21.1 C
Milano
domenica, Ottobre 2, 2022

Proverbio:Ottobre, il vino è nelle doghe A S. Francesco (4 ottobre) arriva il tordo e il fresco

Array

Corsico, operazione di polizia contro la clandestinità

Corsico (19 aprile 2007) – È iniziata stamattina alle ore 6 all’ex deposito dell’ATM, in via Vittorio Emanuele, lungo la vecchia Vigevanese, l’operazione di sgombero della Polizia Locale di Corsico in alcune aree dismesse del territorio.
Nell’ex deposito i 10 agenti, in collaborazione con la sicurezza dell’ATM, hanno trovato tre ucraini che, in precarie condizioni igienico-sanitarie, vi avevano approntato un rifugio, con letti e masserizie. I tre clandestini sono stati prima fotosegnalati al Comando della Polizia Locale di Corsico e poi accompagnati alla Questura di Milano per la comparazione dei dati.
Nel corso della mattinata, gli agenti hanno ispezionato, senza trovarvi alcuna traccia di presenze illegali, altre due aree dismesse: la Cascina Robarello, una vecchia struttura ai confini di Milano, al Molinetto di Lorenteggio, e l’ex area Pozzi, i cui edifici abbandonati verranno trasformati in un centro culturale per la città da un progetto dell’Amministrazione comunale.
“Nell’ambito delle attività di prevenzione e di sicurezza sul territorio – dichiara il Sindaco Sergio Graffeo – la Polizia Locale garantisce un presidio anche con interventi mirati contro la clandestinità e l’occupazione di spazi pubblici e privati dismessi da parte di persone che si trovano in una situazione di irregolarità.
L’attenzione al territorio – prosegue il sindaco – passa anche attraverso il monitoraggio costante delle aree abbandonate, che vengono scelte come rifugio dai senza tetto, persone che spesso vivono nell’illegalità e che talvolta – ma non è il caso dell’intervento di stamani – hanno bisogno di assistenza, ad esempio quando si trovano donne e bambini”.
“Le aree dismesse – sottolinea Filippo Errante, assessore alla Polizia Locale – risultano sensibili al problema della clandestinità: vanno tutelate con azioni mirate di prevenzione e di sicurezza”.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,573FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -