35.2 C
Milano
domenica, Luglio 3, 2022

Proverbio: Luglio poltrone porta la zucca col melone

Array

Sgominata un’organizzazione nigeriana dedita alla tratta internazionale di minori, alla prostituzione e al traffico di droga

Ultimo aggiornamento il 15 Gennaio 2008 – 20:22

(mi-lorenteggio.com) Roma, 15 gennaio 2008 – Il ministro dell’Interno Giuliano Amato si è congratulato con le forze dell’ordine e con la magistratura per la brillante operazione che ha portato all’esecuzione di 66 ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di cittadini nigeriani operanti in Italia e all’estero.
«E’ stata sgominata una potente organizzazione internazionale che faceva della tratta e dello sfruttamento di esseri umani, e in particolare di minori, la propria principale fonte di reddito. Sono reati gravissimi, che rinnovano la schiavitù ai nostri tempi e sfruttano la povertà. Questi criminali si erano spinti a progettare, e in un caso a realizzare, il sequestro presso un orfanotrofio nigeriano di due bambini per coinvolgerli in Italia in ogni tipo di traffico. Perciò contro questi criminali dobbiamo essere inflessibili. E’ una delle priorità che ci siamo dati e, grazie alla professionalità delle forze dell’ordine e della magistratura, stiamo ottenendo ottimi risultati».

La complessa operazione internazionale contro la tratta di esseri umani, è stata portata a compimento dalla Squadra Mobile di Napoli ed dai Carabinieri del Ros nei confronti di nigeriani operanti in Italia ed all’estero. I reati contestati dalla Direzione distrettuale antimafia di Napoli nell’operazione denominata ‘Viola’ vanno dall’associazione per delinquere di tipo mafioso all’associazione per delinquere finalizzata alla tratta di esseri umani, alla riduzione in schiavitù, al sequestro di persona, al traffico internazionale di sostanze stupefacenti.
L’organizzazione criminale risultava particolarmente attiva in Olanda, Paese in cui sono state arrestate 15 delle 66 persone coinvolte, dove si facevano entrare minori dalla Nigeria, che venivano poi avviati in Italia ed in altri Paesi europei, alla prostituzione ed allo spaccio della droga.
Le attività operative, per il carattere interforze dell’operazione e per le diramazioni internazionali dell’organizzazione, sono state coordinate dalla Direzione Centrale della Polizia Criminale e dalla Direzione Centrale dei Servizi Antidroga, che ha trovato nelle autorità di polizia olandesi e nigeriane dei partners qualificati ed affidabili.
Già nell’ottobre scorso si era conclusa una prima fase dell’operazione, con 23 arresti in Olanda, Regno Unito, Francia, Germania, Spagna, Belgio, Stati Uniti e Nigeria.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,550FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -