015 – Ecco le mostre della Triennale di Milano e del Triennale Design Museum:

Arts & Foods.
Rituali dal 1851

A cura di Germano Celant

9 Aprile – 1 Novembre 2015

Padiglione di Expo Milano 2015 alla Triennale di Milano
Progetto di allestimento: Studio Italo Rota
Progetto grafico: Irma Boom Office
Catalogo: Electa

La multiforme relazione fra le arti e il cibo viene ripercorsa e analizzata nel Padiglione Arts & Foods l’unica Area tematica di Expo Milano 2015 realizzata in città ospitata al Palazzo della Triennale dal 9 Aprile fino al 1 Novembre 2015.

Allestita negli spazi interni ed esterni della Triennale – 7.000 metri quadrati circa tra edificio e giardino – Arts & Foods mette a fuoco la pluralità di linguaggi visuali e plastici, oggettuali e ambientali che dal 1851, anno della prima Expo a Londra, fino ad oggi hanno ruotato intorno al cibo, alla nutrizione e al convivio. Una panoramica mondiale sugli intrecci estetici e progettuali che hanno riguardato i riti del nutrirsi e una mostra internazionale che fa ricorso a differenti media così da offrire un attraversamento temporale, dallo storico al contemporaneo, di tutti i livelli di espressività, creatività e comunicazione espressi in tutte le aree culturali.

Con una prospettiva stratificata e plurisensoriale Arts & Foods, a cura di Germano Celant e con l’allestimento dello Studio Italo Rota, cerca di documentare gli sviluppi e le soluzioni adottate per relazionarsi al cibo, dagli strumenti di cucina alla tavola imbandita e al picnic, dalle articolazioni pubbliche di bar e ristoranti ai mutamenti avvenuti in rapporto al viaggio per strada, in aereo e nello spazio, dalla progettazione e presentazione di edifici dedicati ai suoi rituali e alla sua produzione. Il tutto appare intrecciato alle testimonianze di artisti, scrittori, film makers, grafici, musicisti, fotografi, architetti e designers che, dall’Impressionismo e dal Divisionismo alle Avanguardie storiche, dalla Pop Art alle ricerche più attuali, hanno contribuito allo sviluppo della visione e del consumo del cibo.

Una raccolta e un viaggio nel tempo che riflette creativamente il tema dell’Esposizione Universale di Milano, “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”, attraverso centinaia e centinaia di opere, oggetti e documenti provenienti da musei, istituzioni pubbliche e private, collezionisti e artisti da tutto il mondo.

"Arts & Foods coinvolge tutti i media e linguaggi: dalla pittura alla scultura, dal video all’installazione, dalla fotografia alla pubblicità, dal design all’architettura, dal cinema alla musica e alla letteratura. – ha dichiarato Germano Celant, curatore del Padiglione e dell’ottava edizione Triennale Design Museum – Si articola con un andamento cronologico che copre il periodo dal 1851 – data della prima Expo a Londra e dell’avvio della modernità – all’attualità, attraverso la creazione di ambienti dedicati ai luoghi e agli spazi del convivo, sia in ambito privato sia nella sfera pubblica – dalla sala da pranzo alla cucina, dal bar al cibo da viaggio – in cui arredi, oggetti, elettrodomestici e opere d’arte creano una narrazione di forte impatto visivo e suggestione sensoriale”.

Triennale Design Museum
Ottava edizione
Cucine & Ultracorpi

A cura di Germano Celant

9 Aprile 2015 – 21 Febbraio 2016

Direzione: Silvana Annicchiarico
Progetto di allestimento: Italo Rota
Progetto grafico: Irma Boom
Catalogo: Electa

L’ottava edizione del Triennale Design Museum propone “Cucine & Ultracorpi”, a cura di Germano Celant. Questa edizione s’ispira sin dal titolo al libro di fantascienza L’invasione degli Ultracorpi, scritto da Jack Finney nel 1955 e all’omonimo film tratto dal romanzo e girato da Don Siegel, che si sono imposti come opere di rottura e cambiamento nell’immaginario collettivo. Nella narrazione gli alieni da “invasori” divengono “cospiratori” capaci di confondersi e insinuarsi tra gli abitanti della terra: entrano nel quotidiano degli esseri umani, attuando una rivoluzione interna e perciò endemica della società, invasa da forze aliene che si mescolano agli umani e ne assumono la forma per prendere il sopravvento.

Analogamente, “Cucine & Ultracorpi” vuole raccontare la lenta quanto inesorabile trasformazione degli utensili da cucina in macchine e automi. Un’armata “di invasori” che, dalla metà del XIX secolo con l’avvento dell’industrializzazione, è dilagata arrivando a sostituire molte pratiche umane del cucinare.

L’intento è di tracciare l’evoluzione in Italia dei “cospiratori”, cucine ed elettrodomestici, dalla prima emergenza documentabile fino al 2015.

Books&Foods

Biblioteca del Progetto e Archivio Storico

15 Aprile – 1 Novembre 2015

La Biblioteca del Progetto della Triennale di Milano, in occasione della riapertura al pubblico del ristorante sulla terrazza è lieta di presentare la mostra Books&Foods, una selezione di materiali storici e contemporanei sugli spazi pubblici e privati della ristorazione, dalla caffetteria/ristorante nelle Triennali al Caffè Nicholson di New York, e una scelta di immagini, grafiche e fotografie che spaziano dall’ambiente cucina domestico all’home-cooking.

L’esposizione argomenta una visione della fruizione di luoghi conviviali e di ristoro in rapporto allo spazio della caffetteria e del ristorante in Triennale, tra i primi esempi in Italia di caffetteria/ristorante museale, con riferimenti a documenti e immagini d’archivio che attestano l’evoluzione degli allestimenti delle Esposizioni Internazionali dal 1933 ad oggi e in relazione ad un esempio di ristorante newyorkese dalla fine degli anni Quaranta, con testimonianze e fotografie storiche che ritraggono artisti, musicisti, scrittori e filosofi negli spazi del celebre Caffè Nicholson.

La bellezza quotidiana
Un percorso nella Collezione Permanente del Design Italiano

Villa Reale di Monza

A cura di Silvana Annicchiarico
Progetto allestimento: Michele De Lucchi

Una selezione di pezzi dalla Collezione Permanente del Design Italiano negli spazi del Belvedere della Villa Reale di Monza.

Triennale Design Museum porta avanti la propria missione di conservazione, promozione e valorizzazione del design italiano in Italia e nel mondo e, al contempo, ristabilisce e rafforza il legame storico fra la Triennale e Monza.

Gio Ponti e la Richard-Ginori: una corrispondenza inedita

Villa Reale di Monza

12 Aprile – 7 Giugno 2015

A cura di Livia Frescobaldi Malenchini e Oliva Rucellai
Catalogo Corraini Edizioni

Dal 12 aprile Triennale Design Museum presenta negli spazi del Belvedere della Villa Reale di Monza Gio Ponti e la Richard-Ginori: una corrispondenza inedita, a cura di Livia Frescobaldi Malenchini e Oliva Rucellai.

La mostra è promossa dall’Associazione Amici di Doccia e realizzata grazie al contributo di Fondazione Cariplo, di Frette e di Intesa Sanpaolo Private Banking.

La mostra presenta circa cinquanta opere, tra le meno note, provenienti dalla collezione di ceramiche del Museo di Doccia e una selezione di lettere, per la maggior parte inedite, provenienti dall’archivio della Manifattura di Doccia, con schizzi, disegni e indicazioni di fabbricazione.

Particolare rilievo è dato alla relazione di Gio Ponti e della Richard-Ginori con Monza: il 19 maggio 1923 è la data in cui Ponti espone per la prima volta alla Villa Reale, sede della Biennale Internazionale di Arti decorative (che diventerà l’attuale Triennale) dal 1923 al 1930.

La collaborazione con Richard-Ginori è di fatto l’esordio e il primo grande successo della sua carriera, che lo vede coinvolto non in veste di architetto, ma di direttore artistico.

Di Monza si parla continuamente nel carteggio; gli appuntamenti di Monza scandiscono il lavoro di quegli anni agendo come formidabile motore di rinnovamento; si lavorava alacremente per conquistare i riconoscimenti della giuria, gli elogi dei critici e il sempre auspicato risultato commerciale.

Le mostre alla Triennale di Milano in occasione della Design Week 2015

ABET LAMINATI

Teatro dei Burattini

Un progetto di Alessandro e Francesco Mendini, realizzato con prodotti Abet Laminati

La creatività di Alessandro Mendini incontra da decenni la curiosità di Abet Laminati. Il sodalizio con l’Atelier diventa la scena in primo piano che affiora dallo sfondo nei giardini della Triennale di Milano: il Teatro dei Burattini.

Alessandro e Francesco Mendini hanno pensato a un’opera aperta che desidera dialogare con spettatori di ogni età; un’architettura stabile e duratura dove i burattini ci parlano tanto del passato quanto di un futuro immaginato.

Un progetto unico dal punto di vista creativo e strutturale, di buon auspicio per nuovi racconti e antiche favole che narreranno ancora una volta la storia della cultura italiana.

Contatti:

Ufficio Stampa Abet Laminati

Federica Ferraris Bottigli

federica.ferraris@abet-laminati.it

0172 419388

ASSIMPREDIL ANCE

COSTRUTTORI DI CITTA’ – Assimpredil Ance 1945 – 2015

Un progetto di Assimpredil Ance

A cura di Raffaella Poletti

Video: Chiara Ligi e Mauro Macella, camerAnebbia, Milano, in collaborazione con Mattia Costa

Allestimento della videoinstallazione: Neotech srl

Progetto grafico: Marco Strina

Consulenza al progetto e coordinamento: Reiner Bumke

Assimpredil Ance compie 70 anni e li festeggia realizzando un video che attraverso filmati e foto di cantieri di ieri e di oggi racconta la storia delle imprese che hanno costruito le infrastrutture, le fabbriche, gli edifici, le case in cui viviamo e lavoriamo: le nostre città.

Imprese a volte caratterizzate da un’antica storia aziendale, a volte frutto di iniziative imprenditoriali recenti, tutte accomunate dalla passione e dalla capacità di affrontare percorsi diversi e complessi.

Si raccontano la cultura, l’ingegno e il saper fare delle imprese di Assimpredil Ance, insieme alla storia della crescita e trasformazione urbana del nostro territorio, utilizzando il ricco materiale d’archivio fotografico e filmico attraverso un escamotage narrativo che, da un lato, funge da “collante” tra le tante opere costruite in epoche diverse e, dall’altro, rappresenta, in un’unica figura, tutti gli imprenditori che hanno fatto grande l’Associazione. Si tratta dell’uomo collettivo che racchiude in sé la memoria di tutte le imprese.

Contatti:

Ufficio stampa Assimpredil Ance

Eugenio Tumsich +39 336.790554

DESIGN SINGAPORE

The Alchemists

A cura di: Stefano Casciani , Patrick Chia

Prodotta da: Yoichi Nakamuta


Organizzata da: Industry+


Space Design: Tim Power Architects

Con il supporto di:

DesignSingapore Council

The Design Society

15 talenti da Singapore esplorano la magia del design attraverso lo specchio di una nuova alchimia: una selezione di strumenti e oggetti ispirati al processo alchemico che trasforma sostanze come il piombo in oro. “The Alchemists” fa un cenno al movimento italiano degli anni ‘70, Studio Alchimia, i cui pezzi di design sperimentale determinarono un linguaggio di design e creatività che sfidò lo status quo. Fu un movimento di design radicale che allargò i confini del design e cambiò il paesaggio di progettazione globale per il futuro.

Il titolo ha anche lo scopo di sottolineare quell’elemento magico che esiste nell’atto di disegnare o di creare qualcosa. L’alchimista d’altri tempi dedicò la sua vita alla trasformazione dei materiali, dall’ordinario al prezioso e più comunemente dal metallo all’oro. Il punto di partenza del progetto “The Alchemist” è stato “il progettista come alchimista: che cosa può essere progettato applicando il processo di trasmutazione?” Una nuova generazione di designer di Singapore ha intrapreso una ricerca creativa attraverso il design – di linguaggio, mitologie e filosofie. Il progetto “The Alchemist” è curato dallo scrittore e designer italiano Stefano Casciani, e co-curato dal designer Patrick Chia, fondatore del “Singapore’s Design Incubation Centre”. La vetrina di “The Alchemists” è il risultato di una serie di lecture e workshop. Questi prototipi di design saranno esposti per 5 giorni alla Triennale di Milano.

Contatti:

Sabine Schweigert – pix+txt

T. +39 0245491266

C. +39 3470868023

info@sabineschweigert.com

Zarani Risjad


T. +65 9824 7740

zarani.risjad@gmail.com

ILLYCAFFÈ

illy Coffee Surfing, share a dream

14 Aprile – 10 Maggio 2015

Presso lo spazio illyartlab in Triennale di Milano, il celebre fotografo italiano Gabriele Galimberti, con cui illy dal 2013 porta avanti il progetto Coffee Surfing – http://coffeesurfing.illy.com – catturerà con uno scatto fotografico l’espressività dei visitatori intenti a vivere il loro sogno, ispirati dall’aroma e dal gusto di una tazzina di caffè illy. Il progetto Coffee Surfing nasce dalla collaborazione tra il fotografo Gabriele Galimberti e illycaffè per raccontare le storie universali e ispiratrici dei tanti appassionati del caffè illy in giro per il mondo.

Presso illyartlab sarà allestita una mostra fotografica con le immagini dei primi due anni di viaggio di Galimberti durante i quali una tazza di caffè ha fatto da filo conduttore a nuovi incontri e nuove storie incentrate sulla ricerca della felicità, il risveglio e la forza che deriva dal cambiamento. Alla mostra fotografica relativa ai primi due anni di progetto verranno affiancati gli scatti dedicati al “sogno che si sta vivendo” e realizzati presso Triennale di Milano durante la settimana del Salone del Mobile: scatto dopo scatto, i ritratti di personalità del mondo della cultura e dell’arte mixate a quelle del pubblico andranno infatti ad alimentare un’opera collettiva.

Per gli strumenti fotografici e l’allestimento dello spazio illyartlab si ringraziano Manfrotto e Moroso.

Contatti:

Connexia

+39 02.8135541

Valentina Calaminici: valentina.calaminici@connexia.com

Maria Caso: maria.caso@connexia.com

Ilaria Montalti: ilaria.montalti@connexia.com

KOREA CRAFT & DESIGN FOUNDATION

Constancy & Change in Korean Traditional Craft 2015

Analizzare il rapporto che la Corea del Sud, patria della tecnologia più evoluta, ha nei confronti delle antiche tradizioni del proprio artigianato. Con questa finalità il Ministero della cultura Coreana, con il sostegno di KCDF (Korea Craft & Design Foundation), inaugura la terza edizione di “Constancy and Change”, ospitata al Palazzo della Triennale di Milano.

Piccoli e raffinati oggetti di uso quotidiano, tra artigianato e design, sono i protagonisti della mostra “Constancy and Change”, che si propone di raccontare al grande pubblico aspetti dell’arte, del design e dell’artigianato contemporaneo della Corea, da cui il Paese trae la forza per la propria crescita culturale ed economica.

Volto della tradizione artigianale coreana sono i 193 oggetti d’arredamento dell’abitazione, realizzati da 23 Maestri Artigiani e ottenuti attraverso la manipolazione dei più variegati materiali. Si spazia dalla lavorazione del metallo a quella della ceramica e delle lacche, fino alla lavorazione a mano della tipica “carta di gelso”, dei tessuti secondo la tecnica tradizionale del patchwork e del bamboo.

Contatti:

Encanto Public relations

+39 02 66983707

Maria Amendolagine

m.amendolagine@encanto.biz

cell. 3485404443

Veronica Carminati

veronica.carminati@encanto.biz

cell. 334 3782823

RCS MediaGroup

The Art of Living

14 Aprile – 26 Aprile 2015

A cura di: LIVING Corriere della Sera

Progetto di allestimento: Migliore+Servetto Architects

The Art of Living mette in scena il dialogo tra le eccellenze del design contemporaneo e i nuovi linguaggi della decorazione. Firmata dal Team di Living – Corriere della Sera, con l’allestimento di Migliore+Servetto Architects, “The Art of Living” coglie l’occasione di raccontare l’evoluzione dei modi di vivere la casa, non solo come set immutabile bensì come spazio in continuo divenire, in cui si crea un equilibrio tra colore, design e decorazione.

35 designer e architetti della scena internazionale hanno realizzato per questo progetto dei pattern, che verranno proiettati per allestire lo sfondo dei 12 set domestici per dar vita ad una Wunderkammer, in cui si susseguiranno flussi di immagini, colori e texture che faranno del design il protagonista di una vera e propria esperienza avvincente e coinvolgente.

Contatti:

Media Relations RCS MediaGroup

Sistema Verticali, Communication Solutions, Gruppo Sfera e Digicast

Barbara Ruggeri – tel. +39 0225845414 – barbara.ruggeri@rcs.it

Laura De Bacco – tel. +39 0225842108 – laura.debacco@guest.rcs.it

www.rcsmediagroup.it

TIM4Expo

Milano Galleria

10 Aprile – 2 Maggio

Lo spazio TIM4Expo in Triennale ospiterà Milano Galleria, il progetto sperimentale promosso da TIM per la Triennale Design Week che coniuga creatività e tecnologie innovative. L’iniziativa, curata da Marco Sammicheli, vede la partecipazione di quattro affermati studi di design: Marco Dessì, Odoardo Fioravanti, GamFratesi e Zaven.

Il progetto celebra quattro eccellenze della città di Milano come l’arte, la formazione, la musica e l’impresa, affidandone ai giovani designer prescelti la reinterpretazione in quattro concept di prodotto che si riallacciano all’identità della città che ospita Expo2015.

I prototipi esposti permettono di evidenziare le potenzialità del design integrato alla connettività e ai servizi. I prodotti sviluppati, infatti, sono stati concepiti per il supporto e la valorizzazione delle competenze aziendali in chiave smart & digital, in risposta a specifiche esigenze di settori di attività e dei clienti e in vista dell’effettiva messa in campo e commercializzazione. L’allestimento delle mostre e l’immagine coordinata del progetto sono state affidate a Paolo Giacomazzi e il racconto visuale è interamente illustrato da Onka Allmayer-Beck.

Contatti:

Telecom Italia

Ufficio Stampa

+39 06 3688 2610

telecomitaliapressoffice@telecomitalia.it

Eventi alla Triennale di Milano in occasione della Design Week 2015

COSTRUTTORI DI CITTA’ – Assimpredil Ance 1945 – 2015

Teatro dell’Arte

13 Aprile dalle ore 11.00 alle 13.00

Assimpredil Ance compie 70 anni e li festeggia realizzando un video che attraverso filmati e foto di cantieri di ieri e di oggi racconta la storia delle imprese che hanno costruito le infrastrutture, le fabbriche, gli edifici, le case in cui viviamo e lavoriamo: le nostre città.

MEMORIE collection by MADERAE

Teatro Agorà

16 Aprile

Nel magico scenario del Teatro Agorà, per l’intera giornata di Giovedì 16 Aprile 2015,sarà presentata MEMORIE, la prima collezione del marchio Maderae.

La collezione MEMORIE si compone di 5 prodotti che reinterpretano in chiave contemporanea tecniche di falegnameria tradizionale attraverso l’utilizzo del noce nazionale.

Alle ore 19:00 si terrà la presentazione ufficiale della collezione MEMORIE e del brand Maderae, dove interverranno il Diterrore Generale della Triennale di Milano Andrea Cancellato, la giornalista e critica di design Chiara Alessi e i creatori di Maderae, David Dolcini e Giacomo Moor.

Contatti:

PS

+39 0239624450

info@p-s.it

HERO in Agorà

Teatro Agorà

17 Aprile dalle ore 10.00 alle ore 23.00

ore 18 incontro con il designer Antonio Pio Saracino

Sintesi spa presenta la libreria Hero, design Antonio Pio Saracino

TEDxMilano 2015

Italia Patria della Bellezza

Teatro dell’Arte

18 Aprile dalle ore 11.00 alle ore 18.00

TED nasce nel 1984 come organizzazione no-profit, con obbiettivo di diffondere idee di grande valore, solitamente attraverso discorsi brevi e efficaci (di 18 minuti o meno). Dopo qualche anno, nascono gli eventi TEDx, che aiutano nella condivisione di idee tra le comunità del mondo.

La giornata sarà dedicata alle idee e alle storie sull’Italia e la bellezza che la contraddistingue, passando dalla tecnologia all’arte, dall’innovazione sociale al linguaggio e alla cultura.

Speakers: Alessandra BALLERINI, Massimo BANZI, Alberto BROGGI, Davide DATTOLI, Don Antonio LOFFREDO, Mauro MAGATTI, Gustavo OLLITTA, Davide RAMPELLO, Maurizio di ROBILANT, Farian SABAHI, Annamaria TESTA, Paolo TROILO, Elena ZAMBON, EndFragment

http://tedxmilano.it

Ingresso a pagamento

ELECTRIC BLUE SUNDAY

Teatro dell’Arte

19 Aprile 2015 dalle ore 12.00 alle ore 17.00

Il Teatro dell’Arte si rinnova su progetto di Jacopo Foggini. Per l’intera giornata di domenica il Teatro è aperto al pubblico che potrà vedere in anteprima la sua veste rinnovata, mentre scorrono senza fine su uno schermo le immagini dello storico concerto di Miles Davis (svoltosi proprio al Teatro dell’Arte l’11 ottobre 1964).

Dal 20 aprile l’attività del teatro riprende a pieno ritmo con la rassegna cinematografica Cinema e arte, in collaborazione con l’Accademia di Brera (fino al 25 aprile).

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -