La giunta di Nerviano chiede la revoca del difensore civico

    0
    347

    (mi-lorenteggio.com) 20 giugno 2007 –  La Giunta comunale di Nerviano ha chiesto al Consiglio Comunale di avviare la procedura di revoca del Difensore Civico.

    La figura del Difensore Civico riveste una funzione di vitale importanza per il Comune e l’avvio di una procedura di revoca costituisce un fatto di straordinaria gravità.

    Cio nonostante gli argomenti e gli elementi di giudizio raccolti a carico dell’attuale Difensore sono di una rilevanza tale da giustificare la decisione assunta.

    Le argomentazioni adottate sono contenute nella ampia e documentata richiesta di revoca, sottoscritta in data odierna da tutti gli assessori ad eccezione dell’ass. Petrosino che, pur condividendone integralmente il contenuto, non ha potuto materialmente sottoscriverla a causa di un improvviso ricovero in ospedale che lo terrà per qualche giorno distante dal Municipio.

    La richiesta è stata protocollata e sarà oggetto di discussione – in seduta segreta – nel Consiglio Comunale di martedì prossimo. Il contenuto integrale del documento verrà reso pubblico dalla Giunta solo a seguito dell’eventuale accoglimento della richiesta di ammissibilità.

    La Giunta auspica che l’istanza possa essere valutata da tutto il Consiglio Comunale, minoranze incluse, in modo non pregiudiziale e ponendo innanzi a tutto la volontà di assicurare la tutela e la valorizzazione di una figura di grande rilievo quale il Difensore Civico.

    Il Sindaco e gli Assessori sono infatti convinti che una verifica attenta ed imparziale del comportamento assunto dall’attuale Difensore Civico non potrà che far emergere le responsabilità di cui il Difensore Civico si è macchiato dal luglio 2005 – data ella nomina – ad oggi.

    Auspicio della Giunta è che il Consiglio comunale possa leggere con serenità ed obiettività il documento prodotto condividendone le conclusioni: un’istituzione come quella del Difensore Civico è di tale importanza da impedire che l’attuale Difensore rivesta ancora tale carica.

    Durante la discussione sul rendiconto dell’attività svolta dal Difensore, avvenuta in Consiglio ad inizio maggio, alcune minoranze ventilarono l’accusa che il Sindaco e la maggioranza avverserebbero il Difensore perché “troppo critico” nei confronti dell’attuale Amministrazione. La verità è all’esatto opposto: noi vogliamo che il Difensore Civico, sia figura imparziale, competente, capace, indipendente e non subalterna a fazioni politiche, di maggioranza o di minoranza.

    "Noi abbiamo anche sperato che il Difensore, dopo lo scivolone della prima relazione in Consiglio nel novembre scorso, potesse recuperare credibilità e legittimazione. Purtroppo questo non è avvenuto e le molteplici argomentazioni addotte nella relazione sottoscritta dalla Giunta dimostrano che ciò che si è verificato è l’esatto contrario.

    Per queste ragioni abbiamo chiesto al Consiglio di dichiarare ammissibile la richiesta di revoca. L’iter previsto dall’art. 10 del vigente regolamento prevede che questo sia il primo passo del percorso procedurale a cui seguirà la notifica al Difensore delle decisioni adottate. Il Consiglio sarà poi chiamato a deliberare in via definitiva sulla materia 20 giorni dopo aver acquisito le controdeduzioni del Difensore.

    Per tutte le ragioni e le motivazioni addotte a sostegno della propria istanza di revoca, la Giunta comunale auspica che, nel caso di accoglimento della propria richiesta, il prossimo Difensore Civico possa essere davvero super partes e capace di garantire un servizio adeguato alla complessità ed al rilievo istituzionale della carica assegnata. Per questo stesso motivo la Giunta auspica che tale figura possa in futuro essere scelta all’unanimità e comunque grazie ad una larga convergenza della grande maggioranza delle forze presenti in Consiglio Comunale".

    Redazione

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui