23.7 C
Milano
mercoledì, Maggio 22, 2024

Proverbio: Aprile fa il fiore e maggio si ha il colore

Array

LOMBARDIA. ASS. ROSSI: 1,5 MLN EURO PER LA LEVA CIVICA VOLONTARIA REGIONALE

(mi-lorenteggio.com) Milano, 3 luglio 2015  – "Regione Lombardia prosegue, con un finanziamento di 1,5 milioni di euro, il suo virtuoso percorso di cittadinanza attiva per il potenziamento delle opportunità per i giovani all’interno degli enti locali". Così l’assessore allo Sport e Politiche per i giovani di Regione Lombardia Antonio Rossi ha commentato l’approvazione della Giunta, su sua proposta, dei criteri attuativi dell’iniziativa.

CITTADINANZA ATTIVA – "Come sottolineato nei giorni scorsi in un convegno a Palazzo Lombardia – ha spiegato l’assessore Rossi – la finalità del percorso da noi proposto è quella della realizzazione, all’interno degli enti locali lombardi, della Leva Civica regionale per giovani di età compresa tra i 18 e i 28 anni, anche cittadini Ue o extracomunitari ma residenti in Lombardia da almeno due anni". "Un’occasione – ha proseguito – di cittadinanza attiva e di acquisizione di conoscenze e competenze professionali spendibili nel mercato del lavoro".

DOTAZIONE FINANZIARIA – La dotazione finanziaria complessiva è di 1,5 milioni equamente suddivisa tra 2015 e 2016. Soggetti destinatari sono i comuni lombardi, in forma singola o associata.
"Regione Lombardia – ha sottolineato l’assessore – anche in questo caso conferma il contributo di 3.000 euro per ciascun volontario della Leva Civica e, in caso di 9 o più volontari, il 10 per cento sarà riservato a persone con disabilità".

IL TIPO DI PROGETTI – "I progetti di Leva Civica – ha spiegato l’assessore Rossi – riguardano l’assistenza e il servizio sociale, l’attività di valorizzazione del patrimonio storico, artistico e ambientale, la promozione e organizzazione di attività educative, culturali, sportive, di economia solidale e di protezione civile, comprese le attività amministrative, progettuali, gestionali e di contabilità".

‘DOTE SPORT’ E ANAGRAFE IMPIANTI TRA CRITERI PREMIANTI – "Per l’assegnazione del contributo regionale – annuncia l’assessore – conterà anche il coinvolgimento dei volontari nell’attività di consulenza, informazione e assistenza sul fronte della nuova misura della ‘Dote Sport’, ma anche nell’implementazione e nell’aggiornamento dell’Anagrafe dell’impiantistica sportiva prevista dall’articolo 7 della legge 26/2014". "A concorrere all’assegnazione del finanziamento regionale – ha proseguito – saranno anche le caratteristiche del progetto, l’organizzazione delle risorse e la coerenza della proposta con gli obiettivi regionali".

BANDO ENTRO 30 GIORNI – "Entro 30 giorni – ha concluso l’assessore Rossi – approveremo il bando, mettendo a disposizione la mail giovani@regione.lombardia.it per ogni delucidazione, e lasciando quindi spazio per la presentazione delle domande degli enti locali fino al 16 settembre definendo la graduatoria per il 21 ottobre. Nell’edizione 2014 sono stati coinvolti 236 enti locali con l’attivazione di 404 progetti e, quest’anno, stiamo di poter attivare 500 Leve".

"Mettiamo a disposizione 1,2 milioni, incrementabili, per sostenere l’attività ordinaria e continuativa svolta dal nostro sistema sportivo". ha aggiunto  l’assessore allo Sport e Politiche per i giovani di Regione Lombardia, nel corso della conferenza stampa post Giunta, dopo l’approvazione, su sua proposta, da parte della Giunta, della delibera che ha definito i criteri per la concessione dei contributi a sostegno dei Comitati/delegazioni regionali delle Federazioni sportive nazionali, delle associazioni e società sportive dilettantistiche e delle eccellenze.

CONTINUIAMO IMPEGNO PER SPORT – "Criteri – ha sottolineato l’assessore Rossi – con cui Regione Lombardia ribadisce il proprio concreto impegno a favore del mondo sportivo e il suo essere in campo a fianco di chi fa attività sul territorio regionale". "Una iniziativa – ha proseguito – che si pone in stretta continuità con le precedenti volte a concedere contributi a sostegno delle attività ordinarie e, in particolare, dell’iniziativa del 2014 che ha visto un’importante partecipazione dell’associazionismo sportivo dilettantistico lombardo".

PRONTI A INCREMENTARE DOTAZIONE – "Apriamo questa misura 2015 con una iniziale dotazione di 1,2 milioni di euro e pronti a incrementarla almeno a 1,5 – ha spiegato l’assessore – ripartendola, in analogia al dimensionamento a livello nazionale, fra le categorie di soggetti riconosciuti dal Coni e dal Cip, in ragione del differente ruolo da esse esercitato nell’ambito dell’organizzazione e della pratica sportiva".

TRE LINEE DI FINANZIAMENTO – Tre le linee di finanziamento: la prima per Comitati/Delegazioni regionali delle Federazioni sportive nazionali; la seconda è rivolta ad associazioni e società sportive dilettantistiche lombarde senza scopo di lucro iscritte al Registro nazionale del Coni e/o alla sezione parallela del Cip, affiliate a Federazioni sportive, Discipline sportive associate, Enti di promozione sportiva (categorie Fsn, Dsa/Eps, Fsn-Cip); la terza per le associazioni sportive dilettantistiche lombarde senza scopo di lucro espressione dell’eccellenza sportiva lombarda.

DOTAZIONE FINANZIARIA E ATTENZIONE AI DISABILI – Per la prima linea stanziamento di 100.000 euro, per la seconda 800.000 e, per la terza, 300.000. Sempre con il 10 per cento destinato alle associazioni o società la cui attività sia prevalentemente legata allo sport per disabili.

LE DOMANDE – Il contributo assegnabile sarà come minimo di 5.000 euro per la linea 1, 2.000 per la linea 2 con 1.000 per le realtà Cip, e, tra i criteri di assegnazione, ci sono il numero di tesserati complessivo, quello dei tesserati under 18, i titoli sportivi regionali, nazionali o internazionali e la presenza di collaboratori con attestati Blsd rilasciati da Areu.
Le domande si potranno presentare dall’1 al 30 settembre per le prime due linee, mentre le eccellenze saranno individuate entro il 7 e potranno fare domanda dal 10 al 30 settembre.

LOGO REGIONE SULLE MAGLIE DELLE ECCELLENZE – "Le società selezionate nella linea 3 – ha annunciato l’assessore – saranno premiate da me in ottobre e porteranno il logo di Regione Lombardia sulle loro maglie per l’intera stagione sportiva".

OBIETTIVO: PATRIA DELL’ATTIVITÀ MOTORIA – "Regione Lombardia – ha concluso l’assessore Rossi – è vicina al mondo dello sport con cui collaboriamo molto, con il quale vogliamo far crescere il numero di praticanti e rendere la nostra regione sempre più patria dell’attività motoria grazie anche a un ammodernamento degli impianti".

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -