21.7 C
Milano
giovedì, Maggio 19, 2022

8 MAGGIO - FESTA DELLA MAMMA

Array

Il Rinascimento Ritrovato

Ultimo aggiornamento il 6 Febbraio 2007 – 14:41

ABBIATEGRASSO 06 febbraio 2007  – Un’anteprima tutta riservata agli abbiatensi. E’ stata pensata e organizzata così la giornata di sabato 17 febbraio: un’occasione, del tutto gratuita, di visitare il Convento dell’Annunciata e la mostra “Rinascimento ritrovato. Nell’età di Bramante e Leonardo tra i Navigli e il Ticino” il giorno prima dell’apertura ufficiale al pubblico (fissata, appunto, per domenica 18 febbraio) e il giorno dopo la cerimonia d’inaugurazione (che si terrà venerdì 16 febbraio alle 18). Un’opportunità messa a disposizione dei cittadini per ammirare il complesso monumentale dopo il lungo intervento di recupero artistico e architettonico che lo ha riportato all’antico splendore, per vedere il ciclo di affreschi riportato alla luce nell’abside della chiesa, datato 1519 e firmato dal pittore caravaggino Nicola Mangone, e per visitare la mostra che inquadra l’Annunciata nel suo contesto storico, artistico e geografico.
Trattandosi di una “prima” del tutto gratuita, è probabile che si registri un flusso straordinario di persone. Gli organizzatori dell’evento, quindi, chiedono ai visitatori un po’ di pazienza, poiché l’accesso al complesso monumentale non potrà naturalmente superare i limiti di sicurezza. Pertanto, si cercherà di favorire l’ingresso del maggior numero di persone, ma ovviamente in modo ordinato: un po’ di attesa, quindi, sarà inevitabile. La mostra, in ogni caso, sarà aperta al pubblico dal 18 febbraio al 20 maggio con un’altra giornata di ingresso libero, quella organizzata dal FAI, in agenda per il 25 marzo.

Nella giornata di sabato 17 febbraio Annunciata aprirà le porte agli abbiatensi dalle 9.30 del mattino per chiuderle alle 18.30: l’ultimo ingresso possibile sarà alle 17.30.
Per informazioni sull’evento si può contattare il seguente recapito 0243353522.
Per sottolineare l’avvenimento l’Associazione Filatelica Numismatica Abbiatense ha stampato delle cartoline e chiesto alle Poste un annullo speciale proprio per la giornata del 17 febbraio. All’interno della mostra, nello spazio dedicato al bookshop, saranno presenti alcuni dipendenti delle Poste per la vendita di francobolli e altro materiale filatelico e per porre sulla corrispondenza (cartoline e lettere) l’annullo speciale a ricordo della manifestazione.

Articolo precedenteBenessere e menopausa
Articolo successivoIl "librofonino"

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,552FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -