18.7 C
Milano
giovedì, Maggio 26, 2022

8 MAGGIO - FESTA DELLA MAMMA

Array

Da oggi fino al 15/4 2009 stop ai mezzi più inquinanti

Ultimo aggiornamento il 15 Ottobre 2008 – 16:36

(mi-lorenteggio.com) Milano, 15 ottobre 2008 – E’ entrato oggi in vigore  il Piano di Regione Lombardia per prevenire e contenere gli episodi acuti di inquinamento atmosferico, in particolare quello da polveri sottili (PM10), nel periodo invernale. Il Piano prevede il fermo programmato dei mezzi più inquinanti (autoveicoli benzina e diesel Euro 0 e diesel Euro 1, ciclomotori e moto a due tempi Euro 0) dal 15 ottobre 2008 al 15 aprile 2009, dal lunedì al venerdì (escluse anche le giornate festive infrasettimanali) dalle 7.30 alle 19.30.
Questo provvedimento si affianca al pacchetto di incentivi messi a disposizione dalla Regione che comprende uno nuovo stanziamento di 15 milioni di euro per moto ecologiche, filtri antiparticolato e taxi, che si aggiunge ai 50 milioni di euro stanziati nella passata stagione invernale per l’acquisto di auto (fondi ancora a disposizione) e impianti di riscaldamento a minor impatto.

La misura di limitazione del traffico risponde a due principali obiettivi:
– tutelare la salute di tutti i cittadini e in particolare dei soggetti più deboli (bambini e anziani) che sono i più esposti ai rischi degli alti livelli di inquinamento;
– soddisfare le indicazioni tassative dell’Unione Europea che impone agli Stati membri e alle Regioni di realizzare efficaci Piani di contenimento e riduzione delle emissioni inquinanti.

FERMO MEZZI INQUINANTI

Il provvedimento si applica alla Zona A1 (in allegato i Comuni che ne fanno parte). Potranno aderire anche altri Comuni non compresi nella Zona A1, sulla base di specifici accordi tra le Province e la Regione; ai residenti di questi Comuni sarà data la possibilità di accedere ai bandi per l’acquisto di moto e filtri antiparticolato. Coinvolti oltre 500.000 mezzi.
"Rispetto alla passata stagione invernale – sottolinea l’assessore alla Qualità dell’Ambiente, Massimo Ponzoni – ci sono due novità. Rispondendo ad una richiesta degli enti locali, il fermo sarà applicato anche alle strade provinciali. Saranno escluse dalle limitazioni dunque solo le autostrade, le strade ‘di interesse regionale R1’ e i tratti di collegamento tra queste strade, gli svincoli autostradali e i parcheggi di corrispondenza dei mezzi pubblici".

In più, è già stato deciso che, a partire dal 15 ottobre 2009, la limitazione ai mezzi più inquinanti si estenderà ai veicoli diesel Euro 2. La mappa e l’elenco delle strade percorribili, contenuti in un decreto della Direzione Generale Qualità dell’Ambiente, è disponibile sul sito internet www.ambiente.regione.lombardia.it.
Informazioni su questa misura saranno fornite anche telefonando al call center (840.00.00.05 da telefono fisso o 02.69967001 da cellulare e da fuori regione).

A partire da quest’anno, inoltre, i provvedimenti regionali per il periodo da ottobre ad aprile diventano permanenti, seppure a valenza stagionale; in altri termini, le misure decise quest’anno – salvo alcune modifiche che potranno essere introdotte di volta in volta (come ad esempio l’estensione dei divieti ai veicoli Euro 2 dall’ottobre 2009) – varranno per tutti i prossimi anni.
A questa misura se ne affiancano alcune altre, tra cui la conferma dei limiti all’utilizzo della legna per riscaldamento in camini o stufe di vecchio tipo (quando sia presente un altro impianto) nelle zone di pianura (sotto i 300 m di altitudine).

I BANDI PER MOTO, FILTI E TAXI

Con lo stanziamento complessivo di 15 milioni di euro sono stati varati:
– un bando da 3,5 milioni di euro per incentivare la rottamazione dei vecchi ciclomotori e motocicli Euro 0 o Euro 1 e favorire l’acquisto di mezzi nuovi a nullo o basso impatto ambientale (elettrici, ibridi o Euro 3) con contributi che vanno da 200 a 2.000 euro;
– un bando da 10 milioni di euro (di prossima emanazione) per promuovere l’installazione dei filtri antiparticolato sui mezzi diesel destinati al trasporto merci con contributi che vanno da 2.000 a 3.000 euro;
– un bando da 1,4 milioni per rinnovare il parco taxi.

CONTROLLI E OPACIMETRI

Sono scattate, inoltre, dal 1 agosto 2008 le sanzioni per il mancato rispetto della nuova normativa sul controllo dei gas di scarico, introdotta dal 1 agosto 2007, che prevede l’obbligo di una verifica annuale per tutti gli autoveicoli della Lombardia.
Devono sottoporsi al controllo gli autoveicoli immatricolati dal 1 gennaio 1970, con più di 4 anni di età o che abbiano percorso più di 80.000 km. Sono esclusi invece gli autoveicoli classificati d’interesse storico o collezionistico, iscritti nei registri previsti dall’articolo 215 del Dpr 16 dicembre 1992, n. 495 (Regolamento di esecuzione e applicazione del Nuovo Codice della Strada).
E’ in fase di ultimazione inoltre la gara per l’acquisto, da parte della Regione, di 117 opacimetri che saranno messi a disposizione dei 100 Comuni lombardi con più di 15.000 abitanti per potenziare i controlli su strada.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,550FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -