15.2 C
Milano
domenica, Aprile 21, 2024

Proverbio: D'aprile non ti scoprire.

Array

Lombardia, abbattuta l’addizionale Irpef e via il ticket sanitario

(mi-lorenteggio.com) Milano, 07 novembre 2007 – La Regione Lombardia comunica che ha ridotto le tasse per circa 400 milioni di euro. Con la manovra di bilancio 2008, approvata dalla Giunta regionale, viene ridotta in Lombardia la pressione fiscale di 250 milioni all’anno, che rimarranno nelle tasche dei cittadini, attraverso due provvedimenti: l’abbattimento dell’addizionale Irpef (200 milioni) e la soppressione del ticket sanitario di 10 euro (50 milioni). Inoltre è confermato l’azzeramento della tassa sul metano (150 milioni). Complessivamente dunque si tratta di 400 milioni di sgravio.
L’annuncio è stato dato dal presidente della Regione, Roberto Formigoni, insieme alla vice presidente Viviana Beccalossi, e agli assessori Davide Boni, Gian Carlo Abelli e Romano Colozzi.

ADDIZIONALE IRPEF

Dal 1° gennaio 2008 la quota di reddito pari a 15.493,71 euro sarà totalmente esente da questa tassa addizionale (0,3%). Sarà solo assoggettata all’aliquota imposta dallo Stato e non derogabile dalla Regione Lombardia. In pratica chi ha un reddito non superiore a questa cifra – cioè 4.100.000 contribuenti – non pagherà l’addizionale; chi ha un reddito superiore – 1.480.000 contribuenti – la vedrà drasticamente ridotta: la pagherà cioè solo per la parte eccedente i 15.493,71 euro.
Con questa decisione la Regione alleggerisce la pressione fiscale di circa 200 milioni all’anno (quasi 400 miliardi delle vecchie lire).

TICKET

Dal 1° dicembre 2007 non si pagherà più il ticket regionale di 10 euro sulle prestazioni specialistiche ambulatoriali. Questa manovra si stima che produca uno sgravio ai cittadini pari a 50 milioni.
Rimarrà solo il ticket di 36 euro, imposto per legge statale. Così come rimarranno tutte le esenzioni, progressivamente messe in atto dal 2002 a oggi, per molteplici categorie di cittadini: anziani, bambini, pazienti che soffrono di particolari patologie, o cittadini appartenenti alle fasce più deboli. Tali esenzioni riguardano la farmaceutica (circa il 50% delle ricette), il Pronto Soccorso e, appunto, la specialistica ambulatoriale (70%).

FORMIGONI: "IL PIU’ DRASTICO TAGLIO DI TASSE MAI EFFETTUATO DA UNA REGIONE"

"Si tratta – ha spiegato Formigoni – del più drastico taglio sulle tasse mai effettuato in Italia da una Regione. La nostra manovra si accompagna al mantenimento quantitativo e qualitativo di tutti i servizi già erogati da Regione Lombardia ed è possibile grazie alla nostra capacità di controllare i bilanci, migliorare l’utilizzo delle risorse e garantire alta qualità a minori costi".
"Nonostante i trasferimenti dallo Stato siano diminuiti di 170 milioni di euro – ha detto ancora il presidente – Regione Lombardia ha deciso di ridurre la pressione fiscale in maniera trasparente e secca con un abbassamento su tutte le fasce di reddito ma con un impatto più significativo sulle fasce deboli, mentre molte altre Regioni si trovano oggi costrette ad aumentare la pressione fiscale sui loro cittadini (alcune sono in deficit per miliardi di euro)".

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -