20.6 C
Milano
domenica, Aprile 14, 2024

Proverbio: D'aprile non ti scoprire.

Dichiarazione stampa lega nord Rozzano

(mi-lorenteggio.com) Rozzano. 3 ottobre 2018. In merito all’articolo uscito nei giorni scorsi e rivolto ad Aler è’ bene fare chiarezza su alcuni punti citati dal Sindaco , augurandoci cha la campagna elettorale ormai iniziata dal Primo cittadino, non trasformi i prossimi mesi da qui al voto del 2019 in un susseguirsi di continue polemiche poco attinenti agli interessi e alla vita dei cittadini.
Da fonti Aler si apprende quanto segue : “l’evidente responsabilità dell’Amministrazione Comunale rispetto alla vicenda del fallimento di Api, che ha causato una serie di ripercussioni e criticità sul buon andamento del servizio di teleriscaldamento. Così come i comitati e cittadini già sanno, il piano industriale di Ama Rozzano è stato pregiudicato dalla crisi di Api e da scelte finanziarie di Ama non sempre lungimiranti.
Aler ha dovuto, a tutela dei propri inquilini, contestare la mancata esecuzione dei lavori sulla rete che avrebbe portato ad una riduzione dei costi del riscaldamento. Sempre a tutela degli utenti, Aler ha contestato alcune fatture e chiesto la risoluzione del contratto con Ama per gravi inadempienze.
Il servizio per la nuova stagione termica sarà in ogni caso garantito.
In tema di occupazioni abusive risulta invece incomprensibile l’obbiezione del Sindaco. Il tavolo insediatosi nella scorsa primavera cui partecipano Aler, Comune e CC di Rozzano ha dato frutti significativi rispetto ad un periodo, antecedente la nascita delle UOG, in cui l’attività di escomio delle occupazioni era bloccata ed il numero era in costante crescita.
Oggi non si registrano più occupazioni in flagranza (vengono sventate tempestivamente) ed il tavolo ha programmato e realizzato 8 escomi. Grazie al nuovo corso, altre 4 unità sono state oggetto di rilascio spontaneo da parte degli occupanti.
Se sull’argomento qualcosa può migliorare è, da un lato, la comunicazione all’interno della Giunta di Rozzano; si registra infatti che alcuni sgomberi programmati con il Sindaco, siano poi stati contestati da assessori facenti parte della sua Giunta. Dall’altro, un ulteriore possibile miglioramento della procedura in essere, è legato alla mancanza di disponibilità dei servizi sociali comunali a partecipare in loco agli sgomberi, che ha inciso sui tempi di esecuzione degli interventi.
Per quanto riguarda le manutenzioni, si fa presente che nel mese di ottobre saranno consegnati i lavori di completamento del CDQ II in via Dei Mandorli, per un importo di quasi 4 milioni di euro. Inoltre, diversi stabili del “V lotto” sono stati inseriti tra le priorità manutentive previste nel programma triennale 2019-2021.”
Riteniamo nostro dovere informare la cittadinanza sullo stato dell’arte al di là di quanto affermato dal Sindaco non per polemica ma per corretta informazione .
Redazione

 

ARTICOLI CORRELATI

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -