18.4 C
Milano
giovedì, Maggio 30, 2024

Proverbio: Aprile fa il fiore e maggio si ha il colore

Array

Meteo, arriva il freddo

(mi-lorenteggio.com) Roma, 17 ottobre 2007- Analizzando le previsioni meteorologiche per i prossimi giorni si assisterà, come già annunciato nei giorni scorsi, al progressivo sfaldamento della struttura anticiclonica che ha caratterizzato l’attuale quadro tra il Mediterraneo e l’Europa centro-occidentale causato dall’ingresso di un consistente flusso d’aria di origine polare. Queste le previsioni per i prossimi giorni: Giovedì 18 ottobre – un moderato transito perturbato apporterà piogge sparse e locali rovesci sul versante adriatico. Qualche precipitazione a carattere sparso interesserà anche il medio versante tirrenico, le zone appenniniche centro-settentrionali e, localmente, la Sicilia. Nel corso della giornata si registrerà una progressiva intensificazione dei venti settentrionali, dapprima sulle zone alpine, in graduale estensione alle altre aree del Nord. Le temperature sono attese in diminuzione, in particolare sul versante adriatico. Venerdì 19 ottobre – sono attesi locali rovesci sul medio e basso versante adriatico e sulle estreme regioni meridionali; intensi venti settentrionali o nord-orientali coinvolgeranno progressivamente tutto il territorio nazionale. I mari, inizialmente mossi, tenderanno a divenire molto mossi. Aria di origine artica inizierà ad affluire sulla nostra penisola, apportando un sensibile calo delle temperature sulle regioni settentrionali, valutabile in oltre i 10-12 gradi rispetto a quelle attuali, che sarà più marcato su quelle del Nord-Est e sulle regioni centrali adriatiche. Sabato 20 e Domenica 21 ottobre – l’aria artica prenderà pieno possesso della scena meteorologica italiana, si prevede un ulteriore calo delle temperature che si estenderà a tutto il territorio nazionale, con diminuzioni particolarmente marcate sul versante adriatico della penisola. Continueranno ad insistere intensi venti settentrionali e nord-orientali sulla maggior parte del territorio nazionale, con raffiche anche molto forti, specie sulle regioni centro-meridionali e sul Golfo di Trieste. I mari saranno da molto mossi a localmente agitati, con probabili mareggiate lungo le coste. Sulle regioni settentrionali e su quelle centrali tirreniche il vento di tramontana spazzerà il cielo rendendolo generalmente poco nuvoloso, mentre sulle regioni del medio versante adriatico si avrà una estesa copertura nuvolosa, con associate frequenti precipitazioni che potranno assumere anche carattere nevoso oltre i 700 metri slm. Precipitazioni sparse riguarderanno anche le regioni meridionali che potranno assumere, in montagna, anche carattere nevoso. Le indicazioni sulla lunga scadenza stimano per lunedì 22 ottobre una situazione ancora caratterizzata dalle basse temperature e dalla possibilità che si verifichino ulteriori nevicate sul medio versante adriatico ed al sud del paese. Alla luce delle previsioni disponibili, che confermano l’annunciato marcato cambiamento del quadro meteorologico, si raccomanda la massima prudenza nella guida a quanti si trovassero in viaggio nelle zone interessate dalle piogge o dai venti forti e di informarsi sulle condizioni della viabilità per il percorso che si intende seguire se comprende, per i giorni di sabato 20 e domenica 21 ottobre, tratti stradali dell’Appennino centro-meridionale, dove si prevedono nevicate. In caso di transito su strade innevate si ricorda la necessità di dotarsi di catene o gomme da neve. Anche per i trasporti marittimi, viste le attese condizioni meteo-marine, sono possibili disagi nei collegamenti con le isole minori.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -