13.7 C
Milano
domenica, Maggio 26, 2024

Proverbio: Aprile fa il fiore e maggio si ha il colore

Array

Lombardia. Nel Teatrino della Villa Reale di Monza, la mostra ‘Il fascino e il mito dell’Italia – Dal Cinquecento al Contemporaneo’

(mi-lorenteggio.com) Monza, 22 aprile 2015 –  "Una mostra che racconta il fascino esercitato sui grandi artisti internazionali dal patrimonio culturale italiano, nella sua varietà e specificità, nel corso dei secoli. Si tratta di un evento di punta dell’offerta culturale di Regione Lombardia, organizzato in collaborazione con il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo". L’ha detto Cristina Cappellini, assessore alle Culture, Identità e Autonomie di Regione Lombardia, nella conferenza stampa di presentazione, nel Teatrino della Villa Reale di Monza, della mostra ‘Il fascino e il mito dell’Italia – Dal Cinquecento al Contemporaneo’. Presenti il sottosegretario Ilaria Borletti Buitoni e il sindaco di Monza Roberto Scanagatti.

REGIONE PARTNER DI PUNTA – "Abbiamo collaborato concretamente a questa mostra con uno straordinario contributo economico – ha rimarcato l’assessore Cappellini – avvalendoci della forte collaborazione del Mibact, di molti donatori di opere e di musei di tutto il mondo che consentiranno di ammirare gli stupendi lavori di artisti che, come dice il titolo, hanno subìto il ‘fascino e il mito dell’Italia – Dal Cinquecento al Contemporaneo’ in una sorta di Expo dell’arte". La mostra sarà visitabile fino al 6 settembre al secondo piano nobile di Villa Reale. "Siamo davanti a una mostra variegata e apprezzabile da diversi punti di vista – ha proseguito – un’iniziativa in cui abbiamo creduto molto e che ha in Villa Reale la sua degna sede, un luogo straordinario da noi fortemente sostenuto e reso polo culturale a tutti gli effetti".
INTERVENTI PER MONZA – "Regione Lombardia – ha sottolineato l’assessore – ha investito molto nella cultura nel territorio di Monza. Lo testimoniano la stessa Villa Reale, la Cappella di Teodolinda e la facciata del Duomo, tutte realtà che grazie al contributo di Regione Lombardia hanno ora un nuovo meraviglioso volto con cui presentarsi ai visitatori dell’Expo e a tutti i cittadini".

‘FUORI EXPO’ VOCE DEI TERRITORI – "Il semestre di Expo – ha detto l’assessore Cappellini – è stato da noi riempito, con entusiasmo, di proposte culturali in grado di far diventare tutta la Lombardia sito espositivo e raccontarne le diverse eccellenze e identità". "Con la nostra proposta culturale, una sorta di ‘fuori Expo’ – ha concluso l’assessore Cappellini -, daremo voce a tutti i territori lombardi e daremo loro la possibilità di raccontarsi e di far innamorare di loro i milioni di visitatori dell’Esposizione Universale, per far diventare il dopo Expo ricco di ritorni".

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -