5.3 C
Milano
lunedì, Febbraio 6, 2023

Proverbio: Febbraio, febbraiello, cortino e bugiardello

CAREGIVER, ASSESSORE LUCCHINI: PROSEGUE L’IMPEGNO DI REGIONE LOMBARDIA, SOSTEGNO CONCRETO PER LE FAMIGLIE

Milano, 23 dicembre 2022 – Prosegue l’impegno di Regione Lombardia per sostenere la figura dei caregiver familiari. Su proposta dell’assessore regionale a Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari opportunità, Elena Lucchini, la Giunta ha approvato lo stanziamento di 300.000 euro nell’ambito delle risorse legate alla legge regionale 23/2022 per l’annualità 2022.

“A pochi giorni dall’approvazione della legge per il riconoscimento del caregiver familiare – ha dichiarato l’assessore Lucchini – la Lombardia interviene concretamente per sostenere chi quotidianamente mette a disposizione gratuitamente il proprio tempo e le proprie energie per assistere una persona cara. Le risorse stanziate riguardano i caregiver familiari che si prendono cura di persone con gravissima e grave disabilità e saranno utilizzate per interventi di sollievo e sostituzione del caregiver familiare attraverso un rimborso e per l’erogazione di voucher finalizzati a percorsi di formazione e addestramento al caregiver familiare nell’attività di cura”.

“Si tratta di un importante provvedimento – ha spiegato l’assessore – elaborato da Regione Lombardia a seguito di un confronto con lo specifico Tavolo Tecnico per l’inclusione delle persone con disabilità. L’obiettivo è quello stabilito dalla legge recentemente approvata, che mira a favorire l’integrazione dell’attività del caregiver di famiglia all’interno del sistema regionale dei servizi sociali, sociosanitari e sanitari, dando la possibilità di offrire un’assistenza qualificata e appropriata”.

“Ancora una volta – ha concluso l’assessore Lucchini – Regione Lombardia dimostra di essere un esempio virtuoso per le altre regioni, riconoscendo il ruolo centrale della figura del caregiver familiare nella cura e nell’assistenza delle persone più fragili”.

Le risorse saranno ripartite per il 50% alla disabilità gravissima e per il 50% alla disabilità grave.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,573FansMi piace
162FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -spot_img