22 C
Milano
venerdì, Luglio 1, 2022

Proverbio: Luglio poltrone porta la zucca col melone

Bollate. ‘’La pena deve riablitare sempre’’

Ultimo aggiornamento il 22 Marzo 2021 – 8:51

(mi-lorenteggio.com) Bollate, 22 marzo 2021. Presso la II Casa di Recusione di Milano – Bollate si è  concluso venerdì scorso l’incontro dedicato alla progressione dei lavori relativi all’iniziativa

ACTS – A Chance Through Sport | Politecnico di Milano

Polisocial  Dipartimenti – DASTU | DESIGN | DEIB

Su piani differenti, seppure integrati in un’ottica sinergica,  si è arrivati a quest’incontro dopo aver affrontato per un anno  il tema dello Sport in carcere, nelle sue diverse declinazioni (Salute, Socializzazione, Responsabilizzazione), con persone detenute (reparti maschile e femminile) e agenti di Polizia Penitenziaria (ASD Social Team Polizia Penitenziaria, Associazione sportiva dilettantistica fondata nel 2019 da 7 Agenti).

Sono questi i due attori chiave, quali che siano le azioni progettuali che verranno mese in campo nel prossimo periodo.

Ai risultati della ricerca si è giunti grazie alle interviste cui hanno risposto sia la commissione sportiva dei detenuti e delle detenute e ASD, integrati dalla insegnante di educazione fisica dell’Istituto. 

progetto ACTS

Tema centrale

L’importanza che lo sport e l’attività motoria assumono per il benessere psicofisico della comunità penitenziaria nella sua complessità

individuazione dei principali temi emersi dalla ricerca

……… sicurezza

……… coordinamento

……… coinvolgimento

……… professionalita

……… benessere e spazi

la conoscenza delle diverse esigenze e criticità nel progetto e nella pratica dell’attività sportiva

…….. intervento sugli spazi già esistenti nei reparti per diversificare ed incrementare la possibilita di praticare sport

…….. valorizzazione dell’attività sportiva per tutta a popolazione carceraria con nuovi spazi creati ad hoc

– il progetto per un monitoraggio dello stato di salute e forma fisica; 

– il coinvolgimento nel progetto di comunicazione del tema e del progetto rivolta sia al mondo carcere che al mondo esterno; 

– il coinvolgimento nel progetto di riuso degli spazi interni e prossimi al carcere per attività sportiva. 

Nel corso dell’incontro é stata quindi avviata un’azione operativa di revisione e di implementazione dei risultati, con tutte le persone coinvolte. 

presenti : 

– Il Direttore del carcere, dr. Leggieri; 

– Il Provveditore regionale, dr. Buffa; 

– Il Garante nazionale dei diritti, dr. Palma. 

– Andrea Di Franco Architetto PhD Professore Associato in Progettazione Architettonica e Urbana Politecnico di Milano, promotore dell’iniziativa

– I lavori sono stati seguiti in via eccezionale soltanto da 3 operatori della RAI e della Gazzetta dello Sport  a causa delle restrizioni anticovid.

presenti (da remoto)

le società che fino ad ora hanno supportato il progetto grazie ai possibili loro contributi : 

– Mapei (fornitura prodotti per superfici sportive) con Waterproofing (Posa) 

– Società Sportiva Amici di Davide Cassani, con Bikevo (programmi e tecnologie per lo sport indoor) 

– Angioletto Borri – ASSOVERDE – Sistemazione spazi aperti 

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,550FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -