25.9 C
Milano
domenica, Maggio 22, 2022

8 MAGGIO - FESTA DELLA MAMMA

Array

Rho-Monza: via al progetto di riqualificazione e potenziamento

Ultimo aggiornamento il 25 Ottobre 2008 – 2:00

Milano, 24 ottobre 2008 -È cominciato l’iter che porterà la vecchia Strada Provinciale 46 a diventare una superstrada con
caratteristiche autostradali: Provincia di Milano e Milano Serravalle Milano Tangenziali hanno infatti inviato ad Anas, il gestore della rete stradale ed autostradale italiana, il progetto preliminare di riqualificazione e potenziamento della Rho-Monza.
L’intervento è stato presentato oggi in conferenza stampa, presso la sede della Provincia di Milano, dal presidente della Provincia, Filippo Penati insieme all’amministratore delegato di Milano Serravalle, Massimo Di Marco, al suo presidente, Giampio Bracchi, e all’assessore alla Viabilità della Provincia di Milano, Paolo Matteucci.
Il nuovo percorso è pensato per servire al meglio il territorio che coinvolge i comuni di Paderno Dugnano, Bollate, Cormano, Novate e Baranzate, per un tracciato della lunghezza complessiva di 9,2 chilometri (di cui 700 metri dell’attuale Tangenziale Nord).
Per realizzare l’intervento, del costo complessivo di 288 milioni di euro, Milano Serravalle Milano Tangenziali investirà complessivamente 217 milioni di euro. Altri 71 milioni di euro saranno impiegati da Autostrade per l’Italia per la realizzazione della tratta 3 del progetto, che va dalla ferrovia Milano-Varese alla connessione con la fiera di Rho-Pero.
Terminato l’iter di approvazione del progetto, che accoglierà ulteriori migliorie proposte dal territorio, i lavori sulla Rho Monza partiranno a metà 2012 e si concluderanno entro fine 2014.
“Con la nuova Rho-Monza – afferma il presidente della Provincia di Milano Filippo Penati – chiudiamo il cerchio del sistema delle tangenziali milanesi. Senza pesare sulle tasche pubbliche, grazie all’impegno delle società concessionarie, diamo a chi si sposta nell’area metropolitana milanese un’infrastruttura adeguata ai flussi di traffico, che consentirà il passaggio diretto tra Tangenziale Est e Tangenziale Ovest, senza dovere per forza utilizzare, come accade oggi, la Statale dei Giovi. Con l’accesso al polo fieristico di Rho-Pero, l’opera costituisce un intervento importante e strategico in vista dell’Expo 2015”.
“E’ il risultato di un approfondito lavoro di concertazione con i comuni del territorio – commenta Paolo Matteucci, assessore provinciale alla Viabilità, Mobilità e Trasporti -, per realizzare un’opera che convoglierà il grande traffico, che ora insiste nella viabilità locale di un territorio densamente urbanizzato, su di un’arteria finalmente di proporzioni adeguate. Questo intervento nasce con una particolare attenzione ambientale: oltre agli 8 chilometri di barriere antirumore, saranno realizzati 270mila metri quadri di opere a verde, un nuovo parco a Bollate, e la riqualificazione del verde esistente. Ciò, insieme alla nuova viabilità
complementare e alla deviazione del grande traffico di passaggio, restituirà ai cittadini territorio più vivibile e sicuro”
“Grazie all’intervento di riqualifica e potenziamento della Strada provinciale 46, Milano Serravalle Milano Tangenziali si conferma come fulcro dell’innovazione sul fronte delle infrastrutture non solo per Milano, ma per tutta la Lombardia – ha commentatol’amministratore delegato della società, Massimo Di Marco. La Rho-Monza diventerà un’opera di importanza strategica per l’accessibilità al nuovo polo fieristico di Milano e all’area dell’esposizione universale e, soprattutto, consentirà di completare l’anello delle Tangenziali di Milano”.
In dettaglio, il nuovo itinerario andrà a costituire il prolungamento dell’attuale Tangenziale Nord: a Paderno si sovrapporrà e affiancherà la Milano-Meda, supererà il fiume Seveso e la linea ferroviaria Milano- Como, per arrivare a collegarsi alla provinciale Rho-Monza. Di qui il tracciato correrà lungo la provinciale, che verrà riqualificata con interventi che adegueranno le attuali due corsie per senso di marcia alle caratteristiche autostradali. Verrà inoltre realizzata una variante a sud dell’attuale percorso, per allontanare l’opera dall’area abitata.
A Baranzate, dove l’attuale provinciale si restringe ad una corsia per senso di marcia, il nuovo tracciato autostradale, realizzato a cura di Autostrade per l’Italia, proseguirà a Nord del centro abitato con una serie di gallerie artificiali e svincoli, per raccordarsi direttamente con il nuovo svincolo “Fiera” sull’autostrada A8 “dei Laghi”. Particolare attenzione verrà posta alle opere di mitigazione e compensazione ambientale e acustica, con la realizzazione di dorsali verdi e percorsi ciclopedonali e 8,5 chilometri di barriere acustiche lungo tutto il tracciato.
Dalle simulazioni effettuate lungo il nuovo percorso si prevede che la nuova opera porterà benefici al sistema
delle strade provinciali e urbane coinvolte con una riduzione del traffico tra il 20 e il 30%.

LA NUOVA RHO-MONZA IN NUMERI

Lunghezza del nuovo percorso 9,2 Km
Partenza dei lavori estate 2011
Conclusione dei lavori dicembre 2014
Riduzione del traffico tra il 20% e il 30%
Mitigazione acustica 8,5 km di barriere acustiche
Costo complessivo opera 288 milioni di euro

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,551FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -