17.1 C
Milano
venerdì, Maggio 24, 2024

Proverbio: Aprile fa il fiore e maggio si ha il colore

Array

Un defibrillatore in più a Corbetta sulla ex Statale 11

(mi-lorenteggio.com) Corbetta avrà un nuovo DAE: il defibrillatore semi automatico che, in caso di infarto, può davvero fare la differenza. Una città che da domenica 12 luglio potrà beneficiare di un dispositivo prezioso su una zona ad alto scorrimento: la ex Statale 11, ad altezza Isola.

L’iniziativa nasce dall’incontro dell’Associazione “Tutti X Fabio”, attiva sul territorio proprio con l’intento di fornire centri abitati in genere di defibrillatore, e Massimiliano Bianchi, titolare del negozio di arredamenti Laboratorio98. Massimiliano è infatti da tempo una Maglietta Rossa, dal nome della t-shirt che caratterizza l’associazione; dal ricordo di Fabio, morto su un campo di calcetto, famigliari e amici hanno creato un gruppo che è andato allargandosi sempre di più.

Massimiliano ha notato che, da tempo, l’associazione ha raccolto i fondi per le piazze, i Comuni, i centri sportivi, e in accordo con Andrea e Rita, fratello e madre di Fabio, ha pensato che via Simone da Corbetta, all’altezza del semaforo e del suo negozio, poteva essere un punto strategico per un defibrillatore che, azionato seguendo le istruzioni dettate dalla voce-guida dello stesso dispositivo, interviene efficacemente su un infarto tenendo in vita la persona colpita in attesa dell’ambulanza.

Grande soddisfazione da parte del Comune di Corbetta che, tramite l’Assessore ai Servizi Sociali Marco Ballarini, plaude alla donazione di un suo cittadino. L’Amministrazione Comunale tra le prime e le più sensibili a questo argomento, si farà carico degli oneri di manutenzione periodica del
defibrillatore. Questo defibrillatore, infatti, va ad aggiungersi ai cinque già presenti sul territorio comunale. L’installazione avverrà domenica 12 luglio, alle ore 19,30, al civico 98.

Le Magliette di Tutti X Fabio partecipano alle gare podistiche, ciclistiche, calcistiche dell’Alto Milanese. Lo scopo è uno solo: raccogliere fondi per un DAE in più. Questo cerchio di solidarietà ha incluso di volta in volta polisportive, amatori, altre associazioni, e ha sempre organizzato anche eventi musicali e gastronomici. Con un sorriso e con gratitudine, perché, come dice il loro motto, “Salvare una vita si può. Tu puoi”.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -