4.2 C
Milano
lunedì, Febbraio 6, 2023

Proverbio: Febbraio, febbraiello, cortino e bugiardello

Array

Striscione neonazista a Corsico: “Un attacco ai valori della Repubblica”

Corsico (Milano 10 ottobre 2008) – Dopo il servizio del cronista Marco Porro sul quotidiano Il Giorno di oggi, il sindaco di Corsico Sergio Graffeo torna sulla vicenda dello striscione di stampo neonazista attaccato la notte scorsa sul ponte di Corsico e ribadisce: "Dobbiamo arrestare, con tutta la forza della democrazia una deriva che la politica di destra tende a legittimare, stravolgendo la storia e minimizzando episodi che minano gli sforzi e il sacrificio di uomini e donne per liberare, negli anni Quaranta, l’Italia dall’oppressione fascista”.

Confermando la sua presenza all’iniziativa organizzata dal Comitato antifascista di zona domani pomeriggio dalle 15 alle 17 alla Fontana dell’Incontro di via Cavour, Sergio Graffeo sottolinea: “Rappresenterò tutta la città, per testimoniare che la maggior parte delle persone crede fermamente nei valori della Resistenza, nella lotta al fascismo e nella Costituzione, che rappresenta una guida fondamentale e fonte inestimabile di valori ai quali anche le giovani generazioni dovrebbero ispirarsi".

Il sindaco ha già deciso che nelle prossime settimane distribuirà a tutti gli alunni delle classi quinte delle primarie (ex elementari) e agli studenti delle secondarie di primo grado (medie) la Costituzione raccontata da Mario Lodi. “In occasione delle celebrazioni per il sessantesimo anniversario della nostra Carta – conclude Graffeo – credo siano importanti le parole pronunciate, anche recentemente, dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. E proprio partendo da queste che intendo incontrare e confrontarmi con gli studenti delle scuole corsichesi”.

Presidio antifascista: ci sarà anche l’Anpi e il sindaco di Cesano Boscone 

“Cesano respinge a voce alta qualsiasi tentativo di intimidazione e parteciperà al presidio organizzato dal Comitato antifascista di zona”: così il sindaco, Vincenzo D’Avanzo annuncia la sua partecipazione ufficiale all’iniziativa prevista per domani pomeriggio a Corsico, alla Fontana dell’Incontro, in via Cavour dalle 15 alle 17.

Sarà presente anche Ferruccio Fabbri, ex sindaco di Cesano e coordinatore di zona dell’Anpi: “Ritengo che le forze dell’ordine debbano intervenire per contrastare, con decisione, le frange di estrema destra. Fino a quando la Costituzione non verrà cambiata, è scritto a chiare lettere che il fascismo è vietato. La colpa è delle dichiarazioni fatte dalla politica negli ultimi tempi, quando si afferma che la Resistenza è da mettere in discussione o si tenta di svuotare i valori della Costituzione o, ancora, non si critica la caccia allo straniero. Quello che ci preoccupa di più è che questi gruppi si ispirano all’ideologia nazista, che va oltre il fascismo”.

Il presidio di domani pomeriggio vedrà la partecipazione di tutte le forze democratiche, delle associazioni e dei cittadini che “vorranno manifestare – precisa ancora Fabbri – contro questa deriva, per evitare che il passato possa tornare”.
Striscione neonazista: “Un attacco ai valori della Repubblica”.

Nazifascismo: “Un’escalation in tutto il milanese”

“Appena abbiamo saputo dal sindaco di Corsico dello striscione attaccato da gruppi di estrema destra lungo la Nuova Vigevanese, ci siamo mobilitati organizzando un presidio per testimoniare il nostro sdegno”: così Maurizio Graffeo, segretario dell’Anpi di Corsico spiega le ragioni della partecipazione dell’organizzazione dei partigiani al presidio organizzato per domani pomeriggio, dalle ore 15 alle 17, in via Cavour, in pieno centro cittadino.
“Ho contattato anche il nostro presidente regionale Antonio Pizzinato – prosegue Maurizio Graffeo – che sostiene l’iniziativa”.

Pizzinato ha infatti dichiarato, commentando l’episodio: “È l’indice di rigurgiti fascisti e conseguenza della non vigilanza da parte degli organismi preposti nei confronti di chi viola la Costituzione, la Legge Scelba e la Legge Mancino ricostituendo le organizzazioni naziste e fasciste. In agosto è stata autorizzata l’apertura della sede di Cuore nero. Da allora, a Milano e nei Comuni della provincia si ripetono episodi di esaltazione delle barbarie naziste e fasciste. Riveste quindi una particolare importanza la manifestazione organizzata domani dal Comitato antifascista del sud Milano”.

Anche il sindaco di Trezzano alla manifestazione

"Parteciperò – sottolinea Liana Scundi, sindaco di Trezzano sul Naviglio – insieme agli altri sindaci al presidio organizzato dal Comitato antifascista di zona domani pomeriggio a Corsico, nella convinzione che si debba partire dalla Costituzione per diffondere tra i giovani i valori della Resistenza e della democrazia. Quanto accaduto a Corsico e a Cesano dimostra che non possiamo e non dobbiamo abbassare la guardia".

Il Comitato antifascista del sud Milano è nato nel periodo delle stragi terroristiche di estrema destra e delle Br. L’obiettivo principale delle forze democratiche che ne fanno parte è costituire una vera e propria barriera.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,573FansMi piace
162FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -spot_img