7.8 C
Milano
venerdì, Aprile 19, 2024

Proverbio: D'aprile non ti scoprire.

Fastweb. Al via la messa a dimora di altri 1.000 alberi al Parco Porto di Mare

(mi-lorenteggio.com) Milano, 18 novembre 2022 – Anche quest’anno Fastweb contribuisce a rigenerare le aree verdi del territorio di Milano, con l’obiettivo di migliorare non solo la qualità dell’aria ma anche la qualità della vita degli abitanti. Sarà inaugurato domani sabato 19 novembre il nuovo intervento di forestazione e riqualificazione ambientale promosso da Fastweb con il supporto dei suoi dipendenti che porterà alla messa a dimora di 1.000 piante presso il Parco Porto di Mare di Rogoredo, riportato a nuova vita dopo l’intervento dell’associazione Italia Nostra-Centro Forestazione Urbana. I nuovi esemplari affiancheranno i mille alberi già messi a dimora da Fastweb nel 2021 con l’obiettivo di migliorare il territorio comunale e contribuire a realizzare un futuro più eco sostenibile per la città attraverso la piantumazione di 3.000 alberi entro il 2023.

L’iniziativa si inserisce nell’ambito di Mosaico Verde, la campagna nazionale per la riqualificazione di aree urbane ed extraurbane e la tutela dei boschi esistenti ideata e promossa da AzzeroCO2 e Legambiente, al quale Fastweb ha aderito lo scorso anno impegnandosi nella messa a dimora di 9.000 alberi in tre anni nelle periferie di Milano, Roma e Bari. Alle piantumazioni già previste Fastweb quest’anno rilancia il proprio impegno con l’aggiunta di 6.000 alberi in sei nuove città, Catania, Torino, Genova, Pescara, Napoli e Cagliari.

L’opera di riforestazione si svolgerà con il contributo volontario dei dipendenti di Fastweb e delle loro famiglie che prenderanno parte sabato 19 e 26 novembre alle attività di riqualificazione e piantumazione in un’area del Parco Porto di Mare, all’interno del Parco Agricolo Sud Milano, che presenta delle zone umide temporanee che costituiscono veri e propri scrigni di biodiversità. Obiettivo dell’intervento è riqualificare e consolidare aree del Parco soggette a periodiche sommersioni oltre a contribuire a tutelare la sua ricchezza ecosistemica attraverso l’impermeabilizzazione del terreno per assicurare che le acque stagnanti della zona umida durino a sufficienza e garantiscano la sopravvivenza della microfauna acquatica. Particolare attenzione è stata quindi posta nella scelta delle piante che saranno messe a dimora individuate tra specie coerenti con le condizioni climatiche e naturalistiche del territorio tra le quali: il giunco, la carice, il salice e il viburno.

Il coinvolgimento in prima persona dei dipendenti dell’azienda a favore dell’ambiente fa parte della Settimana del Futuro, il progetto avviato da Fastweb per ispirare tutte le sue persone che possono dedicare 5 giorni lavorativi all’anno per il raggiungimento degli obiettivi aziendali di sostenibilità ambientale e sociale aderendo come volontari a varie attività.

La campagna di Fastweb per riqualificare sempre più zone urbane del territorio nazionale si inserisce inoltre nella strategia dell’azienda per la salvaguardia del Pianeta attraverso la donazione di un milione di euro a favore di iniziative ambientali.

“Fastweb è in prima linea nella lotta al cambiamento climatico e oggi siamo orgogliosi di contribuire ancora una volta insieme alle nostre persone alla rigenerazione ambientale di Milano con l’obiettivo di renderla migliore e più vivibile per tutti i suoi cittadini” ha dichiarato Anna Lo Iacono Senior Manager of Sustainability di Fastweb. “Con questa iniziativa vogliamo contribuire concretamente all’assorbimento della CO2 e al miglioramento della biodiversità nel territorio. Fastweb è infatti impegnata nella lotta al cambiamento climatico e nella riduzione delle proprie emissioni di gas climalteranti con l’obiettivo di diventare Carbon Neutral nel 2025”

“Grazie alla collaborazione con Fastweb stiamo portando avanti un importante progetto di rigenerazione ambientale nelle città di Milano, Bari e Roma. Si tratta di interventi quanto mai urgenti per i contesti cittadini che dovrebbero ambire a lavorare per raggiungere la neutralità climatica e, allo stesso tempo, contrastare gli effetti del riscaldamento globale che hanno una risonanza maggiore nelle aree più densamente popolate – Ha dichiarato Alessandro Martella, Direttore Commerciale di AzzeroCO2 – Le 1000 nuove piante nel Parco Porto di Mare di Milano costituiscono un importante tassello nel percorso di rinaturalizzazione di questa città contribuendo, allo stesso tempo a favorire e incrementare la biodiversità del territorio. L’iniziativa rientra nel progetto europeo ‘LIFE Terra’ che vede Legambiente come unico partner italiano e del quale noi siamo sostenitori, un esempio concreto di come il lavoro sinergico tra diverse realtà consenta di restituire pregio ai nostri territori e consegnare ai cittadini luoghi fruibili a contatto con la natura”.

“Porto di Mare oggi è un parco rinato e fruibile grazie all’instancabile lavori di tutti. La trasformazione e riqualificazione di aree non può prescindere dalla cura del territorio e questa non può prescindere dal coinvolgimento della cittadinanza. Siamo per questo grati a tutti i cittadini, a Fastweb e alle altre aziende che si adoperano per rendere concrete queste trasformazioni e speriamo che nel futuro non manchino mai le occasioni per migliorare ciò che ci circonda.” – ha dichiarato Gianluca Vargiu Italia nostra – CFU, Responsabile del progetto Porto di Mare.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -