4.2 C
Milano
domenica, Gennaio 29, 2023

Il 29, 30 e 31 Gennaio i Giorni della Merla

TEATRO. IL 3 E 4 DICEMBRE IN SCENA “FUORILUOGO”, IL PRIMO FESTIVAL DI TEATRO DIFFUSO CON 38 EVENTI NEL QUARTIERE GIAMBELLINO LORENTEGGIO

(mi-lorenteggio.com) Milano, 30 novembre 2022 – Il 3 e 4 dicembre 2022 si svolgerà Fuoriluogo, il primo festival di teatro diffuso nel quartiere Giambellino Lorenteggio con 38 eventi, tra spettacoli e laboratori per adulti e bambini, in 24 luoghi diversi. Il teatro di qualità entra in ogni luogo del quartiere: dal fioraio, dal parrucchiere, al bar, in libreria, nel laboratorio di ceramica, dal pasticcere, negli studi dei professionisti, nel centro yoga e in molti altri spazi. Ospiti di Fuoriluogo Festival protagonisti d’eccezione, come Claudio Morici, finalista Italia’s Got Talents e spesso ospite in programmi televisivi cult come Propaganda Live, che interpreterà il suo “Racconti da camera”; Riccardo Goretti, uno dei migliori attori della sua generazione, nel monologo “Riccardo legge Goretti”; Gaspare Balsamo, uno dei maggiori esponenti del contu siciliano, allievo di Mimmo Cuticchio, metterà in scena “Ciclopu”; e poi diversi spettacoli che hanno ricevuto importanti premi della scena nazionale, come “Primi passi sulla Luna” di e con Andrea Cosentino, premio UBU 2018, “Cucinar ramingo” di e con Giancarlo Bloise e “Bim Bum Bang!” di e con Elena Vanni, a entrambi gli spettacoli è stato assegnato il premio Dante Cappelletti.

Per l’inaugurazione del festival, in esclusiva, venerdì 2 dicembre va in scena “Freschibuffi”, il nuovo spettacolo di Claudio Morici e Ivan Talarico, che ha debuttato all’Auditorium di Roma, l’unica data disponibile a Milano. Lo spettacolo va in scena in una casa privata bellissima, aperta solo per la serata di inaugurazione, durante la quale si creerà un’atmosfera di intimità, si potrà chiacchierare con gli attori e sarà servito uno squisito buffet di mare. Questa opportunità è offerta solo ai sostenitori del festival che effettuano una donazione da 50 euro al link https://teatroxcasa.it/fuoriluogofestival.

In “Freschibuffi” Morici e Talarico raccontano la loro storia artistica e personale: dalle prime collaborazioni sporadiche fino agli spettacoli comici a due, finalizzati a sconfiggere apatie pubbliche e depressioni private. Sul palco si alternano brevi gag, letture, canzoni. Si parla di coppie felici di non amarsi, “intelligenza artificiosa”, tasse al 30% sulle frasi belle, bancomat in contatto con gli Ufo ed escatologia del pesce in scatola. Il tutto per scoprire insieme quanto ridere, riflettere e sopravvivere parlino la stessa strana lingua.

“L’obiettivo del festival è duplice – spiega il direttore artistico, Raimondo Brandi -: da una parte proporre un’offerta culturale elevata e di accesso semplicissimo in un quartiere dove scarseggia. Dall’altra far incontrare le persone in modo informale in spazi ospitali, che per l’occasione sono aperti a tutti e tutte. Il quartiere si è messo in rete per organizzare insieme una festa che sicuramente farà crescere nuove relazioni umane e professionali, nuove idee, nuove economie”.

Per assistere a ciascuno spettacolo viene richiesto un contributo di 5 euro comprensivo di un piccolo buffet offerto dallo spazio ospitante.

Il Fuoriluogo Festival è un evento Family Friendly: per favorire i genitori che desiderano assistere agli spettacoli del festival il Trillino Selvaggio e la Libreria Fiordifiaba, dalle 16 alle 21, organizzano attività laboratoriali per bambini dai 6 agli 11 anni. Il contributo richiesto per ciascun partecipante è pari a 10, comprensivo di una piccola merenda. Per usufruire di questa opportunità è necessaria la prenotazione sul sito, fino a esaurimento posti.

FuoriLuogo Festival, che si inserisce nella programmazione di “Milano è Viva”, finanziato dall’assessorato alla Cultura del Comune di Milano, organizzato da Teatroxcasa con Trillino Selvaggio, Accademia di Comunicazione, Libreria Fiordifiaba, Libreria Cafe Gogol & Company, Conserva.Mi.

Fuoriluogo Festival ha attivato un crowdfunding per tutte le spettatrici e tutti gli spettatori che desiderano contribuire alla realizzazione del festival e assistere all’evento segreto che inaugura il festival venerdì 2 dicembre!

Per scoprire il programma e donare > https://teatroxcasa.it/fuoriluogofestival

Programma

Sabato 3 dicembre

Sabato 3 dicembre – ore 11
Trillino Selvaggio, in via Tolstoj 14/A

La Luna in giardino – LAB

Laboratorio di costruzione

A cura di Trillino Selvaggio

Età consigliata: dai 3 ai 5 anni

Contributo 7 euro

Un’attività dedicata ai piccolissimi sul tema del variare delle stagioni, propedeutica alla visione dello spettacolo “La luna in giardino”. I bambini saranno condotti alla costruzione di delicati e poetici oggetti a partire dagli oggetti di scena creati dall’artista Marcello Chiarenza per lo spettacolo.

Sabato 3 dicembre – ore 11

Libreria Fiordifiaba, via dei Biancospini 18

Conto che ti racconto. Il magico mondo del Kamishibai

Lettura teatrale di e con Patrizia Battaglia – Pattygiramondo

Musica dal vivo di Walter Forzani

A cura di Trillino Selvaggio

Età consigliata: dai 5 ai 9 anni

Contributo 5 euro

In scena il teatrino dell’antica arte giapponese del racconto per immagini con disegni su carta e sagome. Mentre l’attrice racconta le storie, le immagini si susseguono interagendo con un musicista in scena. Vengono raccontate tre storie tratte da “Abuk”, storia di amicizia e di realizzazione di un sogno, “In una notte di temporale”, delicata storia sulla diversità e l’amicizia fra un lupo e una capretta che si rifugiano in una capanna, “il giardiniere dei sogni”, storia di un vecchio giardiniere che pianta un foglio bianco da cui nasce un albero, “Issunboshi il più piccolo samurai del mondo”, fiaba tradizionale giapponese.

Ore 16.30 – “Primi passi sulla Luna” di e con Andrea Cosentino
Nella notte del 20 luglio del ’69 in tutto il mondo interplanetario non c’è stato un furto, un omicidio, una rapina, uno scappellotto. Erano tutti li davanti a Neil Armstrong. E questo cosa vuol dire? Vuol dire che se tutti guardassimo di più la televisione il nostro sarebbe un mondo migliore.

Spazio Olistico Artemisia, via Lorenteggio 155

Contributo 5 euro per spettacolo + piccolo buffet

Ore 16.30 – “Cucinar ramingo” di e con Giancarlo Bloise

“Il giusto equilibrio tra il ritmo della narrazione e l’amore per le arti della cucina, la precisione della preparazione gastronomica unita all’esotismo della favola, fanno di questo spettacolo un piatto gustoso da servire a spettatori di ogni tipo”.

MaGiCa.art, via Savona 94/A

Contributo 5 euro per spettacolo + piccolo buffet

Ore 16.40 – “Ciclopu” di e con Gaspare Balsamo

Uno spettacolo “ciclopucentrico” in cui la figura del gigante da un occhio solo rappresenta il simbolo di ogni rivolta contro ogni Odisseo invasore e colonizzatore.

Baby Bazar, via Giambellino 13/15

Contributo 5 euro per spettacolo + piccolo buffet

Ore 16.45 – “Antigone – monologo per donna sola” di Anomalia teatro con Debora Benincasa, regia di Amedeo Anfuso
Lo spettacolo racconta la storia dell’attimo prima, di quando ancora potresti tornare indietro, posare il pugnale. È una storia che attraversa le ossa di una ragazzina magra, di un’eroina spettinata che dal centro della tragedia ti guarda sorridendo. Antigone cerca di uscire dalla sua prigione ridendoci contro, abbassandosi per cambiare punto di vista, ironizzando per alleggerire il dramma, per poi lasciarsi trascinare nella poesia, indugiare nel grottesco o nei versi di una canzone.

ASD Centro Ariel, via Soderini 1

Contributo 5 euro per spettacolo + piccolo buffet

Ore 16.45 – “The Show” di Sementerie Artistiche con Elisa Denti

Quarant’anni, single, leggermente in sovrappeso. Adele è cinica, timida, tagliente e con una bestia interiore assopita sotto il disagio che l’accompagna in ogni momento della sua vita: soprattutto quando è costretta ad iscriversi ad un corso di wrestling.
We World Onlus, piazza Tirana 2

Contributo 5 euro per spettacolo + piccolo buffet

Ore 16.45 – “Every brilliant thing – Tutte le cose per cui vale la pena vivere” di Tri-Boo e Sotterraneo con Daniela D’Argenio Donati

“The Guardian lo ha definito “The funniest plays you’ll ever seen about depression” (la più divertente commedia sulla depressione mai vista), un controsenso che sintetizza perfettamente l’essenza di questo spettacolo che ripercorre la vita della protagonista attraverso i fallimentari tentativi di suicidio della madre: un “one woman show” in puro stile britannico dove l’interazione con il pubblico regala sempre momenti indimenticabili.

Galleria Fiber art and, piazzale Tripoli 9

Contributo 5 euro per spettacolo + piccolo buffet

Ore 17.30 – “Un’ora di niente” di e con Paolo Faroni

“Mescolando narrazione e stand up comedy, cabaret e prosa, Paolo Faroni si avventura in un flusso di coscienza potentemente comico e poetico che non fa sconti a nessuno, in primis a se stesso: dagli amori platonici alle perversioni sessuali, il monologo racconta il continuo sballottamento tra desiderio di elevarsi e istinto animale dell’autore, all’ insegna di un’esistenza che è insieme “paradiso e schifezze”.

Conserva.mi, via Giambellino 115 (largo Balestra)

Contributo 5 euro per spettacolo + piccolo buffet

Ore 17.45 – “Racconti da camera” di e con Claudio Morici

Dopo la finale di Italia’s Got Talent (e dopo due mesi praticamente chiuso in camera) lo scrittore mette in scena storielle comiche, confessioni, telefonate e strategie di sopravvivenza post-quarantena.

Italian Social Lab, via Vignoli 43

Contributo 5 euro per spettacolo + piccolo buffet

Ore 19.30 – “Primi passi sulla Luna” di e con Andrea Cosentino

Nella notte del 20 luglio del ’69 in tutto il mondo interplanetario non c’è stato un furto, un omicidio, una rapina, uno scappellotto. Erano tutti li davanti a Neil Armstrong. E questo cosa vuol dire? Vuol dire che se tutti guardassimo di più la televisione il nostro sarebbe un mondo migliore.

Kyplon – Human digital strategy, via Savona 97

Contributo 5 euro per spettacolo + piccolo buffet

Ore 19.45 – “Ciclopu” di e con Gaspare Balsamo
Uno spettacolo “ciclopucentrico” in cui la figura del gigante da un occhio solo rappresenta il simbolo di ogni rivolta contro ogni Odisseo invasore e colonizzatore.
Più Piani servizi immobiliari, piazza Berlinguer

Contributo 5 euro per spettacolo + piccolo buffet

Ore 19.45 – “Antigone – monologo per donna sola” di Anomalia teatro con Debora Benincasa, regia di Amedeo Anfuso
Lo spettacolo racconta la storia dell’attimo prima, di quando ancora potresti tornare indietro, posare il pugnale. È una storia che attraversa le ossa di una ragazzina magra, di un’eroina spettinata che dal centro della tragedia ti guarda sorridendo. Antigone cerca di uscire dalla sua prigione ridendoci contro, abbassandosi per cambiare punto di vista, ironizzando per alleggerire il dramma, per poi lasciarsi trascinare nella poesia, indugiare nel grottesco o nei versi di una canzone.

Studio Paolo Rizzatto, via Savona 97

Contributo 5 euro per spettacolo + piccolo buffet

Ore 19.45 – “Cucinar ramingo” di e con Giancarlo Bloise

“Il giusto equilibrio tra il ritmo della narrazione e l’amore per le arti della cucina, la precisione della preparazione gastronomica unita all’esotismo della favola, fanno di questo spettacolo un piatto gustoso da servire a spettatori di ogni tipo”.
MaGiCa.art, via Savona 94/A

Contributo 5 euro per spettacolo + piccolo buffet

Ore 19.45 – “Every brilliant thing – Tutte le cose per cui vale la pena vivere” di Tri-Boo e Sotterraneo con Daniela D’Argenio Donati

Il Guardian lo ha definito “The funniest plays you’ll ever seen about depression” (la più divertente commedia sulla depressione mai vista), un controsenso che sintetizza perfettamente l’essenza di questo spettacolo che ripercorre la vita della protagonista attraverso i fallimentari tentativi di suicidio della madre: un “one woman show” in puro stile britannico dove l’interazione con il pubblico regala sempre momenti indimenticabili.
Spazio Olistico Artemisia, via Lorenteggio 155

Contributo 5 euro per spettacolo + piccolo buffet

Ore 20.15 – “Un’ora di niente” di e con Paolo Faroni

“Mescolando narrazione e stand up comedy, cabaret e prosa, Paolo Faroni si avventura in un flusso di coscienza potentemente comico e poetico che non fa sconti a nessuno, in primis a se stesso: dagli amori platonici alle perversioni sessuali, il monologo racconta il continuo sballottamento tra desiderio di elevarsi e istinto animale dell’autore, all’ insegna di un’esistenza che è insieme “paradiso e schifezze”.
Lab Café, via Scrosati 9

Contributo 5 euro per spettacolo + piccolo buffet

Ore 20.45 – “Racconti da camera” di e con Claudio Morici

Dopo la finale di Italia’s Got Talent (e dopo due mesi praticamente chiuso in camera) lo scrittore mette in scena storielle comiche, confessioni, telefonate e strategie di sopravvivenza post-quarantena.

Mare culturale urbano food hub – Canottieri San Cristoforo, Alzaia Naviglio Grande 122

Contributo 5 euro

Ore 20.45 – “The Show” di Sementerie Artistiche con Elisa Denti

Quarant’anni, single, leggermente in sovrappeso. Adele è cinica, timida, tagliente e con una bestia interiore assopita sotto il disagio che l’accompagna in ogni momento della sua vita: soprattutto quando è costretta ad iscriversi ad un corso di wrestling.

SD Centro Ariel, via Soderini 1

Contributo 5 euro per spettacolo + piccolo buffet

Domenica 4 dicembre

Domenica 4 dicembre – ore 11

Trillino Selvaggio, in via Tolstoj 14/A

La Luna in giardino

Spettacolo teatrale di Marcello Chiarenza, con Raffaella Meregalli e Ornella Vancheri

Musiche di Carlo Cialdo Capelli

Produzione Trillino Selvaggio

Età consigliata: dai 18 mesi ai 5 anni

Contributo 7 euro

Un giardino magico, dove il tempo vola e i piccoli spettatori, nella breve durata dello spettacolo, attraversano tutte le quattro stagioni. Un viaggio fra uccellini, fiori, nuvole, pozzanghere, specchi d’acqua, foglie, fiocchi di neve. Incontremo la farfalla Polly, il pesciolino Pinna e Piuma, l’amica di Polly. Gli oggetti, nati dalla poesia dell’artista Marcello Chiarenza, vengono animati dalle due attrici e offerti ai bambini e genitori in un gioco coinvolgente e suggestivo di teatro d’animazione e figura. La musica di Carlo Cialdo Capelli contribuisce a creare un’atmosfera delicata adatta anche ai bambini più piccoli. E alla fine, con l’arrivo della primavera, da un uovo, bello come la luna, nascerà Piuma, un piccolo pulcino.

Domenica 4 dicembre – ore 11

Libreria Fiordifiaba, via dei Biancospini 18

Il pacchetto rosso

Lettura teatrale di e con Stefania Casiraghi

liberamente ispirata al libro illustrato “Il pacchetto rosso” di Linda Wolfsgruber e Gino Alberti (ed. Arka)

A cura di Trillino Selvaggio

Età consigliata: dai 5 ai 9 anni

Contributo 5 euro

In un paese di montagna, un misterioso pacchetto rosso, di cui nessuno conosce il contenuto, gira come dono di Natale di mano in mano, e a poco a poco cambia la vita dei suoi abitanti. Un suggestivo paesaggio invernale fa da sfondo a una vivace narratrice che accompagna i piccoli spettatori alla scoperta delle buone azioni che aiutano a vincere l’indifferenza. Il pacchetto rosso è una storia gentile, che custodisce in sé il messaggio prezioso del dono. Donare significa ascoltare, aiutare, vedere oltre a sé. Confezionare con cura un pacchetto vuoto diventa azione fondamentale per intraprendere un viaggio affettivo e il dono si fa movimento contagioso, amore universale.

Ore 16.30 – “r/PLACE” di e con Matteo Sintucci

“r/Place – uno screenshot dell’umanità” è uno spettacolo-conferenza che parla di un particolare evento accaduto online (sulla piattaforma Reddit) il primo aprile 2017, chiamato appunto r/Place.

Fondazione Accademia di Comunicazione, via Savona 112/A

Contributo 5 euro per spettacolo + piccolo buffet

Ore 16.45 – “Ol Baraba e altre storie” con Pietro Traldi

Stand up, commedia, affabulazione…un inaspettato confronto con il senso della vita e la responsabilità individuale.

LAC Laboratorio di Antropologia del Cibo, via Metauro 4

Contributo 5 euro per spettacolo + piccolo buffet

Ore 16.45 – “Cuttuni e lamè – trame streuse di una cantastorie” di e con Eleonora Bordonaro e Puccio Castrogiovanni

La Sicilia e le donne. L’ironia, la leggerezza, la spiritualità, la determinazione e la furbizia, in un racconto teatrale e musicale insieme che incrocia i cantastorie, la melodia e i suoni contemporanei. Il suono antico di voce e marranzano ci conducono, attraverso una selezione di brani originali, figure iconiche e poesie popolari, a comporre il mosaico dell’universo femminile, narrando, con semplice immediatezza, storie piccole piccole che rappresentano la prospettiva di fimmini forti, consapevoli, autoironiche, curiose del mondo, aperte al futuro.

Fioraio Bollettini, via Giambellino, angolo via Gorki

Contributo 5 euro per spettacolo + piccolo buffet

Ore 17 – “Cuoro” di e con Gioia Salvatori

“Piacer d’amor più di un di’ sol non dura, martir d’ amor, tutta la vita dura” è con questo ottimismo che lo spettacolo approccia e ragiona intorno ai meccanismi del sentimento
d’amore e ai suoi disastri: miti antichi, disagi contemporanei, liriche accorate e somatizzazioni sempre più complesse, provando a rispondere alla domanda: che cos’è l’amore?

ASD Centro Ariel, via Soderini 1

Contributo 5 euro per spettacolo + piccolo buffet

Ore 17 – “Bim Bum Bang!” di e con Elena Vanni. Regia di Tage Larsen

Un uomo, il suo potere, la sua creatura. In un passato che non sparisce. La storia di un’ azienda, di una famiglia. Le gloria delle armi e il sorriso di una bambina.

Spazio Olistico Artemisia, via Lorenteggio 155

Contributo 5 euro per spettacolo + piccolo buffet

Ore 17 – “Riccardo legge Goretti” di e con Riccardo Goretti
Un po’ teatro, un po’ stand up, un po’ recital narrativo, un po’ colossale cazzata.
Farmacia Tolstoj, via Giambellino 17, angolo via Tolstoj

Contributo 5 euro per spettacolo + piccolo buffet

Ore 17.30 – “Il mio occhio destro ha un aspetto sinistro” di e con Ivan Talarico
Arriva uno spilungone con baffi, ciuffo laterale e chitarra, apparentemente serissimo, che inizia con perfetto aplomb a emettere suoni e parole folli. La gente rimane per un attimo smarrita, poi inizia a ridere, non smette più, si muore dal ridere. Ma quel gioco di associazioni verbali, quelle concatenazioni assurde di parole hanno una loro fondata intelligenza, un’arguzia evocativa di reale vita vissuta, come nel teatro di Bergonzoni. (Enrico De Angelis, Club Tenco)

Barbiere Saloon, largo Scalabrini 6

Contributo 5 euro per spettacolo + piccolo buffet

Ore 19.30 – “Cuttuni e lamè – trame streuse di una cantastorie” di e con Eleonora Bordonaro e Puccio Castrogiovanni

La Sicilia e le donne. L’ironia, la leggerezza, la spiritualità, la determinazione e la furbizia, in un racconto teatrale e musicale insieme che incrocia i cantastorie, la melodia e i suoni contemporanei. Il suono antico di voce e marranzano ci conducono, attraverso una selezione di brani originali, figure iconiche e poesie popolari, a comporre il mosaico dell’universo femminile, narrando, con semplice immediatezza, storie piccole piccole che rappresentano la prospettiva di fimmini forti, consapevoli, autoironiche, curiose del mondo, aperte al futuro.

Parrucchiere I Messori, via Lorenteggio, angolo via Giacinto

Contributo 5 euro per spettacolo + piccolo buffet

Ore 19.45 – “Riccardo legge Goretti” di e con Riccardo Goretti
Un po’ teatro, un po’ stand up, un po’ recital narrativo, un po’ colossale cazzata.
Laboratorio di ceramica Clayon Milano, via Coronelli 7

Contributo 5 euro per spettacolo + piccolo buffet

Ore 19.45 – “r/PLACE” di e con Matteo Sintucci

“r/Place – uno screenshot dell’umanità” è uno spettacolo-conferenza che parla di un particolare evento accaduto online (sulla piattaforma Reddit) il primo aprile 2017, chiamato appunto r/Place.

Studio fotografico Block 10, via Savona 96

Contributo 5 euro per spettacolo + piccolo buffet

Ore 19.45 – “Ol Baraba e altre storie” con Pietro Traldi
Stand up, commedia, affabulazione…un inaspettato confronto con il senso della vita e la responsabilità individuale.

Fioraio Bollettini, via Giambellino angolo via Gorki

Contributo 5 euro per spettacolo + piccolo buffet

Ore 20 – “Bim Bum Bang!” di e con Elena Vanni. Regia di Tage Larsen

Un uomo, il suo potere, la sua creatura. In un passato che non sparisce. La storia di un’ azienda, di una famiglia. Le gloria delle armi e il sorriso di una bambina.

Fondazione Accademia di Comunicazione, via Savona 112/A

Contributo 5 euro per spettacolo + piccolo buffet

Ore 20 – “Cuoro” di e con Gioia Salvatori
“Piacer d’amor più di un di’ sol non dura, martir d’ amor, tutta la vita dura” è con questo ottimismo che lo spettacolo approccia e ragiona intorno ai meccanismi del sentimento
d’amore e ai suoi disastri: miti antichi, disagi contemporanei, liriche accorate e somatizzazioni sempre più complesse, provando a rispondere alla domanda: che cos’è l’amore?

Pastamordolce, via Metauro 11

Contributo 5 euro per spettacolo + piccolo buffet

Ore 20.45 – “Il mio occhio destro ha un aspetto sinistro” di e con Ivan Talarico
Arriva uno spilungone con baffi, ciuffo laterale e chitarra, apparentemente serissimo, che inizia con perfetto aplomb a emettere suoni e parole folli. La gente rimane per un attimo smarrita, poi inizia a ridere, non smette più, si muore dal ridere. Ma quel gioco di associazioni verbali, quelle concatenazioni assurde di parole hanno una loro fondata intelligenza, un’arguzia evocativa di reale vita vissuta, come nel teatro di Bergonzoni. (Enrico De Angelis, Club Tenco)

Mare culturale urbano food hub – Canottieri San Cristoforo, Alzaia Naviglio Grande 122

Contributo 5 euro per spettacolo

Programma Laboratori

Sabato 3 e domenica 4 dicembre, dalle 16 alle 21

Sabato 3 dicembre e domenica 4 dicembre – ore 16 – 21
Trillino Selvaggio, in via Tolstoj 14/A

Laboratori di meraviglie urbane

Laboratori e installazioni diffuse

A cura di Trillino Selvaggio

Età consigliata: dai 6 agli 11 anni

Contributo 10 euro, comprensivo di una piccola merenda. È necessaria la prenotazione sul sito, fino a esaurimento posti.

In occasione del festival, per alimentare la curiosità e suscitare la meraviglia dei bambini, il Trillino Selvaggio allestisce nella sua tana urbana una fabbrica delle piccole meraviglie, luogo magico dove sostare, scoprire, ascoltare, incontrare e condividere un’esperienza creativa collettiva.

A disposizione dei bambini nel grande spazio del Trillino Selvaggio ci sarà un percorso di installazioni e laboratori diffusi:

· Metamorfosi urbane: laboratorio a partire dall’installazione di alcune scatole magiche da guardare

· Vedo guardo e racconto: laboratorio di movimento per allenare la capacità di guardare

· Visioni di carta: laboratori di costruzione e creazione di sculture-libri di carta

· La sedia delle storie: letture collettive sulla natura e la meraviglie

· Canta che ti passa: canti originali appositamente pensati per le capacità ed estensioni vocali dei bambini

· A testa in giù: laboratori di circo e teatro di allenamento motorio, espressivo, relazionale.

Sabato 3 e domenica 4 dicembre, dalle 16 alle 21

Laboratori creativi di Fiordifiaba

A cura della libreria Fiordifiaba

Libreria Fiordifiaba, via Biancospino 18

Età consigliata dai 6 agli 11 anni

10 euro

Facebook @Teatroxcasa

Instagram @teatroxcasa

Sito: https://teatroxcasa.it/fuoriluogofestival

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,572FansMi piace
162FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -spot_img