26.8 C
Milano
martedì, Luglio 5, 2022

Proverbio: Luglio poltrone porta la zucca col melone

OPERA. NO ALLA MAFIA: DUE IMMOBILI CONFISCATI DIVENTANO PATRIMONIO DELLA COMUNITA’ OPERESE

Ultimo aggiornamento il 21 Marzo 2022 – 17:08

(mi-lorenteggio.com) Opera, 21 marzo 2022 – Saranno destinati a finalità sociali i due beni confiscati alla criminalità organizzata e ora diventati patrimonio della comunità operese. Lo ha deciso l’Amministrazione Barbieri che ha chiesto – e ottenuto – dall’Agenzia Nazionale dei beni per i Beni Sequestrati e Confiscati la gestione di due immobili un tempo patrimonio di famiglie in odore di mafia.
“Stiamo perfezionando la destinazione di questi beni – ha precisato la Sindaca, Barbara Barbieri – la volontà è quella di restituirli alla città e dar loro una nuova vita al servizio dei più bisognosi e delle persone che stanno attraversano un periodo di difficoltà. Perché solo una comunità e un territorio liberi dalle ma¬fie (e dalla cultura mafiosa) possono crescere in spirito civile, attraverso un sano sviluppo economico e sociale”. Nello specifico, si tratta di un capannone nella zona industriale di via Trebbia – un tempo utilizzato come night clandestino – e di una villetta a più piani nel centro abitato.
Sin dal suo insediamento, ad ottobre 2021, la nuova amministrazione ha compiuto diversi passi lungo la via della promozione e diffusione della cultura della legalità. Insieme a Città Metropolitana, all’associazione “Libera”, al Comune di Milano, alla Prefettura di Milano e all’Agenzia Nazionale per i Beni Sequestrati e Confiscati alla criminalità organizzata (ANBSC), ha sottoscritto, per il prossimo quinquennio (2021-2026), l’adesione all’Accordo Interistituzionale per la Legalità manifestando la sua volontà a diventare parte attiva in un percorso fatto di dialogo, confronto e creazione di strumenti condivisi per la risoluzione di problemi attinenti al contrasto alla criminalità mafiosa e organizzata e alle diverse pratiche corruttive.
“Si tratta di una scelta politica precisa e determinata con cui ci impegniamo a promuo¬vere attivamente e costantemente la cultura della le¬galità sul nostro territorio e con tutti i mezzi a nostra disposizione: democrazia, cittadinanza attiva, forma¬zione continua, contrasto ai reati urbani e promozione della sicurezza, trasparenza e riutilizzo sociale dei beni con¬fiscati” ha precisato la Sindaca che, questa sera, in occasione della commemorazione della “Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie” parteciperà all’incontro promosso da Wiki Mafia: “Erano semi. Milano ricorda le vittime innocenti delle Mafie”. Programmato alle ore 18,00, presso l’Aula Magna dell’Università degli Studi di Milano, l’incontro sarà l’occasione per riflettere su questi temi e ricordare le Stragi del 1982 e del 1992 con alcuni familiari delle vittime. Nel corso della serata saranno letti i nomi delle vittime innocenti delle mafie da oltre 50 ospiti tra esponenti delle istituzioni, della società civile, artisti, attivisti, studenti. In questo modo, il nome e il sacrificio delle vittime della violenza mafiosa resteranno vivi nella memoria collettiva.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,550FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -