24.1 C
Milano
martedì, Agosto 16, 2022

Proverbio: Alla Madonna di agosto (15 Agosto) si rinfresca il bosco. Per san Rocco (16 Agosto) la rondine fa fagotto

FERROVIE, ASSESSORE TERZI VISITA CENTRALE OPERATIVA TRENORD: TECNOLOGIE DI ULTIMA GENERAZIONE PER TENERE SOTTO CONTROLLO CRITICITÀ ED EMERGENZE

Ultimo aggiornamento il 19 Luglio 2022 – 17:23

(mi-lorenteggio.com) Milano, 19 luglio 2022 – Gestire e programmare il servizio ferroviario regionale tramite alert, monitoraggi e avvisi in tempo reale per rendere fluido il sistema e tenere sotto controllo h24 criticità ed emergenze legate a un servizio che non ha pari in Italia e che muove oltre 2.170 corse al giorno: è questo il cuore delle attività svolte nel Centro Operativo Esercizio di Trenord situato nell’impianto di Milano Fiorenza e visitato questa mattina dall’assessore regionale alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile, Claudia Maria Terzi. PRESIDIARE IL SERVIZIO FERROVIARIO – “Abbiamo toccato con mano – ha sottolineato l’assessore Terzi – la complessità del sistema: un flusso di dati e parametri che poggia sulla collaborazione tra Trenord e i gestori delle infrastrutture Ferrovienord e Rfi. Le sale operative hanno il compito di presidiare il servizio ferroviario: dall’assegnazione del materiale rotabile alla organizzazione degli equipaggi, dalla gestione della circolazione a quella dei turni del personale, passando per la gestione delle emergenze e dei servizi sostitutivi”. OTTIMIZZARE GESTIONE EMERGENZE – L’assessore ha riservato un plauso anche alla professionalità delle risorse umane: il Centro Operativo Esercizio di Trenord è stato progettato per favorire la migliore e la più efficiente interazione di chi ogni giorno sovrintende la circolazione con i gestori delle infrastrutture ferroviarie RFI e Ferrovienord che servono il trasporto pubblico ferroviario lombardo. “Gran parte del personale della centrale operativa – ha proseguito Terzi – può contare su un know how trasversale che è frutto di un’esperienza decennale sul campo. La competenza delle risorse umane e la conoscenza diretta dei treni, delle linee e delle direttrici sono di fatto essenziali per rendere più efficiente la programmazione del servizio ferroviario e ottimizzare la gestione delle emergenze”. LA MANUTENZIONE COL NUOVO TORNIO – La visita all’impianto di Fiorenza è stata anche l’occasione per testare l’operatività del nuovo tornio, installato e attivato a maggio di quest’anno per la manutenzione ordinaria e straordinaria dei convogli. “Insieme a quello installato nel corso del 2021 nell’impianto Trenord di Novate  Milanese, è il tornio al momento più innovativo in Italia e consente di ottimizzare le performance di manutenzione delle ruote dei treni – ha concluso Terzi -. In questi giorni di emergenza caldo, infatti, gli interventi di manutenzione predittiva sono fondamentali per garantire il servizio offerto ai viaggiatori”.
 
I NUMERI DELL’IMPIANTO DI MILANO FIORENZA – L’impianto Trenord di Milano Fiorenza, nell’immediata vicinanza del Polo fieristico di Rho, è il più grande d’Italia: un’area complessiva di 450mila mq – pari a 70 campi da calcio – con 33 km di binari e 53mila mq di aree coperte dedicate alle attività di manutenzione.
 
L’impianto è operativo su tre turni e copre l’intero arco lavorativo di 24 ore/giorno, 7 giorni su 7. Ogni giorno a Milano Fiorenza lavorano circa 600 persone, tra risorse interne ed esterne; in una giornata, circa 30-35 treni vengono sottoposti a manutenzione, 5 a pulizia radicale e 8 a lavaggio.
 
Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,616FansMi piace
162FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -