22.1 C
Milano
mercoledì, Maggio 22, 2024

Proverbio: Aprile fa il fiore e maggio si ha il colore

Array

VARZI, LIBERATI I PRIMI PULLI DI BALESTRUCCI RECUPERATI A SEGUITO DELLA DISTRUZIONE DEI NIDI

(mi-lorenteggio.com) Varzi, 3 luglio 2015 – Nella mattinata di giovedì 2 luglio a Varzi, i volontari di Lav Oltrepò e Lac ( Lega abolizone caccia) hanno liberato i primi pulli di balestrucci recuperati a seguito dell’intervento avvenuto lo scorso 18 giugno, quando durante i lavori di ristrutturazione alla facciata dell’oratorio, l’impresa incaricata aveva completamente distrutto un’intera colonia di nidi attivi.

I giovani volatili dopo il salvataggio, sono stati accuditi e svezzati manualmente grazie all’assistenza costante di una veterinaria specializzata nella cura di questa specie e da diversi volontari, e una volta pronti a spiccare il volo, sono stati liberati nel territorio in cui i loro nidi erano stati distrutti.

I volontari che si erano adoperati per il benessere dei piccoli, hanno aspettato con ansia questo giorno, tanta è stata la commozione anche da parte dei passanti, nel vedere che una volta liberati, i piccoli si siano subito ricongiunti agli esemplari adulti del proprio stormo, che li guiderà durante la migrazione autunnale verso l’Africa.

Con grande soddisfazione i volontari delle due associazioni hanno potuto constatare che tutti i nidi artificiali donati dall’Oasi Smeraldino di Rozzano, posizionati in sostituzione di quelli distrutti, il giorno successivo alla tragedia, sono stati ricolonizzati riuscendo quindi a sopperire in buona parte ai danni causati a questa specie protetta.

Un segnale positivo questo che costituisce un precedente per la tutela della fauna selvatica, e che insegna quanto la determinazione e la collaborazione tra volontari di diverse associazioni, possano portare a grandi risultati.

Lav Oltrepò ricorda nuovamente qualora fosse indispensabile effettuare lavori di intervento su edifici che ospitano i nidi durante i periodi di cova, di attuare tutte le misure per non disturbare le nidiate e che è possibile ovviare all’eventuale problema degli escrementi installando assi di legno al di sotto dei nidi.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -