18.4 C
Milano
giovedì, Maggio 30, 2024

Proverbio: Aprile fa il fiore e maggio si ha il colore

A Milano la XXIII edizione del Premio Campione d’Italia, organizzato dai City Angels e ideato dal loro fondatore Mario Furlan

(mi-lorenteggio.com) Milano, 15 maggio 2024 – Si è tenuta stamattina in Sala Alessi di Palazzo Marino, alla presenza del Sindaco di Milano Giuseppe Sala e di varie autorità istituzionali e religiose, la ventitreesima edizione del Premio Campione. Si tratta di un riconoscimento conferito a coloro che si sono distinti mettendosi al servizio della comunità, diventando un esempio positivo per l’opinione pubblica. Il Premio, organizzato dai City Angels e ideato dal loro fondatore Mario Furlan, è noto anche come “Oscar della bontà” o “Oscar della solidarietà”.

“Il Premio Campione è il giusto e doveroso riconoscimento all’impegno, alla dedizione e alla determinazione che contraddistingue l’azione di tante persone a favore della nostra città e del nostro Paese – commenta il Sindaco di Milano Giuseppe Sala -. Ringrazio tutti i premiati, e con loro i City Angels e Mario Furlan, per contribuire attraverso iniziative di valore a rendere migliore Milano e l’Italia”.

Patrocinato da Comune di Milano, Regione Lombardia, Città Metropolitana, con l’Ordine degli Avvocati, la Comunità ebraica di Milano, il Rotary Club, il Lions Club, l’Osservatorio Metropolitano di Milano e Wikimilano, il Premio Campione ha visto l’assegnazione di una statuetta in vetro, l’Oscar della bontà – che rappresenta la sagoma di un uomo con un grande cuore in mano – a “campioni” impegnati nell’ambito del sociale, del civismo e dell’inclusione.

In questa edizione Yakult ha sostenuto il “Premio Campione per il Benessere”, per premiare chi si è distinto attraverso iniziative e progetti che contribuiscono a migliorare la salute e il benessere delle persone.

I dieci vincitori sono stati scelti da una giuria composta dai direttori e dai giornalisti di 20 prestigiose realtà dell’informazione italiana: Affaritaliani.it, Ansa, Avvenire, Corriere della Sera, Famiglia Cristiana, Fanpage, La Gazzetta dello Sport, Il Giornale, Il Giorno, Leggo, Libero, Mediaset news, Metro, Milano Today, Mi-Tomorrow, Settimanale Nuovo, TgR Rai, Radio Lombardia, La Repubblica, Wikimedia.

Ha condotto la cerimonia la conduttrice televisiva Emanuela Folliero, mentre sul palco erano presenti alcuni testimonial dell’Associazione: i personaggi dello spettacolo e della televisione Ricky Belloni, Enrico Beruschi, Rajae Bezzaz, Ivan Cattaneo, Stefano Chiodaroli, Alberto Fortis, Tessa Gelisio, Mario Giuliacci, Mario Lavezzi, Marco Ligabue, Folco Orselli, Omar Pedrini, Cochi Ponzoni, Edoardo Raspelli, Memo Remigi, Rosmy, Francesco Salvi, Anastasia Maura.

Per il sesto anno la manifestazione si è aperta con i risultati del sondaggio effettuato da Renato Mannheimer di Eumetra su chi sia il personaggio che più aiuta il prossimo. Questa “classifica della bontà” conferma al primo posto, con un notevole distacco, Papa Francesco con il 26%, seguito a grande distanza dal Presidente Sergio Mattarella con il 4%.

Da notare che vengono citati, con il 2% ciascuno, l’ex presidente del consiglio Giuseppe Conte e l’attuale Giorgia Meloni che, come è noto, godono di grande popolarità. Viene indicato dal 2% della popolazione italiana anche un personaggio scomparso ma che è diventato un simbolo di bontà e aiuto, Gino Strada, fondatore di Emergency. Inoltre, è significativo come quasi il 40% del campione intervistato indichi altri personaggi, con una larga distribuzione di citazioni e come più del 40% risponda «nessuno/non so», manifestando l’opinione che in generale ci sia poca attenzione per il prossimo.

I 10 vincitori della XXIII° edizione del Premio Campione

  • Campione per lo sportFilippo Galli, ex difensore del Milan, svolge attività sociali a favore dei bambini e dei minori, parlando dei valori dello sport nelle scuole e in conferenze pubbliche in tutta Italia;
  • Campionessa per le donne Alessandra Kustermann, ginecologa da decenni attiva contro la violenza di genere, nel 1996 ha creato il Centro antiviolenza (Soccorso violenza sessuale e domestica) presso la Clinica Mangiagalli di Milano. Insieme con Andrée Ruth Shammah, Silvia Grilli e Anita Friedman ha lanciato l’appello per dichiarare “femminicidio di massa” la strage di donne israeliane dello scorso 7 ottobre a opera di Hamas;
  • Campione per l’economiaMatteo Arpe, il “banchiere solidale” che attraverso Tinaba, servizio di trasferimento di denaro, ha promosso varie iniziative umanitarie. Come la creazione di un’unità di terapia pre-intensiva al Policlinico di Milano e il lancio di Wishop. Si tratta di un’iniziativa sociale unica, che sfrutta la tecnologia per facilitare donazioni a chi ne ha bisogno. Questa piattaforma permette di donare regali e giocattoli (soprattutto a Natale), indumenti caldi e generi alimentari a famiglie in difficoltà e senzatetto attraverso la collaborazione con Croce Rossa, Pane Quotidiano, Portofranco e City Angels;
  • Campionessa per il benessereMichela Barichella, medico chirurgo e specialista in Scienza dell’alimentazione, nel 2011 fonda e diventa presidente di Brain and Malnutrition in Chronic Disease Association (B&M), associazione che promuove le iniziative scientifiche, culturali e didattiche che interessano l’attività nutrizionale. Sia in campo sanitario, sia finalizzata alla solidarietà a favore di persone svantaggiate. Tra l’altro B&M promuove la campagna “NutriAmo la tua salute”. L’obiettivo: combattere la cattiva nutrizione attraverso attività sociosanitarie e formative;
  • Campione per il riscattoHermann Marquiand, 26 anni, ragazzo con sindrome di Asperger. Hermann oggi ha un lavoro come tecnico informatico a tempo indeterminato, vive ad Aosta e ha conquistato l’autonomia. Lo scorso settembre ha parlato al Parlamento Europeo di Bruxelles, raccontando la sua storia (malato di leucemia da piccolo, poi la diagnosi di autismo e il sogno di fare il pilota che si infrange). Oltre a essere un luminoso esempio di riscatto, Hermann si prende cura di Victor, un ragazzo con autismo a basso funzionamento, come se fosse suo fratello, dall’aiutarlo nelle abilità di base (vestirsi, spogliarsi, igiene personale) allo sviluppare la socialità;
  • Campionessa per la comunicazionePaola Severini Melograni, giornalista, attiva nel sociale dal 1974, quando partecipò con Franco Basaglia all’esperienza di Psichiatria democratica. Ha fondato Angelipress, agenzia di stampa che si occupa di questioni sociali. Ha dato vita a decine di progetti e programmi sul terzo settore ed è particolarmente sensibile al tema dei disabili e dell’inclusione. Dal 2019 conduce e dirige la trasmissione che si occupa di disabilità O anche no, su Rai2;
  • Campionessa per la scuolaMilena Polidoro, coordina per la Società Umanitaria il Programma Mentore contro la dispersione scolastica. Attivato nel 2002, questo programma si fonda sulla relazione tra un bambino (Telemaco) e un adulto volontario e formato (Mentore), con l’obiettivo di sviluppare una crescita armonica, far emergere le risorse del piccolo e ottenere un suo miglioramento scolastico. Gli incontri Telemaco/Mentore avvengono all’interno della scuola che sottoscrive il programma e durano un’ora la settimana. Le classi coinvolte vanno dalla seconda Elementare alla terza Media. Solo a Milano i Mentori sono 150 in 70 scuole, e aiutano parecchie centinaia di bambini. Il programma viene portato avanti anche a Roma, Napoli, Trento e Pistoia;
  • Campionessa per gli animaliVeronica Bonacina, una donna che praticamente da sola, in un canile rifugio chiamato “Rotelle nel Cuore” dal nome dell’associazione che ha creato da zero con due amiche nel 2018 a Villa d’Adda, ospita una trentina di cani disabili. Tutti abbandonati dai padroni perché non volevano più “il giocattolo rotto” oppure provenienti da storie difficili (due presi a martellate, a uno hanno sparato, uno si è lanciato dal balcone dove era abbandonato ed è diventato paraplegico) o addirittura salvati (due casi) da animalisti al festival cinese dove si cucinano i cani. Ogni sabato i cani disabili vengono portati da Veronica al Centro disabili di Osnago, per fare therapy con i bambini, la fragilità per curare altre fragilità. Lei fa tutto autofinanziandosi con alcune amiche e grazie a qualche donazione;
  • Il campione di CivismoAngelo Marra, di Milano, costituisce nel 2008 AQuaS, Associazione per la Qualità Sociale, a seguito della scomparsa del fratello Giovanni (2004) per proseguire il suo impegno civico. Ha organizzato iniziative sportive, convegni, seminari e mostre per sensibilizzare su temi sociali, grazie anche alla collaborazione con le Forze Civili e Militari, con cui ha istituito nel 2016 il “Trofeo Interforze Memorial Giovanni Marra”. Ha contribuito tra l’altro a donare 13 defibrillatori alla città e a formare decine di persone al loro utilizzo;
  • Campionessa per la vitaPaola Persico, psicologa e psicoterapeuta. Dopo avere lavorato al Centro Aiuto alla Vita dell’Ospedale Mangiagalli di Milano, è stata cofondatrice del Centro Aiuto alla Vita presso l’Ospedale San Carlo e successivamente all’ospedale Buzzi, di cui è tutt’ora responsabile. Scopo dell’attività è sostenere le donne che affrontano una gravidanza difficile o inattesa in situazione economicamente disagiata o di violenza. Il Centro collabora con il Servizio di interruzione alla gravidanza e con il servizio antiviolenza Codice Rosa dell’ospedale Buzzi. Dal 2012 al Buzzi sono nati circa duemila bambini grazie all’attività del Centro guidato da Paola Persico.

Con Coop il premio “Campione della gente”. Vince Bruno Bozzetto

All’interno del “Premio Campione” è stato conferito anche il premio “Campione della gente”, realizzato in collaborazione con Coop Lombardia e scelto da decine di migliaia di cittadini tramite un sondaggio tra i clienti e follower di Coop. Tra una rosa di 10 nomi è stato scelto Bruno Bozzetto, animatore, disegnatore e regista, da sempre sensibile ai temi della sostenibilità ambientale e della protezione degli animali.

Il Premio Campioncino per le scuole impegnate nel sociale

Il vincitore dell’edizione 2024 del Premio Campioncino è il Liceo artistico statale “Umberto Boccioni” di Milano. Questa scuola ha fondato un’equipe del volontariato, della solidarietà e della cittadinanza attiva fatta da studenti. Ogni due martedì organizza attività di sostegno ai senzatetto e di aiuto alle famiglie indigenti del quartiere, in collaborazione con la parrocchia. Inoltre, ha spedito in Ucraina 30 grossi pacchi di beni di prima necessità e collabora con la parrocchia di Sant’Ildefonso per fornire la colazione ai poveri.

Chi sono i City AngelsOnlus costituita da volontari di strada d’emergenza, i City Angels nascono a Milano nel 1994 su iniziativa del docente universitario di Motivazione e crescita personale Mario Furlan. Gli Angeli sono impegnati nell’assistenza e aiuto a emarginati, senzatetto, immigrati, tossicodipendenti, disabili e anziani, nonché nella prevenzione e contrasto della criminalità da strada, in collaborazione con le forze dell’ordine. Oggi i City Angels sono presenti in 21 città italiane e in 3 svizzere, con 600 volontari, di cui oltre la metà donne.
Per informazioni:
www.cityangels.it

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -