28.2 C
Milano
venerdì, Maggio 20, 2022

8 MAGGIO - FESTA DELLA MAMMA

Array

Padre Bossi, la gioia del sindaco di Abbiategrasso

Ultimo aggiornamento il 22 Luglio 2007 – 10:36

Abbiategrasso 20 luglio 2007 – “E’ la notizia che aspettavamo da settimane e ora è arrivata. Padre Giancarlo è finalmente libero! Per tutti noi è una gioia immensa dopo giorni di apprensione per la sua sorte. A lui va il nostro più affettuoso abbraccio”. Così il sindaco di Abbiategrasso Roberto Albetti commenta la notizia della liberazione di padre Giancarlo Bossi, il missionario abbiatense rapito il 10 giugno scorso. Appena appresa la notizia, ieri sera Albetti ha raggiunto e abbracciato i familiari del sacerdote a Castelletto e condiviso con loro questo momento di straordinaria gioia.
“A nome mio e di tutta la Giunta Comunale – dichiara il sindaco – ringrazio tutti coloro che in queste settimane di grande preoccupazione hanno espresso solidarietà alla famiglia di padre Giancarlo attraverso la partecipazione a tanti gesti semplici, ma significativi: dalla preghiera personale alla fiaccolata silenziosa, dalla veglia con il cardinale ai lumini alle finestre, agli appelli lanciati attraverso i media…. La comunità abbiatense e tutto il territorio hanno dimostrato ancora una volta la loro grande sensibilità. Ringrazio la Farnesina, i Servizi italiani, l’ambasciata, le autorità del Governo filippino e tutte le istituzioni che hanno reso possibile, con la loro opera, la liberazione del nostro concittadino. Ringrazio l’onorevole Margherita Boniver per l’opera di mediazione condotta con la missione nelle Filippine e per avermi tenuto informato degli sviluppi della situazione. Ringrazio anche le istituzioni – la Regione, la Provincia, i Comuni della zona – che, insieme a noi, hanno promosso iniziative di sensibilizzazione utili in queste lunghe settimane a tenere alta l’attenzione di tutti sul rapimento, anche nei momenti più bui, in cui sembrava difficile superare la situazione di stallo. In particolare, ringrazio il presidente Roberto Formigoni per l’azione di sensibilizzazione che personalmente ha svolto così come esprimo la massima gratitudine al vice presidente del parlamento europeo, onorevole Mario Mauro, che ha saputo tenere vivo l’interesse dell’Unione europea. Nonostante i momenti di difficoltà, devo dire – osserva ancora il sindaco – che la speranza nel ritorno a casa di padre Giancarlo non è mai mancata tra noi, sostenuta dalla fede e della preghiera.
Ringrazio anche gli organi di informazione – locali e nazionali – per l’attenzione prestata alla vicenda e per aver dato voce ai tanti appelli lanciati per la liberazione di padre Giancarlo, che ha dedicato e dedica la sua vita a servizio degli altri con generosità, impegno e passione. Dico grazie al cardinale Dionigi Tettamanzi per la forza che ha dato a tutti noi con la partecipazione alla veglia di preghiera, al Pime, il Pontificio Istituto Missioni Estere, con il quale siamo sempre stati in contatto, alle nostre parrocchie e agli oratori. Ringrazio, infine, la comunità filippina e il console generale delle Filippine per aver aderito alla fiaccolata dello scorso 22 giugno, a testimonianza del rapporto che esiste tra i nostri Paesi e in segno di gratitudine per l’opera che padre Bossi presta da anni a favore di questa popolazione.
Ora – conclude il sindaco – aspettiamo il rientro ad Abbiategrasso di padre Giancarlo. Saremo pronti e felici di poter organizzare una grande festa per salutare il suo ritorno a casa, ma, come abbiamo fatto finora, concorderemo ogni gesto con la sua famiglia, con il Pime e le parrocchie per rispettare la volontà e la sensibilità del nostro concittadino e dei suoi cari”.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,552FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -