17.7 C
Milano
lunedì, Maggio 27, 2024

Proverbio: Aprile fa il fiore e maggio si ha il colore

Sviluppo sostenibile e giovani  protagonisti a Palazzo Isimbardi

Venerdì 7 luglio workshop di livello nazionale promosso dal Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica in collaborazione con la Città metropolitana di Milano e con il supporto del coordinamento del “Percorso Giovani” del Forum per lo Sviluppo Sostenibile

(mi-lorenteggio.com) Milano, 7 luglio 2023. Sviluppo sostenibile e coinvolgimento delle nuove generazioni protagonisti del workshop “Nuove narrazioni e giovani generazioni” venerdì 7 luglio a Palazzo Isimbardi, promosso dal Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica e organizzato nell’ambito del Progetto CReIAMO PA, in collaborazione con la Città metropolitana di Milano e con il supporto del coordinamento del “Percorso Giovani” del Forum per lo Sviluppo Sostenibile. Un evento di importanza nazionale, che coinvolge realtà selezionate protagoniste in Italia e in Europa di azioni di sviluppo sostenibile mirate alla partecipazione delle nuove generazioni. Quella di Milano ha rappresentato quindi la prima tappa di un vero e proprio percorso di costruzione di progetti di inclusione dei giovani nei processi dell’Agenda 2030 sul territorio nazionale e i cui esiti costituiranno parte del contributo italiano portato, a fine mese, all’High Level Political Forum ONU di New York.

Dibattito in sala, networking ed esposizione di progettualità, oltre a strumenti e processi dedicati alla partecipazione delle giovani generazioni, caratterizzano il workshop promosso dalla Linea 2 WP1 dedicata all’attuazione e monitoraggio dell’Agenda 2030, nell’ambito del Progetto “CReIAMO PA Competenze e Reti per l’Integrazione Ambientale e per il Miglioramento delle Organizzazioni della PA” – Pon Governance e capacità istituzionale 2014-20 e suddiviso in due sessioni.

Quella mattutina, in presenza e in streaming YouTube, si è aperta con i saluti istituzionali di Francesco Vassallo, vicesindaco della Città Metropolitana di Milano, e di Paolo Festa, consigliere delegato all’Ambiente, oltre che di Silvia Grandi, Direttore Generale per l’Economia Circolare, Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica.

I riflettori si sono poi accesi sul tema della partecipazione giovanile per l’attuazione delle strategie per lo sviluppo sostenibile, con un focus su strumenti e processi a supporto: sono state illustrate le iniziative del Ministero dell’Ambiente per la partecipazione del mondo giovanile e i progetti correlati, quindi è stato evidenziato l’impegno della Città metropolitana per uno sviluppo sostenibile, e posto l’accento sul ruolo delle giovani generazioni nel Forum per lo Sviluppo Sostenibile e sulle azioni portate avanti in ambito europeo.

Inoltre, sono stati illustrati i bandi per l’educazione alla cittadinanza globale e le modalità di coinvolgimento degli studenti nei processi territoriali.  

Tema chiave, quello del linguaggio e delle narrazioni: la sessione mattutina si è conclusa con l’analisi delle parole chiave della partecipazione delle giovani generazioni con tre round di discussione:

●                  La voce delle giovani generazioni,

●                  Sensibilizzazione, comunicazione, educazione,

●                  I processi di istituzionalizzazione e formalizzazione. 

Nel pomeriggio, sessione in sola presenza con l’esposizione dei progetti in corso dedicati alla partecipazione delle nuove generazioni nei processi di sviluppo sostenibile,  una “escape room” della Fondazione Osservatorio Meteorologico Milano Duomo (per risolverla bisogna individuare i comportamenti e le scelte più responsabili da adottare davanti ai cambiamenti climatici e alla transizione energetica) e un “gioco ecoesione” a cura dell’Università di Pisa (gioco da tavolo per trovare un modello di sviluppo che riesca a bilanciare gli aspetti sociali, ambientali ed economici).

“Siamo orgogliosi di ospitare nella nostra sede istituzionale un così importante momento di confronto e dialogo– afferma il vicesindaco della Città metropolitana di Milano Francesco VassalloUn grazie particolare al Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica e a tutti coloro che, a vario titolo, stanno dando il loro contributo per elaborare nuovi percorsi partecipativi e di coinvolgimento delle nuove generazioni sui temi dell’ambiente e della transizione ambientale, strategici per un ente territoriale come il nostro e che trovano nell’agenda 2030 un faro guida da seguire”.

La Città metropolitana di Milano si è dotata di un’Agenda per lo Sviluppo Sostenibile – spiega Paolo Festa, consigliere delegato all’Ambiente Una scelta importante per guidare lo sviluppo del territorio secondo i principi dell’Agenda 2030. In questo percorso riteniamo fondamentale coinvolgere i più giovani, che devono essere attori attivi e propositivi, non solo beneficiari delle strategie di sviluppo sostenibile messe in campo. Siamo qui per cogliere le buone pratiche, condividerle, scoprire insieme nuove modalità di comunicazione e partecipazione e tradurre il tutto in nuovi progetti, sempre più inclusivi. Una fondamentale attività di networking completa il workshop di oggi, per sperimentare, attraverso la formula del gioco, comportamenti e le scelte più responsabili da adottare davanti ai cambiamenti climatici e alla transizione energetica e a trovare modelli di sviluppo che riescano a bilanciare gli aspetti sociali, ambientali ed economici”.

V.A.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -