20.5 C
Milano
lunedì, Aprile 15, 2024

Proverbio: D'aprile non ti scoprire.

Ceriano Laghetto. Raccolta rifiuti nel bosco, spunta anche un ordigno bellico

 

Durante la consueta operazione di pulizia del bosco, è stato poi fatto brillare

(mi-lorenteggio.com) Ceriano L., 22 ottobre 2020. Anche sabato scorso come è ormai consuetudine consolidata da anni, un buon gruppo di volontari ha aderito all’appello promosso dall’Amministrazione comunale e si è unito a sindaco e assessori per ripulire dai rifiuti il bosco del Parco delle Groane nella zona tra Villaggio Brollo e la via Stabilimenti. Sono stati riempiti due furgoni di materiale di diverso tipo, dall’abbigliamento alle confezioni per alimenti, dalle bottiglie a frammenti di teli e stracci, segnali inequivocabili di presenze all’interno dell’area boschiva, riconducibili alle attività di spaccio di stupefacenti.

Durante le attività di pulizia del bosco è stato utilizzato anche il metal detector, gestito da volontario specializzato del Gst. In questa occasione lo strumento elettronico ha consentito di rivelare la presenza di un ordigno bellico a breve distanza dalla linea ferroviaria Saronno-Seregno.

Si trattava di un proiettile d’artiglieria, potenzialmente pericoloso, come hanno confermato i Carabinieri subito contattati e prontamente intervenuti sul posto.

I militari della compagnia di Desio hanno per prima cosa verificato la tipologia del reperto e poi messo in sicurezza tutta la zona, in collaborazione con la Protezione Civile, in modo da evitare pericoli. Quindi sono stati allertati gli artificieri. Domenica si è svolta l’operazione conclusiva, messa in atto dal Decimo Reggimento del Genio Guastatori di Cremona.

“Il bosco è tornato pulito grazie ai volontari, che hanno rimosso i rifiuti prodotti nelle due settimane in cui qualche malvivente è tornato a ripopolare la zona, dopo la scarcerazione di uno dei principali organizzatori della piazza di spaccio, che era stato arrestato lo scorso febbraio” -commenta l’Assessore alla sicurezza, Dante Cattaneo. “Questo dimostra che è assolutamente necessario continuare a tenere alta la guardia perché questi venditori di morte non riprendano il controllo del nostro bosco rovinandolo e insozzandolo” chiosa l’Assessore all’Ambiente e alla Protezione Civile Antonio Magnani. L’Amministrazione Comunale ringrazia la Protezione Civile, il Gst e le Forze dell’Ordine intervenute.

V.A.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -