26.8 C
Milano
martedì, Luglio 5, 2022

Proverbio: Luglio poltrone porta la zucca col melone

Array

Vietata la pesca al Lago di Basiglio

Ultimo aggiornamento il 22 Dicembre 2007 – 16:49

(mi-lorenteggio.com) Basiglio, 02 gennaio 2008 – Dopo esser stati i primi ad occuparci della vicenda, chiamati dai pescatori allarmati, lo scorso 22 dicembre, ecco alcune prime indiscrezioni ufficiose, ricevute da una fonte molto attendibile. Due sono le ipotesi verso le quali si stanno orientando le indagini.

LA PRIMA IPOTESI (ufficiosa)

Pare che la percentuale di ossigeno dell’acqua sia attorno allo 0,6% quando dovrebbe essere circa 4%.

Questo spiegherebbe l’atteggiamento dei pesci che salgono in superficie ad ossigenarsi.

La causa potrebbe essere l’eutrofizzazione del lago o la presenza di alghe infestanti che in questo periodo assorbono molto ossigeno togliendolo all’acqua, le cui cause sono da accertare.

LA SECONDA IPOTESI (ufficiosa)

Rimane al vaglio la possibilità che all’altezza della griglia nel lato nord ci sia un collettore sottostante, come ci hanno già testimoniato alcuni pescatori il giorno 22,  che in questo momento faccia filtrare acque non proprio "innocue", ma questo è ancora da accertare attentamente.

"Comunque, la cosa la risolviamo, al costo di dedicarci solo a questo caso" dichiara la nostra fonte, impegnata nel caso.

Inoltre, in merito a quanto sopra per chiarirvi bene il concetto di eutrofizzazione, ecco un link, non relativo a questa vicenda, che lo spiega bene http://www.griffini.lo.it/laScuola/prodotti/esami2007/L’ambientecambiato(Belloni,Riboli)/acqua.htm  

Per quanto concerne i risultati finali, c’è ancora da attendere.

Vittorio Aggio


 

(mi-lorenteggio.com) Basiglio, 22 dicembre 2007 – A dare l’allarme, ieri, sono stati alcuni pescatori, che frequentano abitualmente il lago, situato in via Sforza, dietro Milano 3 City a Basiglio. Hanno notato, che da qualche giorno,  i pesci  si portano al lato nord del lago e gran parte di essi nuotano rasentando la riva, boccheggiando; così carpe, lucci, pesci siluro e altre razze, che non si vedono mai, soprattutto a riva,  tutti si comportano alla stessa maniera,  assumendo questo comportamento anomalo.  Al momento non c’è una moria di pesci.

Anatre, cormorani e gabbiani, invece, approffittando della situazione, accorsi in massa,  visto che le loro prede sono di facile presa, li mangiano, grazie al fatto che sono resi indeboliti dal misterioso fenomeno. Molti pesci, quelli scampati al pasto, presentano morsi e beccate su tutto il corpo.

Sul posto, ieri, sono intervenuti la polizia locale e i tecnici per i prelievi e la campionatura dell’acqua. Per precauzione, è stato necessario predisporre il diveto di pesca fino a data da destinarsi. Nella giornata di oggi, invece, le espertissime Guardie Ecologiche Volontarie della Provincia di Milano e del Parco Agricolo Sud Milano, seguite da noi, hanno fatto un ulteriore sopralluogo in tutto il lago, controllando tutti i canali, che portano l’acqua al lago, per cercare di capire un’eventuale causa. Nulla di anomalo al momento.

Ora, tutti aspettano i risultati delle analisi per capire il perchè di quanto sta avvenendo e per risalire ad eventuali rimedi.

V. Aggio

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,550FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -