5.3 C
Milano
lunedì, Febbraio 6, 2023

Proverbio: Febbraio, febbraiello, cortino e bugiardello

OPEN FIBER AVVIA IL ‘PIANO ITALIA 1 GIGA’ IN LOMBARDIA

PARTITI I LAVORI PER LA RETE ULTRAVELOCE NELLE PRIME DIECI CITTÀ

Sono circa 3.500 i numeri civici interessati dai primi cantieri. La nuova infrastruttura in fibra ottica sarà realizzata con un investimento pubblico-privato grazie ai fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) e grazie alla collaborazione con la Regione Lombardia

(mi-lorenteggio.com) Milano, 23 dicembre 2022 – Sono partiti i primi cantieri targati Open Fiber S.p.A. in Lombardia nell’ambito del progetto di digitalizzazione “Italia a 1 Giga”, un piano finanziato con i fondi del PNRR per cablare le zone non coperte da almeno una rete in grado di fornire velocità di connessione in download pari o superiori a 300 Mbit/s.  In totale i Comuni lombardi che rientrano nel progetto sono 1.132: Open Fiber si è aggiudicata complessivamente 8 lotti su 15 lotti, messi in gara da Infratel Italia, per un totale di 3.881 Comuni in 9 Regioni per la copertura complessiva di 3,9 milioni di numeri civici entro il 2026.

In Lombardia, sono già stati avviati i lavori nei primi dieci Comuni – Arese (MI), Cesano Maderno (MB), Corsico (MI), Crema (CR), Cusano Milanino (MI), Limbiate (MB), Offanengo (CR), Paderno Dugnano (MI), Rozzano (MI), San Giuliano Milanese (MI) – per un totale di circa 3.500 numeri civici che saranno connessi alla rete a banda ultra-larga.  Verranno, a breve, aperti altri 2 cantieri nelle città di Basiglio (MI) e Varese che interesseranno ulteriori numeri civici.

Un’infrastruttura che abilita servizi digitali innovativi

“Il “Piano Italia a 1 Giga” costituisce un ulteriore tassello del piano industriale di Open Fiber volto a dotare il Paese di una rete in fibra ottica di ultima generazione. – dichiara Paolo Visconti, Responsabile Network & Operations Area Nord Ovest “Un’infrastruttura che abilita tutti i servizi digitali innovativi di oggi e domani: dalla telemedicina allo smart working, dal controllo elettronico degli accessi al monitoraggio ambientale e la gestione dell’illuminazione pubblica. Senza dimenticare che la fibra ottica è di fondamentale importanza anche in termini di eco-sostenibilità e risparmio energetico. Per mettere a terra un progetto così ambizioso è fondamentale la collaborazione con le Amministrazioni locali e le Regioni nell’interesse dei cittadini e delle imprese del territorio secondo il modello che stiamo attuando proprio con Regione Lombardia”.

Da Regione Lombardia ulteriori 193 mln di euro per la banda Ultra larga

Regione Lombardia si è resa disponibile, così come avvenuto per la Programmazione Comunitaria 2014-2020 ormai in fase conclusiva, a dare il proprio contributo per l’attuazione del piano “Italia 1 Giga” e, a partire dal nuovo anno, verranno organizzati momenti informativi e di confronto con i Comuni interessati dal piano e con gli Enti che dovranno rilasciare le autorizzazioni/concessioni.

“Continua la collaborazione tra Regione Lombardia-Direzione Generale Infrastrutture, Trasporti e mobilità sostenibile e Open Fiber S.p.A. che porterà ad investire ulteriori 193 mln sul nostro territorio che si aggiungono ai 303 mln della Programmazione Comunitaria 2014-2020 i cui lavori si concluderanno entro il 2023 – sottolinea Claudia Terzi, Assessore regionale alle Infrastrutture trasporti e mobilità sostenibile -. Mi aspetto una collaborazione stretta e proficua anche per i prossimi anni, così come lo è stata la precedente seppur con qualche difficoltà. Con il nuovo progetto Italia 1 Giga, infatti, auspico che i lavori siano realizzati con la massima cura e il massimo impegno da parte di tutti i soggetti della filiera. Regione Lombardia si è resa disponibile anche ad indire le Conferenze di Servizi per agevolare l’iter amministrativo a conclusione del quale è possibile l’avvio lavori, contribuendo così a portare la Lombardia ai livelli di connessione dell’Europa”.

Open Fiber

Open Fiber nasce per realizzare un’infrastruttura di rete a banda ultralarga in fibra ottica (FTTH) in tutto il Paese. L’obiettivo è garantire la copertura delle principali città italiane e il collegamento delle aree rurali attraverso una rete in fibra ultrabroadband, fornendo servizi e funzionalità sempre più avanzati per i cittadini, le imprese e la PA. Open Fiber è un operatore wholesale-only, non vende servizi in fibra ottica direttamente al cliente finale, ma mette la sua infrastruttura a disposizione di tutti gli operatori interessati a parità di condizioni. Con oltre 15 milioni di UI ultrabroadband già connesse, Open Fiber è il principale operatore italiano di fibra ottica FTTH e tra i leader in Europa.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,573FansMi piace
162FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -spot_img