Benvenuto su www.mi-lorenteggio.com - Tang.O
Cerca un articolo con Mi-Lorenteggio Search oppure cerca con google Mi-Lorenteggio Web   


ULTIMO AGGIORNAMENTO:  Lunedì 23 Aprile 2018, ORE 06:50 - PROVERBIO:   April, apriletto, un dì freddo un dì caldetto.
UPDATED ON: Monday 23 April 2018,  08:50 Mecca time  05:50 GMT
   Archivio notizie rss

  • Home Page
  • News
  • Cronaca
  • Economia
  • Tecnologia
  • Politica
  • Ambiente
  • Esteri
  • Salute
  • Sport
  • Scienze
  • Cultura
  • Viaggi
  • Divertimenti
  • Musica e Spettacoli
  • Attualità
  • Comuni
  • Multimedia
  • Foto gallery
  • Video gallery

Pubblicata il 11/12/2017 alle 20:28:34 in Salute

APRE NELL’OSPEDALE DI RHO IL CENTRO DI ARITMOLOGIA CARDIACA/ELETTROFISIOLOGIA



A GARBAGNATE PIENAMENTE OPERATIVA L’UNITA’ COMPLESSA DI CARDIOLOGIA CON L’UNITA’ CORONARICA


img


(mi-lorenteggio.com) Rho, 11 dicembre 2017 -  – Inaugurato oggi dall’assessore regionale Giulio Gallera, nel Presidio Ospedaliero di Rho il Centro di Aritmologia Cardiaca/Elettrofisiologia dell’ASST Rhodense. La cura della aritmie cardiache è diventata sempre più preponderante nel trattamento del paziente cardiopatico. I disturbi del ritmo cardiaco possono essere presenti nei cuori normali, ma più frequentemente complicano l’iter di patologie cardiovascolari quali l’ipertensione arteriosa, l’infarto miocardico, lo scompenso cardiaco. Per questo è diventato necessario integrare la cura di queste patologie con un appropriato approccio diagnostico e terapeutico superspecialistico mirato all’inquadramento ed alla scelta della terapia più indicata per il paziente. Storicamente, le aritmie cardiache venivano trattate prevalentemente con terapia farmacologica che non è stata ad oggi abbandonata, ma che deve sempre più spesso essere integrata con strategie terapeutiche non-farmacologiche, quali l’ablazione transcatetere, l’impianto di pacemaker e di defibrillatori. L’ottimizzazione delle procedure invasive richiede la creazione di un gruppo di lavoro specialistico, interamente dedicato alla gestione delle stesse, in grado di prendere in carico il paziente dal momento della diagnosi alla procedura invasiva, per finire con la creazione di un percorso gestionale successivo ad essa. “In questo scenario, l’ASST Rhodense, in applicazione del Piano di Organizzazione Sanitario Aziendale, approvato con DGR 6609 del 19.05.2017, nei nuovi spazi ambulatoriali piano terra – ala nord del Presidio Ospedaliero di Rho, accentra l’attività di cura delle aritmie – afferma Ida Ramponi direttore generale – Questo , grazie al contributo di tutti professionisti aziendali che già operano nel settore e l’integrazione dell’organico con l’ingresso di due nuovi professionisti. Nel Presidio di Garbagnate l’unità operativa complessa di cardiologia con l’Unità Coronarica, continuerà a svolgere la propria attività, determinante per l’Azienda, in stretta sinergia con i due servizi specialistici che hanno trovato la loro allocazione logistica presso il presidio di Rho, dove è presente da anni anche il servizio di emodinamica, al servizio dei pazienti dell’Azienda.
"Con il nuovo servizio di elettrofisiologia inaugurato oggi all'interno del Centro di Aritmologia cardiaca dell'ospedale di Rho e la sinergia con l'unita operativa complessa di cardiologia del Presidio di Garbagnate garantiremo una migliore presa in carico dei pazienti cardiopatici di tutta l'Asst Rhodense". Lo ha detto l'assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera nel corso dell'inaugurazione del nuovo servizio di Elettrofisiologia del Centro di Aritmologia cardiaca dell'ospedale di Rho (Milano). "La collaborazione tra tutti i nostri migliori professionisti- ha evidenziato il titolare regionale della Sanita' - consentira' lo scambio di informazioni fondamentali per diagnosi tempestive e percorsi di cure sempre piu' efficienti. Con questo nuovo Centro il presidio di Rho e' ulteriormente valorizzato e smentisce tutte le voci che indicavano un suo depotenziamento in favore di quello di Garbagnate. Regione Lombardia lavora per migliorare la qualita' di vita dei propri pazienti e valorizzare le vocazioni di tutte le sue strutture sanitarie".



OSPEDALE DI PASSIRANA – PER I PAZIENTI MIELOLESI UN PIANO ASSISTENZIALE INDIVIDUALIZZATO

 

PASSIRANA - "Realizzati all'ospedale di Passirana i primi due PAI (Piano Assistenziale Individualizzato) a pazienti mielolesi presi in carico dal reparto di Riabilitazione General-Geriatrica, dove e' stata integrata l'ex Unita' spinale. La nuova organizzazione offerta dall'Asst Rhodense a questa tipologia di pazienti dimostra dunque concretamente la sua efficacia". Lo hanno  detto l'assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera e il direttore generale dell’Asst Rhodense, Ida Ramponi -commentando la sottoscrizione dei primi due PAI a pazienti mielolesi dell'ospedale di Passirana, in provincia di Milano -. Dopo aver avuto alcuni incontri con i pazienti mieloliesi del territorio- ha sottolineato l'assessore- nei quali ho avuto modo di raccogliere le loro istanze, si e' definita una riorganizzazione del servizio dell'Unita spinale che ha l'obiettivo di sviluppare un modello di offerta riabilitativa rivolto a rispondere meglio alle necessita' crescenti che sono quelle dei pazienti cronici e non di quelli acuti. Una riorganizzazione che attraverso la creazione di un modello a rete prevede un programma riabilitativo in regime ambulatoriale e in regime di ricovero.  In questo modo  l'Unita' Operativa garantisce la prosecuzione della presa in cura non solo del paziente mieloleso nella fase dei postumi, gia' precedentemente trattato durante la degenza riabilitativa spinale del presidio di Passirana, ma anche quella del paziente mieloleso residente nel territorio della Asst Rhodense proveniente da realta' sanitarie di altre Asst".

 

AMBULATORIO APERTO DA LUNEDI' A VENERDI' - Nello specifico  l'ambulatorio fisiatrico dedicato, aperto tutti i giorni dal lunedi' al venerdi', prevede una agenda di prenotazione che ha cura di chiamare direttamente i propri assistiti nell'ambito dei controlli periodici programmati, mentre il paziente bisognoso puo' accedervi mediante una telefonata al numero telefonico 02/993404474, dalle 9 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 15.30".

Di seguito alcune informazioni sulle attivita' ambulatoriale e di degenza offerta dall'ospedale di Passirana(Milano).

ATTIVITA' AMBULATORIALE - L'attivita' ambulatoriale contempla: la presa in carico proattiva e sorveglianza del paziente mieloleso residente nel territorio della ASST Rhodense o gia' precedentemente ricoverato nella Unita' Spinale di Passirana; - Attivita' di coordinamento ed integrazione dei bisogni del paziente con i servizi dlla rete integrata; - Follow-up periodici ed eventuale identificazione di bisogni di carattere clinico specialistico medico e/o chirurgico, riabilitativo o assistenziale in collaborazione con le realta' sanitarie do provenienza e/o socio- assistenziali territoriali. La gestione delle criticita' e delle acuzie che non necessitano di ricovero potranno essere seguite in collaborazione con gli ambulatori specialistici presenti nella Asst-Rhodense; -Stesura di percorsi riabilitativi intensivi ambulatoriali semplici o ad alta complessita' a completamento di programmi riabilitativi motori, logopedici, ergoterapici, di autonomia messi in atto  durante la degenza.


ATTIVITA' DEGENZA - L'attivita' di degenza garantisce: la presa in carico diretta dal domicilio di pazienti mielolesi stabilizzati, ma gravemente disabili (Lesioni midollari alte - tetraplegie) che necessitano di follow-up clinici e strumentali; - La presa in carico diretta pazienti che necessitano di nuovi ricoveri per le prevenzione e cura delle innumerevoli complicanze che possono sopravvenire nella fase degli esiti sia in ambito clinico generale (respiratorio, cardio-vascolare, metabolico, infettivo, sfinterico, cutaneo, ortopedico e gastroenterico) sia in quello neurologico (spasticita', sindrome da immobilita'); -L'assistenza in regime di degenza prevede il ricovero e la gestione diretta del paziente da parte del nucleo operativo della Riabilitazione General-Geriatrica in collaborazione con gli specialisti consulenti per le complicanze croniche e/o sub-acute. Per quanto riguarda le emergenze e le acuzie e' contemplato il ricovero ospedaliero nei reparti specialistici ma con stretta sorveglianza da parte del nucleo di Riabilitazione General-Geriatrica - Servizio di Recupero e Rieducazione Funzionale/Postumi Mielolesioni.

 


print Stampa notizia

print Articoli più letti


Condividi la notizia su:

segnala Segnala la notizia ad un amico:
Tuo nome:   Email dell'amico:  
   


Sondaggio

Dopo il risultato elettorale, secondo voi, chi sarà il prossimo Premier?

Matteo Salvini
Luigi Di Maio
Non so

Tutti i sondaggi

banner


banner