22.9 C
Milano
sabato, Giugno 22, 2024

Proverbio: Giugno ciliegie a pugno

Milano, autunno più caldo e meno piovoso della norma

Secondo le rilevazioni della Fondazione OMD anche l’ultima stagione meteorologica del 2020 ha chiuso con una temperatura media superiore al valore di riferimento.
Tra il 27 ottobre e il 16 novembre si sono susseguiti ben 19 giorni consecutivi senza precipitazioni

(mi-lorenteggio.com) Milano, 4 dicembre 2020 – L’inverno meteorologico, iniziato da pochi giorni, ha già mostrato il suo volto più rigido, con temperature in forte diminuzione e nevicate anche pianura. Sembra quindi già un lontano ricordo l’autunno appena concluso, che a Milano è stato più caldo e meno piovoso della norma.
Secondo le rilevazioni della Fondazione OMD – Osservatorio Meteorologico Milano Duomo – in particolare della centralina Milano Centro, presso la sede centrale dell’Università degli Studi – la temperatura media della stagione compresa tra il 1° settembre e il 30 novembre 2020 è stata infatti di 15.6°C, superiore di 1.3°C al CLINO, il valore tipico del trentennio di riferimento*.
Un dato che conferma non solo la tendenza dell’ultimo decennio, durante il quale i trimestri autunnali sono sempre risultati più caldi del normale, ma anche quella dell’anno in corso: tutte le stagioni meteorologiche del 2020 hanno infatti chiuso con una temperatura media superiore a quella di riferimento.

I tre mesi autunnali hanno comunque avuto comportamenti diversi. Particolarmente caldo, soprattutto nella sua parte centrale, è stato settembre, la cui temperatura media di 22°C ha superato di due gradi quella di riferimento. Ottobre, iniziato con una fase decisamente più fresca del normale e terminato con una terza decade mite, si è chiuso con un valore medio di 14.4°C perfettamente in linea con il CLINO. Novembre, infine, è stato perlopiù all’insegna dell’alta pressione e del clima mite, con temperature quasi sempre al di sopra di quelle tipiche del periodo e una media finale di 10.5°C, superiore al dato di riferimento di ben 2.1°C.
Il record di massima assoluta del trimestre, 31.6°C, appartiene al 13 settembre, giornata che ha avuto anche una temperatura media di 26.7°C: entrambi valori decisamente più tipici di luglio che della metà di settembre. La minima assoluta, 1.8°C, è stata registrata il 27 novembre, ma sono da rilevare anche le minime del 27 e il 28 settembre, particolarmente basse per il periodo: rispettivamente 9.6 e 9.4°C.

Per quanto riguarda le precipitazioni, la stagione si è chiusa con un totale di 195.3 mm cumulati (inferiore di circa 95 mm al CLINO) che si sono distribuiti in maniera irregolare. Se ottobre è stato più piovoso della norma (134.5 mm contro i 99.8 di riferimento), decisamente più avari di precipitazioni sono stati settembre (56 mm, ben 38.6 mm al di sotto del CLINO) e soprattutto novembre, con soli 4.8 mm in tutto il mese (il dato tipico del periodo è 95.8 mm). Circa il 60% delle piogge di ottobre si è concentrato in due giornate, il 2 e il 26, quando sono caduti rispettivamente 34.1 e 45.6 mm di accumulo. Tra il 27 ottobre e il 16 novembre si sono invece susseguiti ben 19 giorni consecutivi senza precipitazioni.

Il lungo fine settimana che attende Milano sarà inizialmente caratterizzato dal maltempo, con precipitazioni diffuse e moderate. Una parziale tregua si avrà tra domenica e, soprattutto, lunedì, quando sarà possibile anche qualche maggiore schiarita, ma un nuovo peggioramento si prospetta già dalla serata di Sant’Ambrogio. Le temperature, seppur in lieve aumento da domani nei valori massimi, si manterranno intorno a valori leggermente inferiori alle medie del periodo.

*L’Organizzazione Meteorologica Mondiale usa come parametro di riferimento la media del trentennio 1981-2010 definita Climatological Normal (CLINO).

Fondazione OMD – Osservatorio Meteorologico Milano Duomo
Costituita nel 2015, la Fondazione promuove e sviluppa programmi di studio e ricerca nel campo della meteorologia e della climatologia applicate, con particolare riferimento all’ambiente urbano e a tutte le attività che in esso si svolgono: dalla pianificazione urbana alla salute pubblica, dall’energia al settore delle costruzioni, dalla progettazione alla logistica e tutto ciò che riguarda la sostenibilità di attività e sistemi antropici.
Svolge inoltre attività didattiche, di sensibilizzazione e divulgazione delle tematiche e dei risultati delle ricerche supportate, con l’obiettivo di valorizzare e rendere disponibile tale patrimonio, a partire da quello della propria biblioteca, che consta di oltre 3.000 titoli tra libri, riviste e pubblicazioni.
Possiede inoltre la Climate Network® una rete nazionale di 50 stazioni meteorologiche urbane di qualità certificata. Dati, rilevazioni e osservazioni ricavati grazie alla rete vengono utilizzati per realizzare e promuovere studi di climatologia e meteorologia in collaborazione con organismi istituzionali e realtà accademiche di rilevanza nazionale ed internazionale.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -