23.6 C
Milano
domenica, Giugno 16, 2024

Proverbio: Giugno ciliegie a pugno

MILANO: CASE ALER VIA GOLA, REGIONE PRONTA A PIANO STRAORDINARIO RIQUALIFICAZIONE. SERVONO AZIONI CONCRETE PER RIPRISTINARE LEGALITÀ

OGGI SOPRALLUOGO DEGLI ASSESSORI REGIONALI ALLA CASA E ALLA SICUREZZA

(miMI-lorenteggio.com) Milano, 27 maggio 2024. “Regione Lombardia è pronta a mettere in campo tra i 15 e i 20 milioni di euro per riqualificare l’area Aler di via Gola a Milano, ma è necessario che tutti facciano la propria parte. La Regione è disponibile a collaborare con il massimo impegno, lo stesso impegno che, in materia di sicurezza e ordine pubblico, deve essere garantito dal Comune di Milano e dagli organi preposti al ripristino della legalità”.

IL SOPRALLUOGO – Lo ha detto l’assessore regionale alla Casa e Housing sociale a margine di un sopralluogo effettuato oggi, insieme all’assessore regionale alla Sicurezza e Protezione civile, in via Gola (zona Naviglio Pavese).

ABUSIVISMO – I tre edifici Aler di via Gola sono composti da 689 alloggi, 237 di quali occupati abusivamente.

“Si tratta di una realtà – ha detto l’assessore alla Casa – purtroppo caratterizzata da criminalità, spaccio di droga e abusivismo. Le soluzioni per un risanamento urbano passano inevitabilmente dal ruolo attivo di tutte le parti chiamate in causa”.

“Per via Gola – ha proseguito l’assessore alla Casa – abbiamo già preparato il progetto per la riqualificazione, attingendo a risorse che derivano da un accordo con il Ministero delle Infrastrutture. Tra le opzioni anche quella di attuare operazioni di valorizzazione e partenariato con le cooperative. Ma prima bisogna intervenire sul tema della sicurezza: è inaccettabile che via Gola sia zona franca in balìa dei delinquenti”.

“Ci confronteremo con il Prefetto – ha detto l’assessore alla Sicurezza – ma bisogna che vi sia una presa di coscienza da parte di tutte le istituzioni con l’obiettivo comune di riconsegnare agli aventi diritto gli immobili che, naturalmente, se occupati abusivamente vanno sgomberati. Così come i legami con gli appartenenti a quei ‘centri sociali’ che tollerano questi illeciti vanno combattuti per riportare la legalità”.

E ha aggiunto: “Inoltre, in diversi casi si tratta di appartamenti pericolanti sui quali è necessario intervenire anche con ristrutturazioni”.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -