6.3 C
Milano
domenica, Febbraio 5, 2023

Proverbio: Febbraio, febbraiello, cortino e bugiardello

Lombardia – Europa 2020: 658 Comuni i lombardi aderenti, Guerra (ANCI Lombardia): “Un progetto strategico per i nostri territori”

(mi-lorenteggio.com) Milano, 16 dicembre 2022 – Volge alla conclusione il progetto Lombardia – Europa 2020 che, a partire dal 2018, ha accompagnato i Comuni lombardi al fine di prepararli per attivare in modo diretto i finanziamenti messi a disposizione dalla Commissione europea.

L’iniziativa, nata da un’azione promossa da ANCI Lombardia, Provincia di Brescia e Regione Lombardia, ha innanzitutto favorito l’apertura di 12 Uffici Europa provinciali – SEAV – Servizi Europa di Area Vasta – per sostenere gli Enti locali (Comuni, Province, Comunità montane) nel cogliere le opportunità legate alla programmazione e ai finanziamenti europei, garantendo formazione, coaching, attivazione di amministrazione cooperativa e creazione di reti sovracomunali, informazione e comunicazione e un contact point a Bruxelles.

I numeri

Entusiasmante la risposta dei territori, evidenziata dai 658 Comuni che hanno aderito alla proposta, attraverso l’approvazione in Consiglio Comunale di apposite delibere di convenzione, e dalle oltre 150 iniziative formative, congressuali e di approfondimento messe in campo, dimostrando la forte attenzione sui temi europei da parte di Amministratori, tecnici e funzionari degli Enti Locali.

Queste attività hanno permesso di raggiungere oltre 1400 tecnici e Amministratori lombardi, tra i quali funzionari, dirigenti e Amministratori, appartenenti a 704 enti locali (12 province, 658 Comuni, 19 Comunità montane e 15 Unioni dei Comuni) che si sono impegnati proficuamente sui percorsi di formazione in europrogettazione, elaborando 90 proposte progettuali, di cui 29 finanziate, 22 in valutazione e 39 candidabili.

Gli ambiti della progettazione spaziano dalla cultura all’ambiente, dal digitale al sociale, dalla formazione alla mobilità mentre le fonti di finanziamento a cui si rivolgono i SEAV sono i diversi programmi a gestione diretta della Commissione europea, tra cui, CERV, sulle partnership tra città europee, Erasmus plus sulla formazione, Interreg Alpine Space sulla cooperazione nello spazio alpino, Horizon per l’innovazione oppure ancora il Life su ambiente e sviluppo sostenibile, il Creative Europe sui temi della cultura, il New European Bauhaus sui temi della valorizzazione e preservazione delle tradizioni produttive e culturali e ancora il Digital Europe sul digitale e l’Urban Mobility sui temi della mobilità.

Lo spazio a Bruxelles

A conferma della decisa vocazione europea dell’iniziativa, al fine di rafforzare la presenza dei territori sui tavoli di concertazione e di favorire la costruzione di una solida rete di relazioni in grado di dare maggior rilevanza alle istanze locali nel consesso internazionale, fin dal 2018 i partner di progetto hanno considerato fondamentale garantire una presenza a Bruxelles, inaugurando dapprima il Contact point degli enti locali lombardi presso Casa Lombardia, la sede della Delegazione di Regione Lombardia all’Unione europea, e, in seguito, un Ufficio ANCI Lombardia in quella sede. Grazie a questa struttura lo staff SEAV ha potuto monitorare politiche e iniziative di interesse per i Comuni aderenti al progetto, con particolare attenzione ai programmi e alle iniziative promosse dalla Commissione Europea, e ha supportato la creazione di reti e partnership necessarie per lo sviluppo di progettazioni transnazionali.

Le nuove sfide

L’azione di Lombardia – Europa 2020 ha mostrato la sua valenza anche in un orizzonte futuro, dimostrandosi un’azione propulsiva dell’attitudine delle comunità locali ad affrontare i nuovi scenari della progettazione europea.

Con le opportunità aperte dalla programmazione comunitaria 2021-2027 e dall’approvazione del PNRR, infatti, la Lombardia ha potuto contare su network associativi creati su basi solide e competenze diffuse non solo per la progettazione ma anche per la gestione delle numerose opportunità che i Comuni e le Province si trovano a gestire su impulso dell’Europa, del Governo nazionale e di Regione Lombardia.

Per Mauro Guerra, Presidente di ANCI Lombardia, “Se l’obiettivo è portare i Comuni lombardi in Europa, il punto di partenza è stata la creazione di una rete di competenze all’interno degli Enti locali che sappia cogliere al meglio le opportunità europee e superare la carenza di competenze specialistiche. Il progetto Lombardia Europa 2020 nasce quindi dalla volontà politica di creare sinergie efficaci tra i territori della nostra regione, favorendo la capacità di fare sistema e di essere sempre più competitivi nell’accedere e nell’utilizzare le risorse finanziarie messe a disposizione dall’Unione europea. Un progetto strategico per i nostri territori e per i Comuni lombardi, il 69% dei quali sono Piccoli Comuni cioè con meno di 5.000 abitanti. Come ente capofila del progetto, ANCI Lombardia si è impegnata nella formazione del personale attraverso la realizzazione sui territori di seminari formativi e laboratori didattici. La sfida è stata quella di orientare e allineare le politiche locali con quelle europee e formare una nuova classe dirigente che collabori a livello regionale in un networking innovativo.”

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,573FansMi piace
162FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -spot_img