23.7 C
Milano
lunedì, Maggio 23, 2022

8 MAGGIO - FESTA DELLA MAMMA

Array

Posato il nuovo ponte pedonale sul Naviglio Grande a Corsico

Ultimo aggiornamento il 11 Agosto 2009 – 15:35

(mi-lorenteggio.com) Corsico, 11 agosto 2009 – Stamane, con una enorme gru è stato posato il nuovo ponte pedonale lungo il Naviglio Grande a Corsico.

Numerosi cittadini, pensionati, donne e ragazzi,  hanno assistito al lavoro delle maestranze, che per tutta la mattinata hanno lavorato duro affinchè tutto procedesse per il meglio.

La classe politica corsichese, quella che non è andata in vacanza,  ha preferito godersi lo spettacolo da un terrazzo di un nuovo edificio, che sorge lungo l’alzaia.

 

Prima della posa, gli operai dell’Enel e della Telecom, hanno dovuto mettere in sicurezza e sistemare i cavi elettrici e telefonici che passavano lungo l’alzaia dopo di chè si è dato il via ai lavori.

Una enorme gru gialla ha preso la struttura del ponte e dopo averla fatta roteare, abilmente, l’ha appoggiata sopra i due piloni in cemento armati che si trovano tra il letto del Naviglio.

Al termine della posa, durata meno di un’ora, tra le 9.20 e le 10.10 di questa mattina, un lungo applauso ha salutato il nuovo ponte.

“Fino al 1949 -spiega l’assessore ai lavori pubblici, Giovanni Giovannini, che ha seguito l’intervento insieme a un discreto numero di amministratori e cittadini- in questo tratto c’era solo una barchetta. È stata la cartiera, sessant’anni fa, a costruire il ponte pedonale allo sbocco di via Oberdan”. Ponte che rimarrà, anche a testimonianza di un passato più industriale.
“È il secondo passaggio ciclopedonale -prosegue l’assessore- realizzato dall’amministrazione Graffeo, un segnale forte per oltrepassare una delle barriere che dividono Corsico”.
L’intervento è stato finanziato dall’impresa costruttrice della vicina area, a scomputo degli oneri di urbanizzazione.
La campata posizionata oggi pesa 100 tonnellate, è lunga 50 metri e nel punto più alto misura 7 metri. Si appoggia su due pilastri, all’interno dei quali verranno installati altrettanti ascensori. Il passaggio sotto l’alzaia misura 5 metri, così da permettere il transito a tutti i mezzi; sul lato della Vecchia vigevanese è maggiore soltanto perché il piano stradale è più basso.
Ora il ponte verrà corredato di tutte le attrezzature necessarie, mentre già sono stati installati i tubi per il teleriscaldamento. “L’ipotesi -precisa Giovannini- è che la centrale termica posta nel nuovo quartiere possa riscaldare anche il Giardino”.
L’opera collega l’area dell’ex cartiera Burgo a quella del supermercato Coop, in piazza Fratelli Cervi, così da agevolare i residenti. Ma permetterà anche a quanti abitano al Giardino di utilizzare le aree a verde situate sull’altra sponda. In base alle attuali programmazioni, sarà operativa per fine anno.
Già nella tarda giornata di oggi la Vecchia vigevanese verrà riaperta al traffico pubblico e privato; per l’alzaia, invece, il ripristino nel tratto fra le vie Oberdan e Vittorini sarà realizzato entro venerdì 14 agosto, così da permettere alle diverse società di servizi di completare i rispettivi interventi.

Vittorio Aggio

 

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,551FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -