19.6 C
Milano
martedì, Maggio 21, 2024

Proverbio: Aprile fa il fiore e maggio si ha il colore

Array

Pallavolo – Lombardia due volte campione d’Italia al Trofeo delle Regioni!

(mi-lorenteggio.com) Milano, 4 luglio 2015 – Apoteosi lombarda al Trofeo delle Regioni-Kinderiadi in provincia di Messina: per la terza volta nella storia (dopo le edizioni del 2000 e del 2013) la Lombardia porta entrambe le sue selezioni regionali, maschile e femminile, al primo posto della più importante manifestazione di volley giovanile organizzata dalla Federazione Italiana Pallavolo. Al Palazzetto dello Sport di Patti la festa comincia con il decimo successo della rappresentativa femminile, che con una rimonta da brividi riesce a superare il Veneto per 3-2 cancellando lo svantaggio iniziale; a seguire tocca poi alla squadra maschile salire sul trono per la terza volta consecutiva (la quarta in assoluto) battendo le Marche per 3-0 proprio come nelle ultime due edizioni del Trofeo.

Per il Comitato Regionale un altro risultato storico che premia l’intensa attività di promozione e sostegno alla pallavolo giovanile. Il presidente Adriano Pucci Mossotti commenta così il doppio successo: "Lavoro e programmazione pagano ancora. Questo successo è il frutto di quanto fatto negli anni dalle società del territorio: non a caso le nostre squadre sono formate da giocatori cresciuti in Lombardia e non provenienti da altre regioni. Siamo partiti senza il favore dei pronostici, ma abbiamo dimostrato strada facendo che le scelte compiute erano giuste, battendo avversarie di grande livello. Una soddisfazione immensa".

La selezione femminile della Lombardia va dunque in doppia cifra alle Kinderiadi, conquistando il Trofeo delle Regioni per la decima volta nella sua storia. La vittoria è il risultato di una spettacolare ed emozionante rimonta sul Veneto, che si arrende solo sul 3-2 (16-21, 21-23, 21-10, 21-6, 15-9) dopo essere stato in vantaggio di due set. In avvio di partita le lombarde non riescono a pungere in battuta né in attacco (22%) e vanno sotto addirittura 6-16 prima di recuperare qualche punto nel finale. Nel secondo set la Lombardia si porta sull’8-4, ma presto il Veneto recupera e si lotta punto a punto (15-16). Il finale è in volata: ai vantaggi si impongono le venete che volano sullo 0-2. A questo punto però arriva la veemente reazione delle ragazze di Paglialunga, che limitano drasticamente il numero di errori e prendono saldamente il comando della gara a cominciare dal servizio: dal terzo set in poi arrivano ben 9 ace sui 12 totali. La Lombardia scappa così sul 16-9 e chiude 21-10, mentre il quarto set si chiude ancora più velocemente (8-2, 16-5). Completata la rimonta, Colombano e compagne non si fermano e dominano anche il tie break, portandosi subito in vantaggio 6-0 e cambiando campo sull’8-3; l’estremo tentativo del Veneto (12-8) non basta e il punto del 15-9 fa esplodere la festa. Migliore in campo Alessia Populini, top scorer con 20 punti ma anche il 57% in ricezione; ottima però la prova di tutte le giocatrici. Per la Lombardia si tratta del ritorno al successo dopo la sconfitta in finale subita nel 2014.
Grande soddisfazione per il selezionatore regionale Marco Paglialunga: "Non è stato un percorso facile, ma le ragazze si sono compattate nel collegiale in Vallecamonica e ci hanno creduto sempre, forse più ancora dello staff. Di sicuro non partivamo favoriti come in altre occasioni e non avevamo le individualità pesanti di Veneto e Piemonte: abbiamo vinto grazie alla "fame" e alla voglia di far bene. La finale è stata molto emotiva e poco tecnica: tanta paura da una parte e dall’altra. Dal terzo set c’è stata la svolta grazie a qualche accorgimento tattico in battuta e a muro, ma soprattutto è stato l’entusiasmo a fare la differenza".

Subito dopo la finale femminile è il turno della selezione maschile: ancora una volta la Lombardia si trova di fronte le Marche in finale, come già nel 2013 e nel 2014, e ancora una volta il confronto si conclude con una netta vittoria per 3-0 (21-17, 21-14, 21-15). Nel primo set l’equilibrio dura fino all’8-8, poi la Lombardia si stacca sul 13-11 e piazza il break decisivo per il 18-13, gestendo tranquillamente il vantaggio fino al termine. Ancora più netto il secondo parziale: dal 7-5 iniziale si passa al 10-6, con le Marche che provano a restare in scia (11-7) ma devono capitolare definitivamente sul 16-10. La partita è ormai saldamente nelle mani dei lombardi, che dominano l’avvio del terzo set, con passaggi a 6-1, 10-4 e 14-5. Le Marche provano un’estrema rimonta risalendo fino al 18-15, ma non basta: la Lombardia si procura 5 match point e mette fine alla sfida al primo tentativo. Meritatissimo il successo finale per una squadra che ha ceduto soltanto un set in tutta la manifestazione.
Oreste Vacondio celebra così un altro successo alla guida della selezione: "Una vittoria di tutto il sistema: società, staff, dirigenti, tutti ci credono anche quando non ci sono le condizioni ottimali, come quest’anno. Il movimento ci dà la forza per vincere più dei singoli. Rispetto agli anni scorsi ci sono mancate alcune individualità importanti e abbiamo dovuto letteralmente inventare la squadra: un opposto e due centrali che non avevano mai ricoperto questi ruoli, un palleggiatore riadattato come banda… Abbiamo dovuto affrontare un lungo lavoro e questo rende il successo ancora più bello".

I tabellini delle gare:

FEMMINILE
Lombardia-Veneto 3-2 (16-21, 21-23, 21-10, 21-6, 15-9)
Lombardia: Colombano 4, Battista 5, Cometti 10, Civitico 11, Populini 20, Tanase 12, Scarpa (L), Monza, Peruzzo, Dalpedri. N.e. Crespi, Mosca. All. Paglialunga.
Veneto: Stocco 4, Gasparini 6, Martinelli 10, Maggiolo 4, Mason 7, Rampazzo 4, Gavioli (L), Moschini, Albrizio 1, Bovo. N.e. Fersino, Sbalchiero. All. Minotto.
Note: Lombardia: battute vincenti 12, battute sbagliate 16, attacco 42%, ricezione 47%-31%, muri 11, errori 34. Veneto: battute vincenti 5, battute sbagliate 9, attacco 19%, ricezione 43%-19%, muri 9, errori 29.

MASCHILE
Lombardia-Marche 3-0 (21-17, 21-14, 21-15)
Lombardia: Maccabruni 8, Gironi 8, Cariati 3, Bussolari 4, Gola 5, Santambrogio 12, Taramelli (L), Cremonesi, Parma, Franco. N.e. Daverio, Regattieri, Michieletto (L). All. Vacondio.
Marche: Cordano 2, Cantagalli 15, Trillini 2, Paoloni 5, Gardini 3, Recine 5, Federici (L), Lucconi 1, Larizza, Furiassi, Iannelli. N.e. Tallone, Petrucci (L). All. Rosichini.
Note: Lombardia: battute vincenti 8, battute sbagliate 7, attacco 40%, ricezione 39%-28%, muri 6, errori 12. Marche: battute vincenti 2, battute sbagliate 9, attacco 38%, ricezione 34%-27%, muri 5, errori 23.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -