18 C
Milano
giovedì, Maggio 23, 2024

Proverbio: Aprile fa il fiore e maggio si ha il colore

Array

AREA C. SARDONE (F.I.): CAR2GO, MARAN DOVEVA PENSARCI PRIMA, GRAVI LE SUE COLPE SULLA CONVENZIONE

(mi-lorenteggio.com) Milano, 12 agosto 2015 – "Sta suscitando proteste e scalpore la decisione di Car2go di aumentare le tariffe a chi utilizza le sue auto per recarsi in periferia. – commenta Silvia Sardone, coordinatrice del Dipartimento Regionale Sicurezza e Periferie di Forza Italia – Le mie critiche vanno tutte a chi stipulando la convenzione fra concessionario del servizio e Comune di Milano non ha pensato d’inserire nel contratto delle clausole di salvaguardia a tutela dei consumatori: Pierfrancesco Maran. L’assessore alla Mobilità, noto per il suo amore per le biciclette e per la parossistica lotta di stampo socialista che combatte contro le auto private.

Probabilmente, convinto di potere ridurre ulteriormente il numero di quelle circolanti – continua la Sardone – e ingolosito da quanto Car2go offriva per l’accesso ad Area C e la sosta sulle strisce blu, ha concluso l’accordo in modo sbrigativo senza applicarsi in tutte le riflessioni e conti che sarebbe stato necessario fare. Considerazioni che anche una matricola della facoltà d’Economia avrebbe fatto, prevedendo che appena l’accordo non fosse stato più conveniente, per motivi scontati quali fra gli altri l’inutilizzo delle auto lasciate il periferia, l’operatore privato sarebbe corso ai ripari aumentando le tariffe. Purtroppo Maran non ci ha pensato, non ha inserito nel contratto una clausola che imponesse di applicare la stessa tariffa in tutto il territorio comunale, ne’ un sistema per agganciare le tariffe applicate agli utenti con quella pagata da Car2go al Comune, esponendo i milanesi, in particolare quelli che abitano nelle periferie, a quanto si è puntualmente verificato. L’ennesimo errore degli arancioni che colpevolmente, per incapacità, continuano a penalizzare le periferie, ormai abbandonate a degrado, insicurezza e mancanza di servizi come in questo caso.

Molti cittadini – conclude la Sardone – si lamentano giustamente e devono prendersela con l’amministrazione. visto che il contratto andrà rispettato fino alla scadenza. Non sono stati tutelati a dovere da chi avrebbe dovuto farlo. L’unica soluzione per evitare che in futuro si ripetano episodi del genere è la prevenzione, quella che si applica nelle urne evitando di affidare la propria sorte ad amministratori dalle idee balzane, senza farsi intenerire da quei pochi che con il senno di poi chiedono a Car2go di tornare su suoi passi, omettendo di ammettere i propri errori".

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -