28.2 C
Milano
venerdì, Maggio 20, 2022

8 MAGGIO - FESTA DELLA MAMMA

Array

E’ Simone Negri il primo coordinatore del PD della zona sud-ovest Milano

Ultimo aggiornamento il 27 Novembre 2008 – 20:32

(mi-lorenteggio.com) Cesano Boscone, 27 novembre 2008 – Il Partito Democratico in zona ha puntato tanto sui giovani e numerosi sono stati gli incontri per avvicinarli alla politica e soprattutto per invitarli a partecipare per condividere un percorso comune.

Il nuovo partito, nato da quelli che furono i D.S. e il partito della Margherita, non solo ha dovuto affrontare questo difficile passaggio, ma, è riuscito anche a dare spazio a quei giovani, che hanno voluto provare nuove esperienze.
Questo l’ho potuto vedere e constatare in particolar modo a Cesano Boscone, dove a differenza del centro-destra, a quanto mi risulta, nulla è stato fatto per avvicinare e per far partecipare nuove "risorse umane", attingendole dal territorio, per creare una squadra. Ciò, a maggior ragione, sarebbe dovuto accadere,  in vista delle prossime elezioni amministrative.
Comunque, domenica 16 novembre 2008 scorsa, si sono svolte le elezioni per eleggere il coordinatore del PD di zona del sud-ovest Milano, zona che comprende i comuni di Cesano Boscone, Corsico, Buccinasco, Trezzano sul Naviglio, Assago, Cusago. L’assemblea ha eletto Simone Negri, 28 anni, cesanese,  da poco laureato, all’interno del Partito Democratico.
Una ulteriore novità è che Simone Negri, è ricercatore, non è figlio di esponenti politici.

Simone Negri è riuscito, non con facilità, a rompere certi schemi politici del passato, a sfidare e a farsi strada tra i politici di professione, anche avanti con l’età, che sul territorio occupano già diverse cariche e vantano esperienze politiche di tutto rispetto.  Nonostante queste brillanti carriere,  alcuni dei quali, a fatica riescono a dare spazio o a rinunciare a cariche. Negri, senza dubbio, ha lavorato tanto per il partito e lo ha meritato, il mazzo se lo è fatto. Ne ho visti pochi a Cesano sbattersi come lui. Nelle amministrative cesanesi del 2004, ha partecipato alla lista civica dei giovani, "Cesano in Testa", che, però, non è riusciuta ad avere il numero di voti necessario per avere almeno un consigliere. Per una strategia sbagliata, a mio giudizio, come già scrissi nel 2004.

Quali sono i tuoi obiettivi?

Interfacciarmi e coordinare i problemi amministrativi dell’area di zona di mia compentenza, portando risposte esaustive condive su tematiche comuni nei singoli comuni. Problemi, quali ad esempio, il traffico sulla vigevanese, la Milano-Mortara. Sarà fondamentale il non lasciare che si agisca spaiatamente, come è stato fatto, prima della nascita del PD.
Un secondo importante obiettivo, sarà quello di creare più informazione, scambio di idee tra il provinciale e i singoli circoli comunali per lavorare con un solo percorso comune.
Terzo e fondamentale punto, invece, sarà quello di aumentare l’importanza della figura del Circolo Comunale e a dargli sempre più un ruolo maggiore, che non perda la rotta della strategia comune, nell’ottica di azione di un partito nuovo. Il singolo Circolo Comunale, però, non deve e non rimarrà da solo, in quanto con le linee direttive, tutti gli eventi e le iniziative avranno la partecipazione degli altri singoli circoli di zona.

Una sorta di mutuo-soccorso?

Come idea, per semplificare il concetto, diciamo di si. Se venisse organizzata nel comune di Assago, ad esempio, la festa del partito o l’organizzazione di un convegno, tutti i circoli parteciperanno e daranno supporto per far sì che l’evento riesca e abbia successo. Uniti e indipendenti al tempo stesso.

Puntate tanto sui giovani?

Si, ci sono molte leve nuove, che hanno partecipato e condiviso idee, creando un gruppo coeso, che ha condiviso l’idea di partecipare ad un progetto, che ha previsto la nascita di un nuovo partito a tutti gli effetti, sia nell’organizzazione che come struttura.
Per ora, questa chiamata ai giovani di partecipare, ha avuto le sue risposte in modo evidente. Mara Rubicchi e Dario Esposito, nell’Assemblea Giovanile, ad esempio, la prima a livello nazionale, il secondo a livello regionale, sono stati eletti rappresentanti dei più giovani.

Il PD Cesano è sereno per le prossime amministrative?
Si, lo siamo perchè, come circolo, siamo particolarmente affiatati e non divisi. I 18 membri del coordinamento all’unanimità mi hanno eletto: segno che non ci sono divisioni o correnti.  Ma,  questo new trend si evince anche dalla grande partecipazione del Circolo di Cesano alla stesura del programma e dal grande coinvolgimento ai banchetti, alle serate che organizziamo.

Siamo uniti e camminiamo guardando avanti in un’unica direzione…

Ti candiderai a Cesano?
Siamo un partito e sarà l’assemblea del partito, che ancora si deve riunire, a decidere i nomi della lista. Rimetto, quindi, questa decisione nelle mani del partito. Quindi, valuterò l’utilità di candidarmi, perché mi piace dare il meglio di me in quello che faccio e preferisco dedicarmi anima e corpo a un incarico piuttosto che ricoprire due ruoli in maniera approssimativa.

Quanto dura la tua nuova carica?
Ora, stiamo lavorando per fare il congresso, che è previsto per l’ottobre prossimo: per questo la mia carica durerà fino a quel momento, quando, verrà rieletto il nuovo coordinatore. 

A quale circolo appartieni, visto che ora ne hai tanti?
Provengo da quello cesanese, ma, da oggi, sono tutti "miei" circoli, senza distinzione!

Vittorio Aggio

(aggiornato alle ore 24.00)

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,552FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -