22.5 C
Milano
martedì, Maggio 21, 2024

Proverbio: Aprile fa il fiore e maggio si ha il colore

Array

Bangladesh: il ciclone fa oltre 10.000 morti, milioni gli sfollati

(mi-lorenteggio.com) 20 novembre 2007 – Il ciclone Sidr, la tempesta tropicale più devastante che ha colpito il sud del Bangladesh  nell’ultimo decennio, ha distrutto decine di migliaia di abitazioni e causato, secondo le prime stime, oltre 10 mila morti. 
A sostenere il dato è la Mezza luna rossa del Bangladesh: molte zone del Paese sono ancora irraggiungibili per i soccorritori e le notizie che si hanno, le si sanno solo dai volontari.

Mentre, secondo, il ministero incaricato della gestione dei disastri naturali, sarebbero 2,7 milioni le persone direttamente colpite dal Sidr; gli sfollati, che hanno lasciato i villaggi lungo la costa sono oltre 1 milione e mezzo.
Incalcolabili i danni economici considerando i 250.000 capi di bestiame deceduti e i raccolti distrutti. Nella capitale Dacca, molti quartieri sono tuttora privi di energia elettrica e acqua potabile con l’alto rischio che si diffondano epidemie.
Un appello per il Bangladesh è stato rivolto, domenica, dal Papa dopo la preghiera dell’Angelus: "Nei giorni scorsi un tremendo ciclone ha colpito il sud del Bangladesh, causando numerosissime vittime e gravi distruzioni. Nel rinnovare l’espressione del mio profondo cordoglio alle famiglie e all’intera nazione, a me tanto cara, – ha aggiunto – faccio appello alla solidarietà internazionale, che già si era mossa per far fronte alle necessità. In coraggio – ha concluso – a porre in atto ogni possibile sforzo per soccorrere questi fratelli così duramente provati".

Tre equipe di Medici Senza Frontiere (MSF) si stanno dirigendo verso tre delle zone più colpite dal ciclone che ha devastato il Bangladesh quattro giorni fa. Circa 15 operatori di MSF, personale medico e logistico, sono in viaggio verso le province di Barguna, Pirojpur e Bhola nel sud del paese, per valutare la situazione e i bisogni più urgenti della popolazione colpita dal ciclone e stanno trasportando teli di plastica e farmaci di base. MSF è inoltre in continuo contatto con le altre organizzazioni presenti sul terreno.  Il primo intervento di MSF è stato nell’area di Teknaf, dove MSF già lavorava per fornire assistenza umanitaria ai rifugiati Rohingya del Myanmar, particolarmente quelli che vivevano nel campo provvisorio di Tal, dove le condizioni abitative sono già estremamente precarie.  MSF è presente in Bangladesh dal 1992.

L’UNICEF e le organizzazioni partner stanno intensificando l’invio di aiuti d’emergenza per le centinaia di migliaia di famiglie colpite in Bangladesh dal ciclone Sidr, la pi grave tempesta che abbia colpito il paese negli ultimi 10 anni. Nel complesso, oltre 3,2 milioni di persone sono state colpite dal ciclone, di cui 1 milione sono rimaste sfollate. La met sono bambini, di cui 400.000 con meno di 5 anni di et.L’UNICEF sta aiutando sul campo le popolazioni colpite mediante la distribuzione d’acqua, alimenti e medicinali di base" ha dichiarato il Rappresentante dell’UNICEF in Bangladesh Louis-Georges Arsenault. Stiamo inoltre inviando kit contenenti aiuti di base per le famiglie colpite, per aiutarle a provvedere alle loro esigenze quotidiane. Il ciclone, di categoria 4, ha colpito le coste meridionali del Bangladesh per spostarsi poi attraverso il paese, con risultati devastanti: il primo bilancio provvisorio indica oltre 3.000 morti, ma rapporti non ufficiali indicano in pi di 10.000 le vittime del disastro. Nell’ultimo anno il Bangladesh ha sopportato ripetuti disastri, e bench la popolazione abbia dimostrato grandi capacit di ripresa si trova da affrontare un periodo molto duro ha sottolineato il Rappresentante UNICEF. Mentre il numero delle vittime continua a salire, molti bambini versano in condizioni drammatiche, privi di cibo, riparo e protezione, per la perdita o la separazione dai genitori. Dal momento che a breve le temperature diminuiranno, i bambini e le donne in condizioni di vulnerabilit hanno bisogno di immediata assistenza per poter sopravvivere.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -