19.9 C
Milano
giovedì, Agosto 18, 2022

Proverbio: Di Settembre e di Agosto bevi vino vecchio e lascia stare il mosto

Array

Trasporti. Buccinasco ottiene più mezzi, Corsico e Cesano contestano la scelta fatta non a livello sovracomunale

Ultimo aggiornamento il 18 Giugno 2010 – 18:28

Corsico e Cesano Boscone (18 giugno 2010) – Il vaso era già colmo. Ma adesso è traboccato. Soprattutto dopo che il Comune di Buccinasco, sborsando quarantamila euro e senza aver concordato nulla con gli altri Enti della zona, ha ottenuto nuove corse per la linea Atm 351 in direzione Bisceglie.
“Nel corso dell’ultimo di tre incontri fatti nell’arco di soli quaranta giorni– sottolinea l’assessora a Mobilità e Trasporti del Comune di Corsico, Rosella Blumetti – ho ribadito l’utilità di questi tavoli di lavoro solo se sono effettivamente decisionali e realmente produttivi, come l’ultimo organizzato, e quindi non vi siano battitori liberi che utilizzano relazioni privilegiate per ottenere più degli altri, riversando i problemi sui territori limitrofi”.
D’altra parte lo stesso dirigente milanese del settore trasporti e mobilità, Alessandro Martinoli, in un incontro tenutosi il 18 maggio scorso aveva affermato: “Se vi saranno proposte riguardanti linee che percorrono e servono diversi Comuni, saranno sottoposte a esame di tutte le Amministrazioni interessate”. Però così non è stato.
“La cosa che ci preoccupa di più – prosegue l’assessora Blumetti – è il fatto che Buccinasco voglia depotenziare la linea 321 (Bisceglie-Assago), anche se sono contrari sia i tecnici milanesi sia Assago, per recuperare km/bus da utilizzare esclusivamente al suo interno, facendo venir meno una progettazione territoriale del sistema di trasporto pubblico, così come chiesto da Milano e da Atm. Infatti – spiega l’esponente della Giunta Ferrucci – quando ho chiesto i progetti per studiare insieme come migliorare le tratte oggi esistenti, mi è stato risposto che, tanto, sarebbe stato inutile, perché si ripartiva da zero, considerando alcuni punti nodali in ciascun Comune. Tra l’altro – evidenzia Rosella Blumetti – la linea 321 è l’unica che assicura un collegamento nord/sud fra i nostri territori, perché tutte le altre sono radiali e dirette verso Milano”.
Favorendo interessi dei singoli Comuni, “si creano grossi problemi – ha precisato Giuseppe Marzo, il funzionario di Corsico che segue da anni la questione dei trasporti nel sud ovest milanese – a quelli limitrofi, che si trovano così a non riuscire a soddisfare le esigenze dei propri cittadini”.
Da anni le Amministrazioni comunali chiedono a Milano, incaricato dalla Regione di gestire il servizio di trasporto pubblico locale, di migliorare i collegamenti trasversali e quelli diretti al capoluogo lombardo.
In numerosi incontri hanno anche ribadito la necessità di ripristinare un diritto per i cittadini che abitano nell’immediata periferia: l’unificazione del costo del biglietto.
“La modifica della linea 351 (Romolo-Buccinasco) – ha spiegato il dirigente del Comune di Milano, Martinoli, nel corso dell’ultimo tavolo tecnico – riguarda esclusivamente otto corse complessive (quattro al mattino e altrettante al pomeriggio) ed è stato chiesto al Comune di Buccinasco, che ha accettato, un pagamento di 40mila euro oltre Iva per il servizio aggiuntivo”.

Anche Cesano si è mostrato critico di frontea questa scelta.

V.A.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,617FansMi piace
162FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -