2.8 C
Milano
lunedì, Gennaio 30, 2023

Il 29, 30 e 31 Gennaio i Giorni della Merla

Turisti italiani in Egitto: si può viaggiare ora?

Viaggiare in Egitto per turismo è di nuovo possibile per gli italiani, ma quali sono le regole da tenere presenti? Ecco tutto ciò che c’è da sapere

Molti turisti italiani si chiedono se finalmente potranno riprendere i propri viaggi versi l’Egitto. Le disposizioni sembrano parlare chiaro: i turisti con un risultato negativo del test o un certificato di vaccinazione sono invitati a visitare di nuovo l’Egitto. Ciò significa che è il momento di richiedere l’autorizzazione elettronica di viaggio per entrare in Egitto e di preparare tutto quel che è richiesto. Ci sono ovviamente alcune regole ancora da rispettare, ma vediamo di approfondire ciò che è necessario sapere un punto alla volta.

Alcune considerazioni iniziali

Prima di prenotare una vacanza in Egitto e richiedere il visto, è bene verificare col proprio tour operator, agente di viaggio o compagnia aerea eventuali modifiche alle regole legate al covid-19. Il governo egiziano potrebbe apportare modifiche senza preavviso alla sua politica sul coronavirus. Inoltre, la compagnia di viaggi potrebbe adottare misure aggiuntive per prevenire casi di contagio.

Questo è importante da sapere poiché una domanda di visto per l’Egitto non può essere annullata una volta elaborata. Non sono previste eccezioni per i viaggiatori che non possono o non vogliono viaggiare in Egitto a causa delle (future) norme COVID-19. Nel caso in cui si vogliano apporre modifiche alla data di partenza e a quella di ritorno, si dovrà controllare se tali date rientrano nel limite di validità temporale del visto. Il periodo di validità del visto per l’Egitto non può infatti essere modificato una volta che la domanda è stata elaborata.

È necessario essere vaccinati?

Per poter di nuovo entrare in Egitto come turisti, una delle domande più frequentemente poste riguarda il vaccino: si deve essere vaccinati?

Partiamo col dire che chi ha ricevuto il vaccino 14 prima della data di partenza può recarsi in Egitto per una vacanza o per visitare amici o familiari. Non è necessario sottoporsi a un test COVID-19 prima della partenza, nel caso in cui sia stato effettuato il vaccino. Tuttavia, si consiglia di fare un autotest su base volontaria. All’arrivo in Egitto è necessario fornire la dimostrazione effettiva della vaccinazione anti Covid-19, per questo è necessario un certificato di vaccinazione su carta, che deve contenere un codice QR.

Chi non è vaccinato

Vediamo ora quali sono le condizioni previste per chi non è vaccinato. Anche se non sei stato vaccinato contro il coronavirus, puoi comunque andare in vacanza in Egitto. I viaggiatori di età pari o superiore a 12 anni che non sono stati completamente vaccinati devono mostrare un risultato negativo della PCR o dell’antigene all’arrivo.

Riguardo al risultato del test PCR ci sono alcuni requisiti:

  • il test non deve essere stato sostenuto più di 72 ore prima dell’arrivo in Egitto.
  • Un test antigenico deve essere stato effettuato nelle 24 ore prima dell’arrivo.
  • Se viaggi dal Nord America, Sud America, Londra, Parigi o Francoforte, il test non dovrebbe essere stato sostenuto più di 96 ore prima dell’arrivo in Egitto.
  • Il risultato deve essere leggibile in inglese o arabo.
  • Il test deve essere stato svolto da un laboratorio accreditato e timbrato con un codice QR e la data e l’ora dell’esame.
  • Se il risultato ha cancellature o aggiunte manuali, non sarà accettato.

In alcuni aeroporti è consentito arrivare anche senza certificato di vaccinazione o risultato negativo del test PCR. Ciò però non esclude che sia necessario effettuare un test PCR in aeroporto, a un costo variabile attorno ai 30 euro. Inoltre, per effettuare il test direttamente in aeroporto si potrebbero dover affrontare lunghe code e attese. Successivamente sarà necessario rimanere in una stanza di quarantena nel proprio hotel fino a quando i risultati non saranno disponibili, il che potrebbe richiedere dalle 12 alle 24 ore. Si consiglia pertanto vivamente di effettuare il test prima di partire.

Per quanto riguarda la possibilità di effettuare test dopo l’arrivo in Egitto, ciò è consentito solo negli aeroporti del Sud Sinai, Mar Rosso e Matrouh (arrivo negli aeroporti di Sharm-el-Sheikh, Taba, Hurghada, Marsa Alam o Marsa Matrouh).

Cose da fare all’arrivo in Egitto

All’arrivo in aeroporto in Egitto è necessario compilare una dichiarazione sanitaria. Con questo si attesta di non avere alcun sintomo del coronavirus COVID-19. Si deve inoltre dichiarare di essere assicurati contro eventuali spese mediche durante il soggiorno in Egitto. Prima di partire è sempre bene provvedere all’assicurazione sanitaria di viaggio, la quale può essere personalizzata in base alle proprie esigenze e luogo in cui si viaggerà. Meglio accertarsi che siano compresi all’interno dell’assicurazione eventuali costi di ricovero in Egitto, poiché diversamente sarebbero molto elevati.

Per concludere

Finalmente ci si può recare nuovamente in Egitto esplorando ciò che questo meraviglioso Paese ha da offrire. Per farlo, meglio informarsi al meglio sulle regole legate al covid-19 e richiedere per tempo il proprio visto di autorizzazione.

L. M.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,572FansMi piace
162FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -spot_img