15.8 C
Milano
giovedì, Maggio 23, 2024

Proverbio: Aprile fa il fiore e maggio si ha il colore

Array

EXPO BELLE ARTI, PADIGLIONE ‘RINASCIMENTO’ AL BAGATTI VALSECCHI OLTRE I 3.000 VISITATORI

(mi-lorenteggio.com) Milano, 14 agosto 2015 –  Ha gia’ mostrato il suo ‘gioiello’ – il trittico di Antonello da Messina ricomposto – a 3.039 visitatori (dato aggiornato all’11 agosto), ‘Rinascimento’, Padiglione delle Belle Arti per Expo, sito raffinato nell’ambito dell’iniziativa voluta dal presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni e realizzata dal critico d’arte Vittorio Sgarbi, ambasciatore delle Belle Arti per Expo di Regione Lombardia. "Questa sede, il Museo Bagatti-Valsecchi, e’ una delle sedi che vogliamo utilizzare per far conoscere le nostre bellezze ai milioni di visitatori che stanno venendo e che verranno qui per Expo" ha sottolineato il presidente Maroni durante l’inaugurazione del Padiglione, lo scorso 24 giugno.

IL PADIGLIONE – Realizzato con il supporto di Gi Group, il Padiglione ‘Rinascimento – Il Trittico di Antonello da Messina ricomposto’, riunisce un nucleo sceltissimo di capolavori. Antonio Natali e Tommaso Mozzati, curatori dell’esposizione, hanno condotto infatti nella casa museo di via Gesu’ quattro grandi artisti: Antonello da Messina, Piero della Francesca, Vincenzo Foppa e il Perugino, in un percorso che attraversa l’Italia e la celebra in maniera straordinaria in occasione di Expo. Grazie al contributo progettuale dello studio Lissoni Associati, per l’occasione verra’ allestita una nuova sala al piano nobile del Palazzo. L’esposizione si avvale inoltre del supporto illuminotecnico di FLOS e Metis Lighting. LE OPERE – Il percorso si inaugura con Piero della Francesca, pittore d’indiscussa eco nazionale e premessa indispensabile ai percorsi figurativi di Antonello da Messina e Vincenzo Foppa, come esemplificano la coppia di tavolette raffiguranti l’Annunciata e l’Angelo annunciante provenienti dal Polittico della Misericordia del Museo Civico di Sansepolcro. Un prestito importante, capace di rappresentare sinteticamente i raggiungimenti formali della maniera dell’artista.

CRISTO IN PIETA’ DI PERUGINO – Chiude il serrato percorso espositivo una testimonianza dal catalogo del Perugino sugli anni Novanta del XV secolo, il Cristo in Pieta’ della Galleria Nazionale dell’Umbria, cimasa della Pala dei Decemviri. L’opera ribadisce l’autorevolezza dell’artista, in grado di travalicare i confini umbri e toscani della propria operosita’, divenendo un simbolo assoluto della stagione compiuta del nostro Quattrocento.

APERTO IN AGOSTO – I Padiglioni dell’iniziativa di Regione Lombardia ‘Expo Belle Arti’ non andranno in ferie. ‘Rinascimento’, al Museo Bagatti Valsecchi di Milano fino al 18 ottobre, seguira’ questi orari: martedi’-domenica dalle 13 alle 17.45, giovedi’ dalle 13 alle 21. Ultimo accesso 30 minuti prima della chiusura. Chiuso il lunedi’ e il 15 agosto. Biglietti: intero 9 euro, ridotto 6 euro.

I PADIGLIONI – Gli altri Padiglioni delle Belle Arti gia’ aperti sono: ‘Milano capitale del moderno’, a Palazzo Pirelli, (dal 5 maggio al 29 ottobre); ‘La Bella Principessa’ di Leonardo, Villa Reale di Monza (21 maggio – 30 settembre); ‘Giovanni e Nicola Pisano’, nella Chiesa di San Gottardo in Corte a Milano (dal 16 giugno al 31 ottobre); ‘ExpoArteItaliana’ a Villa Bagatti Valsecchi di Varedo/MB (dal 19 giugno al 31 ottobre); ‘Museo della Follia’ a Palazzo della Ragione, a Mantova (dal 18 maggio al 22 novembre); ‘Anima e materia’ al Vittoriale degli Italiani a Gardone Riviera/Bs (dal 18 luglio al 31 ottobre); ‘Tiepolo’ a Palazzo Clerici di Milano (4 agosto – 6 settembre).

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -