18 C
Milano
martedì, Giugno 25, 2024

Proverbio: Giugno ciliegie a pugno

Array

Trezzano. I lavori per il raddoppio della linea ferroviaria Milano-Mortara proseguiranno

Trezzano sul Naviglio (29 novembre 2007) – A Trezzano sul Naviglio, i lavori per il raddoppio della linea ferroviaria Milano-Mortara proseguiranno. Viene però lasciata una porta aperta alla richiesta del Comune di Corsico di indire un incontro per valutare la possibilità di interramento del tratto tra la stazione di San Cristoforo, a Milano, e Trezzano. Lo ha confermato ieri sera, nel corso di un’affollata assemblea pubblica, l’Amministrazione comunale. “Ritengo utile – dice il sindaco di Trezzano, Liana Scundi – la convocazione di un tavolo dove tutti gli attori coinvolti possano esprimere le propria posizione sullo studio presentato dal Comune di Corsico. Una riunione al termine della quale venga assunta una posizione netta su come si intende procedere. Noi abbiamo già scelto”.
Il sindaco, infatti, nel corso dell’assemblea di ieri, rispondendo alle domande dei rappresentanti del Comitato corsichese Milano-Mortara ha voluto mettere in evidenza alcune criticità rispetto alla questione interramento: “Prima di tutto – ha sottolineato Scundi – c’è il rischio che i bisogni e le problematiche di un Comune vengano riversati su altri, limitrofi. Poi, per fare l’interramento occorre che Milano metta a disposizione sue aree. È, inoltre, è fondamentale che i lavori vengano conclusi nel più breve tempo possibile. Infine, sono preoccupata per la necessità di sospendere la funzionalità della linea per alcuni anni, costringendo i pendolari a utilizzare l’autovettura”.
Ha espresso perplessità anche l’assessore all’Ambiente, Oliviero Camisani: “Occorre valutare quale sarebbe il prezzo da pagare, dal punto di vista ambientale, per l’interramento, perché mi sembra si voglia andare nella direzione di una crescita della cementificazione”.
L’assemblea si è però prevalentemente concentrata su Trezzano. Hanno partecipato all’incontro numerosi cittadini, provenienti da tutti i quartieri, in particolare dalle Azalee che costeggia la ferrovia, e hanno posto domande puntuali a tutti i relatori. Un dirigente di Italferr ha spiegato nel dettaglio come saranno realizzate le barriere, i materiali che verranno utilizzati, anticipando che vi saranno disagi, soprattutto per il traffico automobilistico, quando verrà reso a senso unico, per cinque mesi, il cavalcaferrovia, e per il rumore. Alcuni hanno domandato quali misure precauzionali verranno adottate nel tratto che attraversa la Brenntag, industria chimica considerata dalla Regione ad alto rischio ambientale. Il tecnico Italferr ha fornito, anche in questo caso, tutte le informazioni necessarie, rassicurando i presenti.
Il primo cittadino ha ringraziato i vertici della Us Atletic, presenti alla riunione, “per la fattiva collaborazione nelle operazioni di trasferimento, trasformando così un disagio in un’opportunità”. Nell’ex campo della Us Atletic, infatti, si trova oggi il cantiere aperto dalla Sacaim per i lavori di raddoppio della linea. L’area diventerà, appena concluso l’intervento, un parcheggio, con un capolinea di interscambio dei mezzi pubblici di superficie.
“È stato un incontro – conclude il sindaco – molto positivo. Credo siano molto utili le assemblee pubbliche dove i cittadini possano interloquire e cercare di trovare risposte ai propri dubbi”.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -