18.7 C
Milano
martedì, Maggio 21, 2024

Proverbio: Aprile fa il fiore e maggio si ha il colore

Array

Manovra Monti, "Colpo di grazia per aziende agricole"

(mi-lorenteggio.com) Milano, 14 Dicembre 2011 – Sono molto gravi le conseguenze nel settore agricolo dovute alle nuove misure previste dal decreto varato dal Governo Monti per gli aumenti di imposte a carico degli agricoltori. L’incremento della base imponibile ai fini Imu, assieme alle nuove tasse sui fabbricati rurali, comporta incrementi dal 100% sino al 300%. Secondo le stime elaborate dal Centro studi di Confagricoltura, l’imposizione fiscale per un’azienda di circa 50 ettari con quattro fabbricati rurali, che attualmente versa un’Ici sui soli terreni di circa 2.200 euro, con la nuova tassazione passerebbe ad un totale di oltre 8.600 euro. Un aumento che supera i 6.400 euro, prossimo al 300% dell’attuale carico fiscale. Quanto all’aumento delle accise sui carburanti, si rischia di dare il colpo di grazia ai consumi. Anche per gli agricoltori si tratta di una nuova stangata: il gasolio è fondamentale nel settore per il riscaldamento delle serre, per l’alimentazione dei mezzi meccanici e indispensabile nei mesi in cui si avvicendano operazioni di semina, concimazione, diserbo, irrigazione, e raccolta. Solo a ottobre i rincari dei carburanti hanno fatto salire del 7,6% annuo i costi di produzione degli agricoltori. Infine, quando aumenterà l’IVA al 23% per i prodotti ora al 21% e al 12% per i prodotti ora assoggettati a quella del 10%, si assisterà inevitabilmente ad ulteriori aumenti di costi di acquisto e di produzione. L’inasprimento delle misure fiscali, tributarie, contributive e previdenziali andrà a pesare in maniera grave su una situazione già molto complessa che vede le imprese agricole con l’affanno.

A tal proposito, l’Assessore Provinciale all’Agricoltura di Milano, Luca Agnelli, ha dichiarato: “Chi vota questa manovra si metta la mano sul cuore e pensi a cosa significherà per il comparto agricolo. Aumenti come quelli a carico degli imprenditori agricoli non possono essere decisi senza modelli che simulino le effettive ricadute sui costi di produzione e conseguentemente diminuzione degli utili. Il governo ha calcolato quanto costerà da domani produrre un litro di latte? I produttori hanno già patito in questi anni le fluttuazioni dei prezzi e della materie prime, e vedranno a breve ridimensionati gli aiuti comunitari: questa manovra rischia di essere un colpo mortale inferto alle aziende agricole.”

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -