14 C
Milano
mercoledì, Settembre 28, 2022

Proverbio: A settembre pioggia e luna, è dei funghi la fortuna

Array

Minigolf WC: Über Alles, Germania cannibale

(mi-lorenteggio.com) 25 agosto 2007 – Una Germania in formato cannibale quella che si è presentata a Canegrate per la decima edizione dei Campionati del Mondo di minigolf. Dopo aver fatto manbassa nella categoria a squadre (uomini e donne), anche negli individuali i tedeschi l’hanno fatta da padroni. Si è laureato campione del mondo Marco Templin che si è imposto per 5 a 3 sul connazionale Marco Blazer in una finalissima tutta rosso-giallo-nera. Nella finale per il primo e secondo posto femminile, l’austriaca Elisabeth Gruber è riuscita a battere Bianca Obewerg (Germania) durante una gara sfiancante terminata 6 a 4.
I mondiali italiani di minigolf, i primi nella storia di questa disciplina che si svolgono nel Bel Paese, sono stati soprattutto i mondiali della Germania. «Sapevamo che sarebbero venuti qui da noi determinatissimi -ha detto il presidente della Federazione italiana golf su pista, Giuliano Banfi-, ma che avrebbero vinto tutto, quello, francamente no». Il migliore degli italiani, Rudy Giroldini, si è piazzato al quinto posto dopo essere stato battuto ai quarti di finale dal neocampione del mondo Marco Templin. La squadra azzurra maschile, ieri, ha chiuso il suo mondiale al quarto posto, quella femminile al sesto. «Sono molto spiaciuto -commenta Banfi-, avevamo tutte le carte in regola per fare un ottimo mondiale. La delusione è grande, non dobbiamo nasconderci. Ora quello che conta è prepararsi per i prossimo mondiali in Danimarca e rivedere, con attenzione e metodo, molte aspetti che non hanno funzionato in questa edizione dei mondiali».
Tutta di un colore anche la finale per il terzo e quarto posto maschile. Gli austriaci Cristian Freilach e Manfred Lindmayr hanno provato fino all’ultimo a contrastare la corazzata tedesca, ma hanno ceduto, complice anche il caldo, alla preparazione e concentrazione dei "cugini". Terzo si è classificato Freilach. Da segnalare, la favola del compagno di squadra Lindmayr che, qualificatosi per il rotto della cuffia alla fase finale degli individuali (31esimo) si è sbarazzato nell’ordine dei tedeschi Daniel Klosek (secondo nella fase di qualificazione), Walter Erlbruch (campione del mondo uscente) e dello svedese Andres Olsson. In semifinale ha dovuto cedere solamente a Templin che, alla fine, si è laureato campione del mondo.
Per le donne, nella finale per il terzo posto, ancora una tedesca, Nicole Gunder-Greiffendar, che ha battuto l’olandese Trystje Schakel. Sara Marchiani, l’unica donna che si era qualificata per la fase finale dell’individuale, è stata eliminata agli ottavi dall’olandese Karin Wiklud. Sfortunata la milanese che, nelle prime ore della mattina, è stata colpita da un’infiammazione alla coscia sinistra che le ha reso praticamente impossibile la concentrazione.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,572FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -