13.7 C
Milano
sabato, Maggio 18, 2024

Proverbio: Aprile fa il fiore e maggio si ha il colore

Array

LOMBARDIA. DONAZIONE-TRAPIANTO, MANTOVANI:REGIONE PUNTA A ULTERIORE MIGLIORAMENTO

Briosco/MB, 18 aprile 2015 – "La medicina dei trapianti costituisce una pratica terapeutica ampiamente consolidata ed efficace, che ha assunto nel tempo dimensioni rilevanti, sia in termini di numero di interventi, che di risultati raggiunti in conseguenza del progresso scientifico. Regione Lombardia intende perseguire l’ulteriore miglioramento quali-quantitativo delle attività attraverso interventi di razionalizzazione dell’intero processo donazione-trapianto". Lo ha detto il vice presidente e assessore alla Salute di Regione Lombardia Mario Mantovani nel corso del workshop ‘Il 118 dal soccorso sanitario alla logistica dei trapianti’, che si è svolto, questa mattina, a Villa ‘Walter Fontana’, a Briosco (Monza e Brianza).

 LA SITUAZIONE LOMBARDA – "A livello regionale – ha spiegato Mantovani – Areu ha la competenza del sistema di trasporto organi. Le Centrali operative 118 lavorano sulla base di procedure operative condivise con il Centro regionale trapianti (Crt) di riferimento, identificato nella Irccs Fondazione Ospedale Maggiore Ca’ Granda di Milano. La rete regionale dei prelievi e trapianti di organi e tessuti è rappresentata da 18 Aree di prelievo e 21 Centri trapianti siti presso Aziende ospedaliere e Irccs pubblici e privati". 396 DONATORI NEL 2014 – "Nel 2014 – ha aggiunto il vice presidente – sono stati segnalati 396 donatori, con l’offerta ai Centri Trapianto di 1.404 organi, ed eseguiti 605 trapianti".

CAMMINO VERSO INNOVAZIONE – "Nelle Regole 2015, che abbiamo recentemente approvato in Regione, – ha ricordato l’assessore alla Salute – abbiamo previsto una complessiva revisione del modello organizzativo del sistema regionale trapianti, attraverso un aggiornamento dei ruoli e compiti dei diversi soggetti coinvolti nella rete e stiamo valutando un programma di riordino interaziendale dei Centri trapianti. In particolare, verrà posta significativa attenzione alle sinergie possibili nelle attività dei Centri Trapianti di polmone, fegato e rene presenti nella città di Milano. A questo riguardo le AO Niguarda e la Fondazione Irccs Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano verranno chiamate a predisporre progetti di integrazione specifici".

RESPONSABILITÀ CIVICA – "Un’altra iniziativa importante – ha evidenziato Mantovani – riguarda la responsabilità civica dei cittadini nei confronti del tema della donazione. Si tratta dell’avvio del protocollo ‘Donare gli organi: una scelta in Comune’, stipulato da Regione Lombardia in collaborazione con Centro nazionale Trapianti, Federsanità, Anci Lombardia e Associazione italiana per la Donazione di Organi, Tessuti e Cellule, per l’adesione al programma di informazione delle Amministrazioni comunali dei cittadini che esprimono volontà di donazione organi.

IL VALORE DELLA VITA – "Credo che il valore della vita – ha concluso Mantovani – sia un principio fondamentale e innegabile, così come la difesa della vita stessa sia un diritto e dovere di ogni persona; le Istituzioni, composte da persone elette, quindi scelte per essere guida civica della comunità, hanno la responsabilità di promuovere la vita e di sostenere tutte le iniziative volte a renderne migliore la qualità. Quando la malattia e la disperazione portano l’uomo quasi a perdere la fiducia, ciò che sostiene lui e la sua famiglia è solo la speranza. E quando la scienza medica e le Istituzioni sono in grado di ‘affiancarsi’ alla speranza, dando così una seconda possibilità di vita, si compie quella che è la vera missione della responsabilità pubblica di un amministratore e di un’Istituzione".

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -