19.6 C
Milano
mercoledì, Maggio 18, 2022

8 MAGGIO - FESTA DELLA MAMMA

Array

Quarantenne investito da auto pirata

Ultimo aggiornamento il 10 Febbraio 2007 – 21:35

Corsico (9 febbraio 2007) – Fratture multiple al braccio sinistro e alla gamba destra: è la diagnosi che i medici dell’ospedale San Paolo hanno formulato per un quarantenne investito, ieri sera, da un’auto pirata mentre attraversava la Nuova Vigevanese (SS 494) a Corsico, all’altezza della via per Cesano. Gli agenti della Polizia del sud ovest (che riunisce i comandi di quindici Comuni e della Provincia di Milano, sotto la direzione di quello corsichese) stanno indagando per individuare il responsabile, che nell’urto ha perso lo specchietto laterale sinistro della sua auto.
L’episodio è avvenuto intorno alle 21.15. Due uomini, atteso il semaforo verde, hanno cercato di attraversare la statale 494. Nel frattempo, però, è sopraggiunta ad alta velocità un’autovettura scura in direzione Trezzano. Il guidatore è riuscito a schivare uno dei due pedoni, urtando l’altro con lo specchietto laterale sinistro che, per il violento urto, si è staccato. Sul posto è intervenuta un’ambulanza del 118 e una pattuglia della vigilanza urbana di Corsico, in servizio nell’ambito del progetto della Polizia del sud ovest che controlla il territorio tutte le settimane, dal martedì al sabato, fino alle ore 24.
F.C. 43 anni, residente in Calabria, è stato trasportato al San Paolo dove gli hanno riscontrato fratture scomposte e multiple al braccio sinistro e alla gamba destra. La prognosi è di 90 giorni.
I poliziotti locali sono però sulle tracce del responsabile. Lo specchietto rimasto a terra, infatti, è probabilmente di una Audi e sono stati avviati controlli in tutte le autofficine e carrozzerie del sud ovest milanese.
“L’incrocio – spiega il Sindaco, Sergio Graffeo – è molto pericoloso anche per le autovetture, tanto che è uno di quelli dove abbiamo deciso, in passato, di installare il dispositivo ‘rosso stop’. Proprio per evitare rischi ai pedoni, poco più avanti rispetto al luogo dell’incidente c’è un sottopassaggio, molto utilizzato soprattutto dagli studenti che frequentano il vicino Omnicomprensivo”.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,552FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -