26.8 C
Milano
martedì, Luglio 5, 2022

Proverbio: Luglio poltrone porta la zucca col melone

Array

Distretto HT Milano Brianza

Ultimo aggiornamento il 13 Marzo 2008 – 9:40

Milano, 13 marzo 2008 – E’ stata approvata il giorno 10 marzo scorso in Giunta provinciale la proposta di costituzione del Distretto HT Milano Brianza, voluto e sostenuto da Provincia di Milano, Confindustria di Monza e Brianza, Camera di Commercio di Monza e Brianza e i Comuni del Vimercatese, che lo scorso 20 febbraio hanno firmato un protocollo d’intesa per la sua nascita.
Inizia così l’iter che porterà a breve alla costituzione di una Fondazione che su proposta della Provincia di Milano potrebbe avvalersi di due nomi prestigiosi: quello del professor Adriano De Maio, come presidente e quello di Pasquale Pistorio, vicepresidente di Confindustria, che è candidato a presiedere il Comitato tecnico scientifico.

L’idea di costituire un Distretto è nata dalle difficoltà connesse con il processo complessivo di globalizzazione e delocalizzazione che, negli ultimi anni, hanno investito anche l’area della Brianza. Le avvisaglie di crisi hanno imposto di intervenire al fine di salvaguardare il patrimonio tecnologico esistente consolidando le eccellenze produttive già presenti, agevolando l’evoluzione verso settori produttivi innovativi e cercando di superare le criticità, favorendo così la competitività delle imprese nel mercato.
La missione del Distretto è pertanto quella di rafforzare e far evolvere verso una stabile competitività le imprese High Tech del nord est di Milano facendo emergere, in particolare, le potenziali sinergie tra le imprese medie, grandi e multinazionali operanti nel territorio.

Il Distretto industriale comprenderà imprese High Tech relative prevalentemente ai settori Information and Communication Tecnology e Science Based Sector appartenenti ad aree tecnologiche caratterizzate da un forte orientamento all’innovazione di processo e prodotto.

Il Distretto ha già le caratteristiche per essere un polo attrattivo per le nuove aziende e le nuove iniziative. Le sue funzioni si articoleranno in diversi settori di intervento.
In campo finanziario saranno volte ad assicurare gli strumenti finanziari indispensabili al potenziamento delle imprese del Distretto, garantiranno l’intervento nei processi di trasformazione resi necessari dall’apertura di
percorsi di crisi. Nell’ambito della ricerca il Distretto si indirizzerà a quella applicata, assicurando il collegamento con il sistema universitario, favorendo la collaborazione con le imprese eccellenti e garantendo l’acquisizione di fondi UE dedicati all’innovazione tecnologica.

La situazione delle aziende del distretto sarà inoltre approfondita tramite una indagine diagnostica. Saranno proposti, d’intesa con le imprese, i piani di intervento necessari e saranno assicurate anche funzioni di marketing internazionale che potranno dare visibilità alle aziende del Distretto.
Compito del Distretto sarà anche quello di supportare lo sviluppo dei collegamenti territoriali e delle esigenze del sistema produttivo locale garantendo la migliore gestione dei processi di mobilità e di sviluppo integrato dei servizi.

Infine obiettivo del Distretto sarà quello di garantire la continuità occupazionale, mantenendo le conoscenze esistenti e promuovendo forme di mobilità interaziendale.
Lo strumento operativo scelto per assicurare l’assolvimento delle funzioni e dei servizi alle imprese del Distretto è la Fondazione di partecipazione.

“Questa iniziativa – commenta il presidente della Provincia di Milano Filippo Penati – vuole dare un contributo concreto alle imprese del nord est di Milano affiancandole nel loro sviluppo. In particolare investendo nei settori produttivi innovativi. La nascita della Fondazione è sostenuta da un investimento della Provincia di Milano di 800 mila euro”.

“Il Distretto Hi Tech di Vimercate – dichiara l’assessore Bruno Casati – sarà un connubio di tradizione e innovazione essenziale per il territorio, una realtà che coinvolgerà le aziende leader nel settore tecnologico con 15 mila dipendenti e con innovativi progetti strategici”.

“Esprimiamo grande soddisfazione – aggiunge l’assessore Ezio Casati – per un Distretto tecnologico che nasce grazie alla straordinaria sinergia tra imprese, Camere di Commercio, Confindustria e i comuni del territorio. Un Distretto “ponte” tra la Milano delle Università e della ricerca e la Brianza produttiva”.

“La costituzione del Distretto HT – conclude l’assessore Gigi Ponti – rappresenta un ulteriore passo nella direzione della valorizzazione del potenziale economico del territorio e un valore aggiunto che la nuova Provincia di Monza e Brianza potrà utilizzare al meglio nelle sue prospettive future di crescita”.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,550FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -