28.1 C
Milano
domenica, Aprile 14, 2024

Proverbio: D'aprile non ti scoprire.

Milano. Il dott. Grossi è il curatore italiano di “Bonica’s”, il libro di riferimento per la Terapia del Dolore

(mi-lorenteggio.com) Milano, 13 ottobre 2021 –Il dott. Paolo Grossi, Direttore Dipartimento Servizi Sanitari di Supporto dell’ASST Gaetano Pini-CTO, è stato scelto per curare l’edizione italiana di “Bonica’s – Trattamento del Dolore”, il testo guida per i medici anestesisti che hanno la volontà di approfondire le tecniche di Terapia del Dolore. “Sono i Sistemi di Trattamento del dolore la parte innovativa di questo volume – spiega il dott. Grossi –, gli autori si soffermano sulle metodiche di formazione degli specialisti nel trattamento del dolore. Inoltre, nel libro sono discussi alcuni aspetti, talora sottovalutati, della Medicina del dolore, come il ruolo di rilievo dell’assistenza di base e dei pazienti terminali, inclusa la Terapia intensiva e la Medicina d’urgenza”.

“Bonica’s” nel titolo fa riferimento all’imponente lavoro realizzato dal padre della Terapia del Dolore, Dott. John Bonica, italiano emigrato in America nel 1925 per seguire il padre alla ricerca di un futuro migliore, affiancò gli studi di medicina alla pratica del wrestling: divenne un ottimo medico e un campione della lotta che però lasciò dei segni nel suo fisico e per tutta la vita soffrì di dolore cronico. La sua esperienza personale, unita agli anni di pratica durante la Seconda Guerra Mondiale come anestesista negli ospedali per i militari al fronte e al suo grande interesse per la cura del dolore come malattia e non solo come sintomo, lo spinsero a pubblicare, nel 1953, “Management of pain”, il primo testo di letteratura scientifica sul tema del trattamento del Dolore. Da allora, sono numerosi i volumi che si sono susseguiti, sia a firma del dott. Bonica, sia di autori che hanno portato avanti i suoi studi dopo la morte del luminare. “La pubblicazione della 5ª edizione di questo volume, a distanza di più di 60 anni dalla prima, è a cura di un panel di esperti internazionali, molti dei quali sono nati dopo la data della prima edizione, ma che sicuramente avranno avuto quel testo come guida, per stimolare il loro interesse nella ricerca, in relazione al trattamento delle sindromi dolorose”, commenta il Direttore del Dipartimento Servizi Sanitari di Supporto dell’ASST Gaetano Pini-CTO e curatore dell’edizione italiana del libro.

Proprio la necessità di continuare a fare formazione e a diffondere la cultura della terapia del dolore, prima di tutto nel mondo medico e sanitario, ha convinto il dott. Grossi a prendersi l’impegno di curare la pubblicazione: “Sono felice di aver contribuito alla diffusione di ‘Bonica’s’ perché questo testo è la base formativa che deve necessariamente precedere la mera applicazione di sistemi e trattamenti del dolore, farmacologici o mini-invasivi o solo fisioterapici, dove non può esistere la semplice eccellenza nell’eseguire un gesto medico chirurgico. Quest’ultimo deve essere il risultato di un approfondito studio, multidisciplinare, del paziente nella sua complessità somato-sensoriale ma anche affettiva e ambientale”. Ed è questo lo spirito con cui il dott. Grossi coordina l’ambulatorio di Terapia del Dolore Muscoloscheletrico del Presidio Pini,  dove sono trattate patologie acute e croniche a carico dell’apparato muscoloscheletrico (lombalgia, sciatalgia, fibromialgia, dolore da Herpes Zoster e arto fantasma, ecc.), in relazione alla specificità ortopedica dei pazienti trattati. La stretta collaborazione con le unità operative chirurgiche, con la Reumatologia, con la Radiodiagnostica e con gli specialisti neurologi e fisiatri consente un approccio multidisciplinare alle patologie. In ambulatorio si alternano 8 medici specializzati, coordinati dal Dott. Paolo Grossi. A questo si aggiungono cinque sedute operatorie mensili dove i pazienti che non hanno risposto ai trattamenti conservativi, alla terapia medica e alle procedure di primo livello (infiltrazioni anestetiche e peridurali), avranno la possibilità di essere sottoposti a interventi mininvasivi in ricovero ordinario di un giorno (epiduroscopie, nucleoplastiche o inserimenti discali, impianto di stimolatori midollari, lisi nervose con radiofrequenza) allo scopo di attenuare il loro dolore e di migliorare la qualità di vita.

*****

L’Azienda Socio Sanitaria Territoriale Gaetano Pini-CTO, punto di riferimento per l’ortopedia, la riabilitazione specialistica, la reumatologia e la neurologia, a livello nazionale, comprende a Milano tre presidi ospedalieri: il Gaetano Pini, il CTO e il Polo Riabilitativo Fanny Finzi Ottolenghi. L’ASST Gaetano Pini-CTO – evoluzione della Scuola Ortopedica milanese nata nel 1874 – è specializzata in patologie e traumi dell’apparato muscolo-scheletrico, reumatologia e fisiatria. L’Azienda accoglie ogni anno più di 800mila utenti e i suoi specialisti lavorano con le più sofisticate tecniche di imaging, attraverso sale operatorie sia convenzionali sia dotate di robotica. L’ASST Gaetano Pini-CTO è centro erogatore per la presa in carico dei pazienti cronici nell’ambito delle patologie reumatologiche e della Malattia di Parkinson.

V.A.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -