7.5 C
Milano
venerdì, Dicembre 2, 2022

Proverbio: A Sant'Ambrogio il freddo cuoce

Cesano. Strage di Piazza Fontana, inagurata in Villa Marazzi mostra in ricordo delle vittime

 

(mi-lorenteggio.com) Cesano Boscone, 2 febbraio 2020 – Per i 50 anni dall’attentato di Piazza Fontana a Milano, in cui persero la vita 17 innocenti, in accordo con l’“Associazione Piazza Fontana 12 dicembre 1969”, il Circolo fotografico Cizanum, con il patrocinio del Comune di Cesano, ha, presentato stamane, presso  lo spazio espositivo di Villa Marazzi, la mostra fotografica, con contributo poetico, dal titolo “17 Graffi – Piazza Fontana 50°” a cura di Stefano Porfirio. Sino al 16 febbraio sarà possibile riflettere su questa funesta pagina di storia anche attraverso il lavoro di 17 fotografi a cui è stato affidato, ciascuno, il nome di una delle vittime da onorare attraverso un’immagine che la rappresenti.

 

Da sinistra: il fotografo Stefano Porfirio, Paolo Silva figlio di una delle vittime, Elvira Pavesi, Presidente del Circolo Fotografico Cizanum, l’ Assessore cultura, Ilaria Ravasi, e il sindaco Simone Negri

Lo scopo di questo progetto è di omaggiare i parenti delle vittime con un’opera fotografica di alto livello qualitativo ed emotivo, per mantenere viva la memoria su questo vile atto terroristico. Anche per questo il lavoro fotografico è supportato e arricchito da altrettanti poeti e scrittori con testi a commento delle fotografie: sedici scritti appositamente per la mostra, uno tratto dalla poesia “Patmos” di Pier Paolo Pasolini, composta nei giorni immediatamente successivi alla strage, e l’ultimo dal libro di Matteo Dendena “Ora che ricordo ancora”.

Presente anche una diciottesima immagine, realizzata da Stefano Porfirio – e anch’essa accompagnata da una poesia – immagine simbolica dell’intero percorso espositivo.

“È un onore per noi – sottolinea l’assessora Ilaria Ravasi – poter rendere omaggio, ospitando questa mostra a Cesano Boscone, alle vittime di una strage che segnò l’inizio di un decennio macchiato dal sangue di tanti innocenti e aprì una ferita nel cuore di Milano e degli italiani. Anche a 50 anni di distanza il nostro dovere è mantenere vivo il ricordo, e questo è possibile anche grazie all’associazione dei parenti delle vittime, che si sono resi disponibili ad accompagnare i ragazzi delle nostre scuole nella visita alla mostra, fornendo loro una preziosa testimonianza personale”.

In occasione di questo evento in corrispondenza di ogni fotografia/poesia è stato inoltre predisposto un QCODE, che permetterà al visitatore di poter ascoltare il testo recitato.

Oltre all’intervento del curatore Stefano Porfirio, erano presentii: Paolo Silva dell'”Associazione Piazza Fontana 12 dicembre 1969″, Agnese Coppola, curatrice della parte poetica dell’evento, alcuni fotografi e autori delle poesie.

Le fotografie rimarranno esposte fino al 16 febbraio nei seguenti giorni: venerdì dalle 17 alle 19. Sabato e domenica: dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 17 alle 19. L’ingresso è libero.

 

L. P.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,570FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -