2.8 C
Milano
lunedì, Gennaio 30, 2023

Il 29, 30 e 31 Gennaio i Giorni della Merla

Array

La GdF sequestra una discarica abusiva ad Assago

(mi-lorenteggio.com) Milano, 05 maggio 2008 – Le Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Milano, nell’ambito di appositi servizi finalizzati al controllo economico del territorio, hanno sottoposto a sequestro, alle porte del capoluogo lombardo (Assago), un’area di oltre 30.000 metri quadri, utilizzata come centro di raccolta di rifiuti pericolosi e speciali privo di autorizzazione.
Nel corso dei sopralluoghi sono stati rinvenuti rimorchi, carcasse di auto, cataste di pneumatici, celle frigorifere, materiale di risulta edilizia, e rifiuti solidi urbani. Inoltre, abbandonati sul suolo, e a ridosso di un centro di ricovero per anziani, sono stati scoperti cumuli di batterie d’auto esauste e ammassi di eternit (notoriamente contenente amianto) esposti all’azione corrosiva degli agenti atmosferici.
Il sito è stato individuato grazie all’impiego di elicotteri del Corpo dotati di sofisticate strumentazioni tecnologiche.
Nell’area posta sotto sequestro, limitrofa ad alcuni appezzamenti coltivati per mezzo di canali d’irrigazione sotterranei, è stato possibile constatare anche l’interramento di rifiuti speciali.
La Procura della Repubblica di Milano, che coordina le indagini, ha disposto, oltre al sequestro del sito, ulteriori analisi tecniche per stabilire l’entità del possibile pregiudizio ambientale.

Il Sindaco, intanto ha diffuso un comunicato alla cittadinanza, nel quale dice: "Ribadiamo che nell’area in questione in prossimità del confine con Buccinasco, nonviene svolta alcuna attività di smaltimento rifiuti. Come altre zone del territorio
spesso è stata oggetto di abbandono di rifiuti per i quali questa Amministrazione, nel tempo ha sempre attivato interventi di rimozione e smaltimento. Ed anche in questa ennesima situazione le operazioni di rimozione erano già state avviate.
Fra i materiali abbandonati vi sono parti di automobili, macerie edilizie e poche lastre di eternit. Per l’area era in corso un contenzioso giuridico che ha impedito la piena disponibilità.
Vorrei soffermarmi in particolare su un aspetto trattato con estrema leggerezza dai media: la falda. L’acqua potabile che arriva nelle nostre case non presenta alcun tipo di problema. Presso gli uffici è possibile visionare le periodiche relazioni redatte
dall’Asl sulla qualità dell’acqua potabile erogata nel ns. territorio.
I cittadini possono stare tranquilli poiché non appena torneremo in possesso dell’area sarà ns. cura, di concerto con Arpa, proseguire nell’opera di pulizia interrotta".

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,572FansMi piace
162FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -spot_img